Dalla Serie A alla nazionale spagnola

Callejón, che ha già disputato quattro partite in nazionale, ha debuttato con la Spagna tre anni fa mentre già giocava nel Napolo, mentre Suso e Luis Alberto possono esordire nell'amichevole contro il Costa Rica.

©Getty Images

Considerando i principali cinque campionati nazionali europei secondo il ranking UEFA, l'Italia è il paese in cui si segna di più, con una media realizzativa di 2,92 gol a partita.

A giovarne sono tutti i giocatori offensivi che giocano in Serie A, che possono mettere in mostra le proprie qualità e la propria vena realizzativa, e in particolare tre calciatori spagnoli che si sono conquistati la convocazione in nazionale con la possibilità di conquistare un posto per la fase finale della Coppa del Mondo 2018 in Russia.

Stiamo parlando di José Callejón del SSC Napoli, di Suso dell'AC Milan e di Luis Alberto della SS Lazio, con questi ultimi due che potrebbero esodire nella Spagna nell'amichevole contro il Costa Rica.

Callejon è il miglior realizzatore spagnolo della storia della Serie A
Callejon è il miglior realizzatore spagnolo della storia della Serie A©AFP/Getty Images

JOSÉ CALLEJÓN, 30 ANNI

Squadra: Napoli
Stagioni: cinque
Partite giocate in Serie A: 162
Gol segnati in Serie A: 52
Partite giocate con la Spagna: 4

Giunto a Napoli dal Real Madrid nella stagione 2013/14, Callejón segna 15 gol nella sua prima stagione Serie A e 11 gol nella stagione successiva. Prestazioni che convincono l'allora Ct spagnolo Vicente del Bosque a convocarlo in nazionale, con cui debutta il 15 novembre 2014. Julen Lopetegui lo convoca nuovamente dopo quasi due anni di assenza, nel novembre 2016, convocandolo successivamente solo un mese fa per giocare contro Israele. Ora, per la prima volta nella sua carriera, Callejón è stato chiamato in nazionale per la seconda volta successiva.

L'attaccante del Napoli è il miglior realizzatore spagnolo della Serie A con 52 gol, uno in più di Luis Suárez (Pallone d'Oro nel 1960), e dal 2013 non ha giocato solo due partite del campionato italiano. "E' il migliore al mondo nel suo ruolo. Più lo alleno e più mi rendo conto della sua importanza", ha detto di lui Maurizio Sarri.

SUSO, 23 ANNI

Squadra: Milan, (Genoa in prestito nel 2015/16)
Stagioni: cinque
Partite giocate in Serie A: 71 (52 con il Milan; 19 con il Genoa)
Gol segnati in Serie A: 18 (12 con il Milan; 6 con il Genoa)
Trofei con la Spagna nelle categorie giovanili: Campionato Europeo UEFA Under 19 2012

Cresciuto nel Cádiz, si trasferisce ancora molto giovane al Liverpool, dove disputa 14 partite in Premier League nel 2012/13. Dopo una stagione in prestito all'Almería (2013/14, 33 partite e tre gol), viene ceduto al Milan nel gennaio 2015.

Dopo due stagioni senza brillare, viene ceduto in prestito per sei mesi al Genoa nel corso della stagione 2015/16, dove realizza 6 gol in 19 partite. Torna al Milan e nel 2016/17 gioca 45 partite segnando 12 gol e fornendo parecchi assist ai compagni. "Lo conosciamo bene fin dalle categorie inferioni. Ha grande talento", ha dichiarato Julen Lopetegui su Suso, ai tempi della Nazionale Under 21.

LUIS ALBERTO, 25 ANNI

Squadra: Lazio
Stagioni: due
Partite giocate in Serie A: 20
Gol segnati in Serie A: 4

Come Suso, Luis Alberto ha faticato per emergere ai massimi livelli. Dal settore giovanile del Siviglia, con cui ha giocato nella Liga, dopo essere passato dal Barcellona B firma per il Liverpool, ma in seguito viene ceduto a Málaga e Deportivo. Solo con il suo passaggio alla Lazio nella stagione 2016/17 inizia il percorso verso la sua prima convocazione con la Spagna.

Dopo una prima stagione interlocutoria in Biancoceleste, nel 2017/18 colleziona 11 presenze e tre gol finora, fornendo un contributo importante alla squadra di Simone Inzaghi. Ora, così come Suso, Luis Alberto spera di indossare la maglia della nazionale maggiore spagnola per la prima volta in carriera.

In alto