Il carattere dell’Italia rincuora Ventura

“Abbiamo avuto 10' di sbandamento, poi ci siamo andati a prendere questa vittoria”, riflette il Ct dopo il sofferto 3-2 in Macedonia. Immobile chiede più cattiveria, Verratti e Belotti riconoscono le sofferenze.

Prima la grande paura, poi il sospiro di sollievo. L’Italia ha sofferto e sudato le proverbiali sette camicie per piegare l’ERJ Macedonia, ma alla fine il successo 3-2 conquistato mantiene gli Azzurri in vetta - a pari punti con la Spagna - al Gruppo G di qualificazione al Mondiale 2018. Dopo la battaglia di Skopje Giampiero Ventura riconosce i tanti errori della nazionale, ma ne elogia il carattere. Sulla stessa lunghezza d’onda Ciro Immobile, Marco Verratti e Andrea Belotti, preoccupati dalle eccessive sofferenze ma contenti della risposta alle difficoltà della squadra.


Giampiero Ventura, Ct Italia
Il 90% dei nostri errori sono stati causati dall'inesperienza e dalla superficialità, con tanti giovani in campo bisogna avere pazienza, ma devo dire che c'è stata una grande risposta sul piano caratteriale. Abbiamo avuto 10' di sbandamento, poi ci siamo andati a prendere questa vittoria. Questa è l'ennesima conferma che lavorando ci sarà la possibilità di fare qualcosa di buono. Immobile ha fatto il suo dovere, ma anche gli altri, peccato che per un quarto d'ora non lo abbia fatto nessuno.

Ciro Immobile, attaccante Italia
Nel secondo tempo siamo scesi in campo molli e dopo subito il pari non siamo riusciti a reagire. Ci vuole più cattiveria in questi stadi, appena sbagli ti "mangiano", dobbiamo essere più concentrati. La vittoria è importante, stiamo sul pezzo anche con la Spagna abbiamo rimontato. Mi sento importante, questo è fondamentale per un calciatore, sento la fiducia del mister e dei compagni e lotterò insieme a loro per conquistare il pass per la Russia.

Marco Verratti, centrocampista Italia
Penso che abbiamo sofferto per errori individuali, nel primo tempo non abbiamo rischiato moltissimo. Abbiamo sofferto così per il mio errore, gli episodi cambiano la partita e loro si sono caricati e hanno trovato il 2-1. Poi però ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo reagito, dimostrando di essere una grande squadra e che vogliamo andare ai Mondiali. Credo di non aver mai fatto in carriera un errore del genere, credevo che Bonucci fosse solo, invece c'era Nestorovski.

Andrea Belotti, attaccante Italia
Sicuramente sono contento per il mio esordio da titolare bagnato subito con il gol, c'è da analizzare i perchè della sofferenza. Non possiamo soffrire così ogni partita, siamo un gruppo forte con giocatori di livello e non dobbiamo trovarci in queste situazioni. Sapevamo che loro sarebbero stati pericolosi in contropiede, abbiamo sbagliato tante scelte individuali, ma alla fine con il cuore come con la Spagna siamo riusciti a reagire. Dobbiamo ripartire dal carattere e migliorare il nostro gioco.

Marco Parolo, centrocampista Italia
Forse pensavamo di vincere facilmente, ci siamo rilassati e in campo internazionale non ti puoi permettere questo. Lo abbiamo visto anche nelle scorse qualificazioni. L'Italia ha questa anima che se non vede l'ostacolo non riesce a giocare, dobbiamo capire che in queste due gare potevamo perdere punti preziosi. Il cuore c'è, ma dobbiamo migliorare nella testa. 

In alto