Ucraina, Sorokin fratelli felici

Assist e gol per Dmytro e Oleksandr Sorokin, fondamentali per l'Ucraina nella vittoria per 1-0 contro la Romania. "Ci capita anche a livello di club".

Dmytro Sorokin (No9) abbracciato dai compagni
©Sportsfile

Dmytro Sorokin, autore del gol dell’Ucraina
Gioco molto insieme a mio fratello. Ho visto che ricevuto palla, mi ha servito bene e ho sfruttato l’occasione. Ovviamente i nostri genitori guardavano la partita, hanno visto tutto. Abbiamo preparato la partita per non farli avvicinare troppo alla nostra porta e non farli tirare. Penso che abbiamo fatto bene il 70% di ciò che avevamo preparato.

Oleksandr Sorokin, attaccante Ucraina
A fine partita ho ringraziato mio fratello. Creiamo insieme qualche gol anche al nostro club [Lokomotiv Kharkiv]. Non abbiamo giocato al meglio ma siamo qualificati e va bene così. La vittoria della Romania contro il Belgio [6-1] non ci aveva impauriti.

Yevhen Ryvkin, Ct Ucraina
All’inizio eravamo troppo nervosi. Forse era più facile per la Romania perchè avevano già giocato una partita. Arrivare alla fase finale era già stato un bel traguardo, ma adesso i giocatori vogliono dimostrare tutte le loro qualità anche se oggi l’aspetto psicologico ci ha un po’ limitati.

Nelu Stancea, Ct Romania
Dopo lo spareggio con la Serbia avevamo come obiettivo il raggiungimento dei quarti di finale. Non abbiamo marcato bene l’autore del loro gol, forse è mancata un po’ di concentrazione. Però credo che il pareggio fosse il risultato più giusto. Abbiamo avuto occasioni, colpito un palo e una traversa, e nella ripresa abbiamo giocato meglio dell’Ucraina. I giocatori sono delusi perchè sanno che meritavano quanto meno un pareggio.

In alto