Delusione Italia, solo pari con la Macedonia

A Torino gli Azzurri non vanno oltre l'1-1 e non sono ancora sicuri di un posto negli spareggi: Giorgio Chiellini firma il vantaggio, vanificato dall'attaccante del Palermo Trajkovski.

  • L'Italia pareggia 1-1 a Torino contro l'ERJ Macedonia nel penultimo incontro del Gruppo G di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA
  • Gli Azzurri passano in vantaggio allo scadere del primo tempo con un gol di Giorgio Chiellini su assist di Ciro Immobile
  • Gli ospiti pareggiano grazie ad Aleksandar Trajkovski, attaccante del Palermo entrato in campo nella ripresa
  • La squadra di Gian Piero Ventura è certa del secondo posto nel raggruppamento, ma non dell'accesso agli spareggi
  • Le prossime partite (lunedì 9 ottobre): Albania-Italia, ERJ Macedonia-Liechtenstein 

L'Italia delude contro l'ERJ Macedonia e non è ancora sicura di un posto negli spareggi di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA. Gli Azzurri non vanno oltre l'1-1 contro i modesti avversari ed escono dallo stadio di Torino tra i fischi: non basta il gol di Giorgio Chiellini, è Aleksandar Trajkovski a riprendere la nazionale di Giampiero Ventura.

Una prestazione a dir poco sotto tono quella dell'Italia, che probabilmente dopo il rovescio di Madrid contro la Spagna ha perso molte delle sue certezze. In particolare nel secondo tempo gli Azzurri sono stati poco incisivi in fase offensiva: lunedì, contro l'Albania di Christian Panucci, bisognerà ritrovare lo smalto perduto per blindare l'accesso agli spareggi. 

L'Italia parte forte e dopo pochi secondi di gioco Ciro Immobile buca l'impatto con il pallone sul cross di Matteo Darmian. Poi è Lorenzo Insigne ad andare vicinissimo all'1-0: il fantasista del Napoli è protagonista di un ottimo doppio scambio con Immobile, suo compagno ai tempi del Pescara, ma poi calcia addosso a Stole Dimitrievski.

La Macedonia si affaccia dalle parti di Gianluigi Buffon con Goran Pandev, ma il capitano azzurro controlla senza problemi il tentativo dell'attaccante del Genoa. L'Italia fatica a macinare gioco, Insigne con un colpo di testa chiama all'intervento il portiere avversario, poi è Davide Zappacosta a divorarsi il vantaggio: Lorenzo Il Magnifico libera davanti al numero 1 avversario il difensore del Chelsea, che controlla discretamente ma calcia a lato.

A cinque minuti dall'intervallo la squadra di Ventura sblocca il risultato, con un'azione splendida. Insigne illumina in verticale per Immobile, l'attaccante della Lazio è altruista e serve un pallone a Chiellini che il difensore deve solo spingere in rete per l'1-0. Nella ripresa gli Azzurri si  ripresentano in campo con Daniele Rugani al posto del compagno di club nella Juventus Andrea Barzagli, poi entrano Federico Bernardeschi e Bryan Cristante al posto di Simone Verdi e Roberto Gagliardini.

A tredici minuti dalla fine accade l'imponderabile. Pandev serve Aleksandar Trajkovski, attaccante del Palermo in campo nella ripresa al posto di Ferhan Hasani, e in area il rosanero batte Buffon in diagonale. L'Italia - mai incisiva nella ripresa -cerca il forcing finale, un sinistro di Bernardeschi non trova lo specchio della porta e non dà risultati la mossa della disperazione di spostare Leonardo Bonucci in attacco.

Ci sono tre minuti di recupero, ma l'1-1 non si schioda. Il secondo posto nel Gruppo G è ormai certo, l'accesso agli spareggi ancora no.

In alto