Spagna scatenata, vittorie per Italia e Galles

La Spagna segna ben otto gol contro il Liechtenstein mentre l'Italia passa non senza difficoltà in Israele; vittorie anche per Galles e Austria.

La Spagna ha segnato 8 gol contro il Liechtenstein
La Spagna ha segnato 8 gol contro il Liechtenstein ©AFP/Getty Images
  • La Spagna rifila otto reti al Liechtenstein, mentre l’Italia vince in dieci uomini in Israele
  • Gareth Bale segna una doppietta nel successo del Galles, l’Austria si impone in Georgia
  • Il Kosovo ottiene un pareggio in Finlandia nell’esordio assoluto e tutte le tre gare del Gruppo I terminano sull’1-1
  • L’Irlanda pareggia in Serbia, mentre l'Albania batte l'ERJ Macedonia in una gara che era stata interrotta per il tempo
  • Tutti i risultati finora
  • Prossime partite in questo gruppo: giovedì 6 ottobre
  • Qualificazioni di martedì

Gruppo D
Georgia - Austria 1-2
L'Austria resiste al tentativo di rimonta della Georgia e conquista i suoi primi tre punti. Martin Hinteregger sfrutta con un perfetto colpo di testa la punizione di David Alaba al 16'. Prima dell'intervallo il raddoppio porta la firma di Mark Janko. Valeri Kaziashvili colpisce il palo per i padroni di casa prima dello spettacolare gol del georgiano Jano Ananidze che regala ai suoi 12 minuti finali vibranti.

Galles - Moldavia 4-0
I semifinalisti di UEFA EURO 2016, desiderosi di ripartecipare alla fase finale di un Mondiale FIFA dopo 60 anni, partono con il piede giusto. Apre le marcature Sam Vokes, sigla il bis Joe Allen alla sua prima rete di sempre con la maglia gallese; infine, la doppia ciliegina sulla torta del fuoriclasse Gareth Bale fa calare il sipario sul match.

Serbia - Repubblica d'Irlanda 2-2
Sotto di un gol dopo appena tre minuti, la Serbia rimonta gli ospiti ma viene riacciuffata nel finale. A Belgrado, il tiro deviato di Jeff Hendrick vale l'1-0 per la formazione irlandese. La Serbia risponde prima con Filip Kostić, poi con Dušan Tadić su calcio di rigore. Ma l'Irlanda non demorde e riequilibra il match all'81' con Murphy.

Gruppo G
Israele - Italia 1-3
L’Italia inizia con una preziosa vittoria in trasferta il suo cammino nelle qualificazioni. Sul campo di Israele, gli Azzurri di Giampiero Ventura passano con un sofferto ma convincente 3-1. Segnano Graziano Pellè, Antonio Candreva (rigore) e Ciro Immobile, che in inferiorità numerica mette al sicuro il risultato.

Spagna - Liechtenstein 8-0
Avanti 1-0 all'intervallo con Diego Costa, la furia spagnola si abbatte nella ripresa con ben quattro reti tra il 55' e il 66': i gol a raffica di Sergi Roberto, David Silva, Vitolo e ancora di Costa. Ma non è finita perchè c'è ancora tempo per la doppietta di Álvaro Morata (82' e 83'), prima del gol conclusivo di Silva.

Albania - ERJ Macedonia 2-1
Bekim Balaj entra dalla panchina e segna il gol della vittoria all'89' in una gara completata martedì dopo che quella del giorno prima era stata sospesa a 15 minuti dal termine a causa delle avverse condizioni atmosferiche. L'Albania era passata in vantaggio con Armando Sadiku, la reazione ospite puntuale al 51' con Egzijan Alioski.

Gruppo I
Finlandia - Kosovo 1-1
Il Kosovo conquista il suo primo punto in un match ufficiale. Leart colpisce la traversa dalla distanza ma è la Finalndia a sbloccare il punteggio con Paulus Arajuuri al 18' sugli sviluppi di un corner. Tuttavia, l'ex nazionale norvegese Valon Berisha segna uno storico gol per il Kosovo dal dischetto. Le due squadre si accontentano di un punto.

Croazia - Turchia 1-1
La Turchia si prende una piccola rivincita dopo la sconfitta subita a UEFA EURO 2016 contro la Croazia strappando un punto a Zagabria. Sia Mario Mandžukić che Marko Pjaca colpiscono due volte i legni nel primo tempo prima del meritato vantaggio di Ivan Rakitić su rigore. Ma il gol di Hakan Çalhanoğlu salva inaspettatamente gli ospiti.

Ucraina - Islanda 1-1
Finisce con un pareggio la prima gara ufficiale di Ucraina e Islanda con i rispettivi nuovi Ct in panchina. E’ la nazionale islandese, squadra rivelazione di UEFA EURO 2016 con il suo cammino fino ai quarti di finale e ora guidata da Heimir Hallgrímsson, a passare in vantaggio dopo solo sei minuti grazie alla rete di Alfred Finnbogason. Andriy Yarmolenko pareggia i conti poco prima dell’intervallo e l’Ucraina ha anche la grande occasione di ottenere una vittoria nella prima gara sotto la guida di Andriy Shevchenko, ma il rigore calciato da Yevhen Konopylanka all’83’ si stampa sul legno della porta avversaria.

In alto