L'Italia mette già la Spagna nel mirino

Dopo il largo successo a Udine contro il Lichtenstein, gli Azzurri rivolgono la mente alla sfida con le Furie Rosse. "Con una voglia esagerata rischiamo di andare fuori giri" avverte Ventura; Insigne: al Bernabéu "non sarà facile".

©Getty Images

Sulla vittoria contro il Liechtenstein, pochi avevano dubbi. A Udine l'Italia ha fatto in pieno il suo dovere, vincendo in goleada e chiudendo con la porta inviolata. Ora, la testa di Giampiero Ventura e dei suoi ragazzi è già rivolta alla grande sfida di settembre a Madrid contro la Spagna, decisiva per il primato nel Gruppo G. "Sappiamo quello che ci aspetta", assicura Lorenzo Insigne, autore del gol del vantaggio.

Giampiero Ventura, allenatore Italia
E' stato utile il primo tempo, perchè con la voglia di strafare non fai, se noi arriviamo alla partita con la Spagna con una voglia esagerata rischiamo di andare fuori giri. Il problema non era creare occasioni, ma il come le creavi, nella ripresa le occasioni sono arrivate dopo manovre corali. All'intervallo ho solo chiesto un minimo di fraseggio e ragionamento e ci siamo espressi molto meglio.

Lorenzo Insigne, attaccante Italia
All'inizio siamo partiti con la voglia giusta, ma con troppa foga di fare gol. L'importante era sbloccarla, poi nella ripresa siamo riusciti a giocare meglio. Sono contento di aver fatto un gran gol e di aver aperto la strada a un buon primo tempo.
Al Bernabeu non sarà una partita facile, affrontiamo una squadra fortissima e sappiamo quello che ci aspetta. Si deve vincere di squadra, loro sono palleggiatori, dovremmo cercare di metterli in difficoltà sulle fasce. Sono orgoglioso del numero 10, l'hanno portato grandissimi campioni, farò di tutto per onorare questa scelta.

Federico Bernardeschi, attaccante Italia
Abbiamo fatto una buonissima partita anche nel primo tempo, solo il gol è arrivato tardi. Noi che siamo entrati dalla panchina abbiamo dato più freschezza e lucidità è normale visto che eravamo meno provati. La Spagna di certo è uno stimolo, quando sai di dover affrontare una grandissima squadra gli stimoli aumentano. L'Italia deve fare quello che sa fare, produrre gioco e fare quello che sappiamo così potremmo giocarcela con tutti.

Lorenzo Pellegrini, centrocampista Italia
Ho dato tutto quello che avevo, ho cercato di fare tutto quello che mi era stato chiesto. L'importante era vincere e abbiamo giocato come dovevamo. De Rossi, mi ha aiutato tantissimo, con uno sguardo o con una parola mi ha dato sicurezza. Non ho mai nascosto che è uno dei miei punti di riferimento.

Manolo Gabbiadini, attaccante Italia
Tutti hanno voglia di mettersi in mostra, c'è grande disponibilità e questo è importante per ottenere obiettivi importanti. Dobbiamo vincere tutte le partite, alla fine vedremo cosa accadrà. Credo che in Spagna potremmo farcela, siamo l'Italia, non una squadra qualunque.

In alto