Una delle più belle serate della Bulgaria: Parigi 1993

Petar Hubchev e Didier Deschamps si sono affrontati da calciatori nella celebre serata del novembre 1993 che ha regalato la qualificazione alla Bulgaria, e venerdì si ritroveranno da avversari nella sfida delle Qualificazioni Europee a Parigi.

©Getty Images

Venerdì la nazionale della Bulgaria tornerà in una città che ben 23 anni fa l'ha vista protagonista di una delle più belle e indimenticabili serate della sua storia.

Il 17 novembre 1993 la Bulgaria aveva bisogno di un miracolo per raggiungere la Coppa del Mondo FIFA del 1994 nella sfida di Parigi contro la Francia. Con l'obbligo di vincere e sotto per 1-0 dopo la rete di Eric Cantona, la qualificazione sembrava ormai compromessa... almeno fino al pareggio di Emil Kostadinov nel primo tempo.

Gli ospiti dovevano fare ancora un secondo gol e così proprio nel minuto finale il terzino destro della Bulgaria, Emil Kremenliev, intercetta un cross di David Ginola. Quel che accade nei dieci secondo dopo, entra nella storia calcistica della Bulgaria. Kostadinov segna il gol vittoria e la Bulgaria inizia il cammino sino alla semifinale della fase finale del Mondiale americano.

Il neo allenatore della Bulgaria, Petar Hubchev, e il Ct di lungo corso della Francia, Didier Deschamps, hanno giocato entrambi quell'indimenticabile partita, e venerdì si troveranno nuovamente di fronte in occasione della gara delle Qualificazioni Europee allo Stade de France.

Il bulgaro Hristo Stoichkov festeggia a Parigi
Il bulgaro Hristo Stoichkov festeggia a Parigi©Getty Images

"Non è né il momento né il posto per fare paragoni col 1993", ha detto Hubchev. "Tutto è diverso. La cosa più importante è non dimostrare paura. Tutto è possibile nel calcio e noi dobbiamo giocare a testa alta. Sono sicuro che la Francia non ci sottovaluterà. Vedo il fuoco negli occhi dei giocatori. La speranza c'è, ma rimango con i piedi per terra".

Hubchev è sulla panchina della Bulgaria da una settimana appena, ovvero da quando Ivaylo Petev ha lasciato la naziona per la Dynamo Kyiv.

"Questo cambio arriva nel momento peggiore possibile per via delle importanti partite delle qualificazioni contro Francia e Svezia [lunedì]. Non voglio essere negativo, ma non voglio nemmeno fare promesse. Voglio solo che i giocatori siano amici e diano il massimo in campo. Devono capire la sacralità dell'indossare la maglia della nazionale".

I tifosi della Bulgaria alla ricerca di segnali positivi in vista della partita contro la Francia possono guardare alla convocazione all'ultimo minuto del centrocampista del Levski Sofia che di cognome fa Kostantinov, ma di nome Georgi.

©Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
In alto