L'Italia si gode una vittoria che vale quasi gli spareggi

"La priorità era il risultato", afferma dopo l'1-0 a Israele il Ct Ventura, convinto che andare ai Mondiali attraverso i playoff sia "semplicemente la normalità"; Candreva e Verratti soddisfatti per il successo dopo il pesante ko con la Spagna.

Watch the best of the action from Reggio Emelia

Una vittoria striminzita e sofferta, ma quanto mai preziosa. Dopo l’1-0 a Israele che l’avvicina agli spareggi di qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA, l’Italia prova a vedere il bicchiere mezzo pieno: la reazione dopo il pesante ko contro la Spagna c’è stata, almeno a livello di risultato, e l’obiettivo playoff è quanto mai vicino. Basterà un punto nelle prossime due partite. Dopo la sfida di Reggio Emilia, Gian Piero Ventura sottolinea che andare ai Mondiali attraverso ai playoff è “semplicemente la normalità”, mentre Antonio Candreva e Marco Verratti sottolineano l’importanza del successo.

Gian Piero Ventura, Ct Italia
Era evidente che la priorità era il risultato, però sono contento perché fare 80 minuti nella metà campo avversaria - non bene nel primo tempo, molto meglio nella ripresa quando abbiamo iniziato a mettere palloni in mezzo creando occasioni in continuazione - è un altro piccolo passo in avanti. Sul piano della convinzione di quello che possiamo fare. E’ evidente che c’è ancora lavoro da fare, con due giorni o tre facciamo quello che possiamo ma sono soddisfatto, oltre che per il risultato, per la disponibilità dei calciatori. Un passo alla volta.
Nel momento che non fai gol c’è un po’ di disappunto, ma se vuoi essere squadra non puoi stare a sentire se c’è un applauso o un fischio…Se fai bene e fai risultato ci sono gli applausi, se perdi ci sono i fischi.
In termini di personalità ho avuto le risposte che volevo. Quando puoi riaffronteremo anche questa, scopriranno che passo avanti hanno fatto.
Andare ai Mondiali attraverso i playoff? Era quello che dicevano tutti il giorno che è uscito il calendario. Sembra che sia una sorpresa, è semplicemente la normalità. Se avessimo fatto un risultato importantissimo in Spagna, avremmo ribaltato una normalità.

Antonio Candreva, centrocampista Italia
E’ un’Italia che può e deve fare di più, ma oggi serviva una vittoria ed è arrivata, era importante. Penso che abbiamo dato continuità a questo primo anno, abbiamo fatto una prestazione positiva: queste sono partite che vanno sbloccate subito, per essere poi più tranquilli. Il risultato positivo, è ciò che volevamo.
Le critiche arrivate dopo Madrid fanno parte del nostro lavoro, ma penso che siamo un gruppo compatto che ha lavorato benissimo. Le critiche sono state magari un po’ eccessive, noi cerchiamo il sostegno di tutti perché penso siamo una nazionale che quest’anno ha fatto grandi cose. Il ko di Madrid fa male in primis a noi, non ci aspettavamo questo risultato. Dopo la gara abbiamo analizzato i nostri errori e oggi penso abbiamo fatto una buona prova.

Davide Zappacosta, difensore Italia
Il mister ci chiedeva di sfruttare il 2 contro 1 sulle fasce. E' facile trovare l'intesa con [Antonio] Candreva, sono contento che dopo il mio ingresso abbiamo trovato il gol-vittoria, era importante vincere oggi. Non è una sconfitta che ci deve condizionare, ho ritrovato un grande gruppo e sono convinto che possiamo fare bene. Sono molto contento del mio passaggio al Chelsea, ho tanta voglia di mostrare il mio valore.

Marco Verratti, centrocampista Italia
In nazionale non è mai facile, la Francia ha pareggiato con il Lussemburgo e in quel girone sempre la Francia è stata battuta in Svezia e ha pareggiato in Bielorussia. Siamo sempre molto pessimisti, ma questo sprona anche noi a fare di più e portare la gente dalla nostra parte. Sappiamo molte volte che le cose, soprattutto qui in Italia, cambiano in fretta: basta una buona prestazione per essere fenomeni e una prestazione meno buona per essere giocatori che non hanno mai giocato a calcio. Da una parte ci dà voglia di fare di più, dall’altro siamo dispiaciuti per i fischi…Nel calcio siamo abituati, ma siamo contenti della prestazione: finora abbiamo vinto tutte le partite tranne quelle con la Spagna, ci abbiamo pareggiato in casa e perso in trasferta. Devo dare atto che in questo momento ci sono superiori, sono una grandissima squadra: contro Israele abbiamo vinto solo 1-0, ma abbiamo costruito molte occasioni e potevamo chiuderla prima. Siamo soddisfatti, abbiamo fatto quello che abbiamo provato anche se dobbiamo essere più efficaci.

In alto