Italia male la prima, vince la Svezia

Alla Friends Arena di Solna, Azzurri battuti 1-0 dalla Svezia nell'andata degli spareggi di qualificazione: decide nella ripresa un tiro di Jakob Johansson deviato da Daniele De Rossi. Palo di Darmian, lunedì il ritorno a San Siro.

Watch the best of the action from the European Qualifiers play-off, first leg.
  • L'Italia perde 1-0 in casa della Svezia nell'andata degli spareggi di qualificazione al Mondiale
  • Alla Friends Arena di Solna, è un tiro nella ripresa di Jakob Johansson - deviato da Daniele De Rossi - a decidere la sfida
  • Gli Azzurri colpiscono un palo con Matteo Darmian
  • Marco Verratti, diffidato, salterà la partita di ritorno a causa dell'ammonizione rimediata dopo 29 minuti
  • La prossima sfida (lunedì 13 novembre, ore 20.45CET): Italia-Svezia

Si complica il cammino dell’Italia verso Russia 2018. Alla Friends Arena di Solna, nell’andata degli spareggi di qualificazione al Mondiale, la nazionale di Giampiero Ventura si arrende 1-0 alla Svezia: è un tiro di Jakob Johansson deviato da Daniele De Rossi a condannare al ko gli Azzurri.

Lunedì prossimo allo Stadio Meazza, in occasione del ritorno, servirà la partita perfetta all’Italia per aver ragione della squadra guidata Janne Andersson e timbrare il pass per il Mondiale che finora le è sfuggito sono una volta, nel 1958.

L’Italia, schierata da Ventura con il 3-5-2, sfiora subito il vantaggio in avvio, ma il colpo di testa del “Gallo” Andrea Belotti - regolarmente tra i titolari a causa dell’infortunio di Simone Zaza - termina di poco a lato. I padroni di casa rispondono con un destro dal limite di Ola Toivonen, che non inquadra lo specchio della porta difesa da Gianluigi Buffon.

I brividi al capitano azzurro li mette Emil Forsberg, che sfiora l’incrocio dei pali con un destro a giro, successivamente è Marco Parolo che arriva in ritardo sul bel centro di Matteo Darmian. Prima dell’intervallo Buffon, dopo un mancato rinvio di Giorgio Chiellini, si salva in uscita prima su Marcus Berg e poi su Toivonen.

L'Italia parte bene nella ripresa e Antonio Candreva “scalda” le mani a Robin Olsen, poi la Svezia è costretta al primo cambio: fuori Albin Ekdal, dentro Johansson. Al 61’ la nazionale di Andersson sblocca il risultato. Sugli sviluppi di una rimessa laterale, il pallone arriva proprio al neo-entrato Johansson, che calcia e trova la deviazione di De Rossi che mette fuori causa Buffon.

La mossa di Ventura è immediata, con l’interista Éder che prende il posto di Belotti. L’Italia sembra scuotersi, Darmian indovina un gran destro da fuori area ma centra un clamoroso palo. Dalla parte opposta è Buffon a mettere una pezza sul tentativo di Viktor Claesson. Arriva anche il momento di Lorenzo Insigne, che sostituisce Verratti: gli Azzurri passano al 4-2-4.

L'Italia, però, non trova spazi, e malgrado i cinque minuti di recupero le occasioni scarseggiano se si eccettua un destro di Insigne che finisce largo. Vince la Svezia 1-0: i ragazzi di Ventura lunedì a Milano non potranno sbagliare.

In alto