Ventura: "La Spagna è cambiata"

Dopo il buon esordio contro Israele, l'Italia si prepara ad affrontare la nuova Spagna di Julen Lopetegui: "E' una squadra completamente diversa da quella vista a EURO 2016; sarà una sfida importante ma non decisiva".

Giampiero Ventura
Giampiero Ventura ©Getty Images

La strada è lunga per la Coppa del Mondo in Russia del 2018. Lo sa bene il Ct dell'Italia Giampiero Ventura che definisce la prestigiosa sfida di giovedì allo Juventus Stadium contro la Spagna "importante ma non decisiva". 

"Certamente è un match particolare perchè affrontiamo la miglior squadra del girone, - ha spiegato il Ct azzurro in conferenza stampa -. Non c'è dubbio che sarà una gara importante, ma ne rimangono ancora tante altre. Quando vengo a sapere che non perdono una gara di qualificazione da 23 anni, capisco che affrontiamo una vera big. Ci troveremo di fronte una squadra completamente diversa da quella vista all'ultimo Europeo".

Highlights: Israele - Italia 1-3
Highlights: Israele - Italia 1-3

 

Un match indubbiamente più complicato di quello di qualche settimana fa in Israele. Ma, come spiega Ventura, "avremo una squadra più tonica. L'unica differenza rispetto al mese scorso è che, in quell'occasione, prima abbiamo giocato un'amichevole, mentre qui abbiamo due partite da tre punti [la successiva contro la Macedonia] e c'è meno tempo per il recupero".

Sul capitolo giovani, il Ct vede un futuro roseo per la nostra nazionale: "Ci sono un'infinità di ragazzi che stanno sbocciando, ma per sbocciare devono essere innaffiati. Questo significa che devono giocare nelle squadre di club e poi in nazionale. Questo è l'obiettivo, portare avanti un percorso già iniziato da Antonio Conte che permetterà di avere forze nuove per il Mondiale".

Inevitabile non parlare anche di Mario Balotelli: "Ribadisco che le sue qualità non si possono discutere. Noi continuiamo a monitorare tutti e non ci sono preclusioni per nessuno. È stato pre-convocato perché è tornato a giocare e a segnare, se queste sono le premesse va bene così. La pre-convocazione è solo un segnale che non ci sono preclusioni per nessuno".

La doppietta di Balotelli contro la Germania
La doppietta di Balotelli contro la Germania
In alto