Sollievo Portogallo, Olanda a testa alta

Jorge Braz e Ricardinho sono convinti che ci sia ancora lavoro da fare per il Portogallo nonostante la netta vittoria per 5-0 contro l'Olanda.

Bruno Coelho e Ricardinho festeggiano
©Sportsfile

Jorge Braz, Ct Portogallo
Abbiamo commesso qualche errore ma giocavamo contro una squadra giovane e ambiziosa. Sapevamo che non si era vista la vera Olanda contro la Russia alla prima partita però abbiamo giocato con lo spirito giusto e difficilmente le cose vanno male quando ci riusciamo.

I nostri tifosi sono stati fantastici, sembrava quasi di giocare in casa. Non ci importa troppo quale squadra del Gruppo A affronteremo, vogliamo solo migliorare alcuni aspetti del nostro gioco. I risultati di Spagna e Italia non mi sorprendono. Qui ci sono tante squadre di qualità. La partita con la Russia sarà un bel test per noi.

Ricardinho, attaccante Portogallo
Il primo gol è stato fondamentale perchè eravamo nervosi all’inizio. Non siamo partiti bene e loro hanno anche colpito il palo. Eravamo senza il nostro capitano [lo squalificato Arnaldo], quindi la vittoria è anche per lui.

E’ stata una partita dura, molti nostri giocatori erano davvero stanchi al fischio finale, ma la cosa più importante è che siamo qualificati. Non volevamo andare sotto perchè loro hanno una buona difesa. I loro giocatori sono molto forti fisicamente, ci sono diverse squadre così in questo torneo.

Marcel Loosveld, Ct Olanda
Abbiamo giocato una grande partita anche se abbiamo dormito un po’ in difesa in occasione dei loro gol. Però siamo una squadra molto giovane e spero che riuscirà a crescere giocando così, con tanto movimento e passaggi veloci, soprattutto per quanto riguarda i giocatori con grande tecnica che devono capire di più il futsal.

In alto