Éder e Bonucci, l’Italia sbanca Amsterdam

Nell’amichevole in casa dell’Olanda, gli Azzurri vincono 2-1 in rimonta e confermano la tradizione positiva contro gli Oranje: segnano Éder e Bonucci, dopo l’autogol di Romagnoli.

©AFP/Getty Images

Dopo la vittoria con l’Albania, l’Italia si ripete contro l’Olanda. Gli Azzurri vincono 2-1 in rimonta all’Amsterdam ArenA, in un’amichevole che offre ottimi spunti e indicazioni a Giampiero Ventura: Éder e Leonardo Bonucci firmano la riscossa, dopo lo sfortunato autogol di Alessio Romagnoli.

L’Italia conquista il settimo risultato utile con il nuovo Ct, in una serata in cui va registrata la “prima” in Azzurro di quattro giocatori: Roberto Gagliardini, Leonardo Spinazzola, Danilo D'Ambrosio e Simone Verdi. Un’iniezione di fiducia importante in vista della grande sfida di Madrid del 2 settembre contro la Spagna, decisiva per la qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA 2018.

Gli Azzurri si fanno subito notare con Éder, ma il sinistro da fuori area dell’attaccante dell’Inter è impreciso. Dopo dieci minuti, però, gli Oranje sono già avanti. Quincy Promes scambia con Davy Klaassen, sul centro dell’attaccante dello Spartak Mosca deviano prima Bonucci e poi Romagnoli e il pallone termina alle spalle di Gianluigi Donnarumma.

La squadra di Ventura ha il merito di reagire immediatamente, dopo nemmeno un giro di lancette. Wesley Hoedt allontana male d testa, il pallone termina a Éder che con un fantastico destro di controbalzo non dà scampo a Jeroen Zoet, portiere del PSV Eindhoven.

I tulipani non ci stanno e un colpo di testa di Bruno Martins Indi, che sovrasta Romagnoli, colpisce la parte superiore della traversa. L’Italia però, sorniona, colpisce di nuovo. Sugli sviluppi di un angolo, Parolo costringe a un miracolo Zoet, che però non può nulla sul sinistro sotto misura di Bonucci.

L’Olanda ci prova con Promes, che spedisce alto, mentre Ventura perde per infortunio Daniele De Rossi, alla presenza numero 112 e capitano visto il turno di riposo concesso a Gianluigi Buffon: al posto del centrocampista della Roma entra Gagliardini, all’esordio in nazionale.

Nella ripresa cambia anche Fred Grim, promosso in nazionale maggiore dopo l’esonero di Danny Blind: Kevin Strootman lascia il posto alla promessa Tonny Vilhena. Ventura risponde gettando nella mischia il “Gallo” Andrea Belotti, che fa rifiatare Ciro Immobile.

Donnarumma, diventato all’Amsterdam ArenA il più giovane portiere titolare dell’Italia nella storia, salva la sua porta su Promes, servito da Memphis Depay dopo un brutto errore di Bonucci. Ventura regala la gioia dell’esordio anche a Spinazzola, che rimpiazza Davide Zappacosta.

Donnarumma blocca senza problemi anche una punizione di Depay, poi anche Andrea Petagna può festeggiare la prima partita in Azzurro subentrando a Éder. La nazionale prova a chiudere la partita, ma Zoet dice di no prima a Belotti e poi a Spinazzola, che si vede negare la gioia del gol da un grande intervento del portiere.

Il pubblico olandese applaude l’ingresso in campo di Wesley Sneijder ed è proprio il fantasista del Galatasaray, ex Real Madrid e Inter, a esaltare in due circostanze i riflessi di Donnarumma. Vanno registrati anche gli esordi di D'Ambrosio e Verdi, l’ultimo brivido lo crea Bonucci che rischia l’autorete sul tiro di Vilhena.

Finisce 2-1, l’Italia si gode una vittoria di prestigio, su un campo non semplice e con tanti esordi.

In alto