Fermo immagine: Bierhoff decide EURO '96

Mentre la Germania si prepara per la sfida di sabato contro la Repubblica Ceca, riviviamo la finale di EURO '96, risolta da un attaccante convocato solo all'ultimo momento. Che cosa fanno oggi i protagonisti di quella partita?

©Getty Images

Una delle decisioni più importanti di Berti Vogts per EURO '96 è stata presa a Venezia, a bordo di una gondola. Il Ct della Germania, in vacanza, pensava ad alta voce al quarto attaccante da convocare per il torneo. "Porta Oliver Bierhoff - gli ha suggerito la moglie, forse annoiata -, non ti deluderà". E così è stato: Bierhoff è entrato dalla panchina in finale e ha firmato il pareggio contro la Repubblica Ceca, segnando anche il golden gol decisivo.

1 Oliver Bierhoff
L'attaccante è entrato nel secondo tempo e ha segnato dopo quattro minuti, ripetendosi al 5' dei supplementari e regalando il titolo europeo alla sua nazione. Dopo il torneo è passato all'AC Milan e ha partecipato alla Coppa del Mondo FIFA 2002, chiudendo con 70 presenze e 37 gol in nazionale. Oggi è funzionario della Federcalcio tedesca (DFB).

2 Petr Kouba
A EURO '96, Kouba è stato protagonista in semifinale parando un calcio di rigore decisivo al francese Reynald Pedros. Dopo EURO '96 ha lasciato lo Sparta Praga per il Deportivo La Coruña, ma ha dovuto concludere prematuramente la carriera per una serie di infortuni. Oggi è l'allenatore dei portieri della Repubblica Ceca Under 21.

3 Karel Rada
Rada è entrato tardi in scena a EURO '96, debuttando in semifinale e trasformando un calcio di rigore. Dopo aver giocato la finale, si è trasferito in Germania all'Eintracht Frankfurt, concludendo una carriera che lo aveva visto indossare la maglia di Dukla Praga, Sigma Olomouc, Trabzonspor e Slavia Praha. Oggi ha 45 anni e allena la Repubblica Ceca femminile Under 17.

Michal Kadlec supera il padre
Michal Kadlec supera il padre©AFP/Getty Images

4 Miroslav Kadlec
Nel 1996, Kadlec era già da sei anni al Kaiserslautern, con cui ha vinto due campionati. Capitano della Repubblica Ceca a EURO '96, ha collezionato l'ultima delle 64 presenze in nazionale l'anno successivo. A livello di club si è ritirato nel 2002, a 37 anni. Oggi lavora in un'agenzia sportiva.

5 Markus Babbel
Babbel, che aveva appena vinto la Coppa UEFA con il Bayern, ha avuto una possibilità a EURO '96 in seguito all'infortunio di Jürgen Kohler nella prima partita. Il difensore ha collezionato la 51esima presenza a UEFA EURO 2000 e si è ritirato dalla nazionale. Quindi è passato al Liverpool, con cui ha vinto la Coppa UEFA. Benché gli fosse stata diagnosticata la sindrome di Guillain-Barré, è guarito e ha giocato nel Blackburn e allo Stoccarda, con cui ha vinto la Bundesliga e ha iniziato la carriera da allenatore. Oggi è alla terza stagione sulla panchina del Lucerna (Svizzera).

See Poborský’s EURO ‘96 lob
See Poborský’s EURO ‘96 lob

6 Marco Bode
Bode, convocato all'ultimo per sostituire diversi assenti, è stato inserito in finale contro la Repubblica Ceca. Il giocatore ha segnato 101 gol in 13 stagioni con il Werder Brema e ha collezionato 40 presenze nella Germania. L'ultima sua partita è stata la finale dei mondiali del 2002 persa 2-0 contro il Brasile. Oggi fa il reporter televisivo.

7 Michal Horňák
Horňák era il prototipo del terzino destro moderno, che non esita a spingersi in attacco per servire cross su cross. Ha vinto 10 campionati con lo Sparta Praga, rifiutando offerte da Spagna e Austria e diventando uno dei giocatori più decorati nel massimo campionato ceco. Oggi allena le giovanili dello Sparta.

8 Jürgen Klinsmann
EURO '96 è stato forse l'apice della carriera di Klinsmann, che aveva già trionfato nel 1990 e ha chiuso con 47 gol e 108 presenze in nazionale. Con Lothar Matthäus infortunato, è stato nominato capitano e ha segnato tre gol, giocando la finale nonostante un infortunio al polpaccio. L'ex interista ha segnato in tutti e sei i tornei internazionali ai quali ha partecipato ed è poi diventato Ct della Germania, conquistando il terzo posto ai mondiali del 2006. Dal 2011 allena gli Stati Uniti.

Kouba, Kadlec, Rada e Horňák si ritrovano spesso con la Repubblica Ceca 96, squadra di beneficienza che raccoglie fondi per ex giocatori in difficoltà. A maggio 2015 hanno affrontato la Germania 96. La partita, molto più aperta e un po' più lenta, è stata vinta 6-3 dai cechi.

Horňák (No15), Kadlec (secondo da sin., fila in basso), Rada (secondo da sin., fila in alto), Kouba (quarto da destra, fila in alto) con la Repubblica Ceca 96
Horňák (No15), Kadlec (secondo da sin., fila in basso), Rada (secondo da sin., fila in alto), Kouba (quarto da destra, fila in alto) con la Repubblica Ceca 96©Ondřej Zlámal

Contenuti simili

Fermo immagine: Shevchenko riporta indietro l'orologio
Fermo immagine: la Turchia risorge dal nulla

Fermo immagine: il giorno memorabile della Grecia
Fermo immagine: trionfo per Deschamps e la Francia
Fermo immagine: Gazza accende EURO '96
Fermo immagine: la Danimarca sconvolge EURO
Fermo immagine: l'Irlanda sorprende l'Inghilterra
Fermo immagine: agonia Arconada, estasi Francia

Fermo immagine: la Germania vince nel 1980

Fermo immagine: il primo titolo europeo della Germania
Fermo immagine: Facchetti e l'Italia sul tetto d'Europa
Fermo immagine: la Spagna trionfa nel 1964
Fermo immagine: l'URSS si aggiudica EURO 1960

In alto