Ventura lancia Donnarumma contro l'Uruguay

In vista dell'amichevole contro la Celeste, il Ct ha preannunciato che sarà il numero uno del Milan il titolare, aggiungendo: "Sarà una sfida importante contro un'avversaria ostica; un test per capire chi siamo".

©Getty Images

Partiamo dalle certezze: nell'amichevole contro l'Uruguay a Nizza tra i pali della porta dell'Italia si piazzerà un Gianluigi. Non Buffon, però. Giampiero Ventura ha infatti confermato che il titolare contro la Celeste sarà Donnarumma.

Il Ct azzurro lo ha dichiarato nella conferenza stampa della vigilia: "E' un giocatore di grandissima qualità e noi stiamo lavorando per costruire. Quando si avvicina la fine di un ciclo per un calciatore, deve essercene uno subito dietro che possa raccoglierne l'eredità. Buffon si avvia verso il finale di carriera, è evidente dal punto di vista fisiologico".

Una vera e propria investitura, dunque, quella di Ventura, che considera importante l'amichevole contro la Celeste: "Sarà una verifica importante contro una squadra ostica. Quando l'arbitro fischia l'inizio l'Uruguay non guarda in faccia nessuno, è nel suo dna. Questa partita ci dirà chi siamo in questo momento e che cosa potremo diventare in futuro".  

Un futuro che dovrebbe portare gli Azzurri verso la Coppa del Mondo FIFA, Spagna permettendo. Gli Azzurri sono appaiati alle Furie Rosse in vetta al Gruppo G delle Qualificazioni Europee, ma vantano una peggior differenza reti rispetto agli iberici. 

"Tutti i giocatori di questo gruppo vogliono andare a misurarsi contro la Spagna [a settembre], con la consapevolezza e la convinzione di avere le potenzialità per fare qualcosa di importante". 

Prima però c'è da preparare al meglio il doppio impegno contro Uruguay e Liechtenstein. "Ho visto grande voglia di fare le cose insieme e di giocare questa partita - ha sottolineato il Ct -. In questo periodo serve attenzione. I rischi sono legati alla condizione fisica e la scelta di rinunciare a Verratti va in questa direzione. La sfida del 2 settembre sarà praticamente decisiva e non volevo rischiare di non averlo a disposizione".

Il Ct tocca anche il tema Mario Balotelli, non convocato sebbene l'amichevole si giochi a Nizza, città nel quale l'attaccante ha disputato da protagonista la stagione 2016/17. "Forse avrebbe portato gente allo stadio, visto che ha fatto un buon campionato. Ma la questione con Balotelli non è di natura tecnica. Ho avuto con lui un lungo e piacevole colloquio e deve capire che cosa vogliamo di lui. Balotelli deve essere un punto di riferimento e nell'anno del Mondiale la scelta è sua".  

In alto