La Slovacchia fa festa a Chorzow

Polonia – Slovacchia 0-1 Prima storica qualificazione alla fase finale di un Mondiale per gli ospiti, decide un autogol nei primi minuti.

©AFP

La Slovacchia ha ottenuto una storica qualificazione per la fase finale del Mondiale FIFA, la prima in un grande torneo dall’indipendenza, grazie a un autogol della Polonia nelle battute iniziali.

Autogol
La sconfitta in casa contro la Slovenia costringe la Slovacchia a conquistare stasera i tre punti nella innevata Chorzow: missione compiuta grazie all’autogol di Seweryn Gancarczyk, nulla da fare per il rientrante Jerzy Dudek. La Slovacchia è riuscita così a difendere i due punti di vantaggio nei confronti della Slovenia, con la Polonia relegata in quinta posizione.

Dudek superato
Il Ct ad interim della Polonia Stefan Majewski si affida tra i pali a Dudek, assente dal 2006, ma l’esperto portiere viene trafitto già al 3’ da una maldestro tentativo di Gancarczyk di rinviare un cross. Ireneusz Jeleń prova a guidare la replica della Polonia, ma Jan Mucha – ex portiere del Legia Warszawa – è impeccabile e anche fortunato quando Mariusz Lewandowski centra la traversa.

Vittoria storica
La Polonia prova in tutti i modi a riequilibrare la gara nonostante sia fuori dal discorso qualificazione, ma la retroguardia slovacca regge e al 65’ sfiora il raddoppio in contropiede: Marek Hamsik serve Ján Kozák che perde il duello a tu per tu con il 36enne Dudek. L’errore non ha tuttavia rovinato la festa dei giocatori slovacchi al momento del fischio finale per la qualificazione diretta per il Sudafrica.

In alto