Ventura: "Non potevo chiedere di più"

Il nuovo Ct non fa drammi dopo il ko nell'amichevole contro la Francia: l'Italia "farà una prestazione importante" contro Israele, promette. Chiellini fa autocritica per gli errori, Donnarumma al settimo cielo per l'esordio.

©AFP/Getty Images

E’ già proiettato sul futuro, Giampiero Ventura. L’Italia è stata sconfitta 3-1 in amichevole dalla Francia, nella partita che segnava l’esordio del nuovo Ct dopo aver raccolto l’eredità di Antonio Conte. Il ko di Bari non può ovviamente rendere felice l’allenatore ligure, che però ammette che “non era possibile chiedere di più” agli Azzurri, che sicuramente saranno in grado di “fare una prestazione importante” lunedì in Israele, nell’esordio nelle qualificazioni ai Mondiali FIFA. Giorgio Chiellini, nel post-partita del San Nicola, fa autocritica per gli errori difensivi commessi, mentre Gianluigi Donnarumma si gode un esordio da record.

Giampiero Ventura, allenatore Italia

Dico che sono soddisfatto perché dopo tre giorni non potevo pretendere di più. Abbiamo preso i primi due gol in maniera assolutamente evitabile, ma quello che era importante oggi era riprendere un discorso interrotto, un discorso di partecipazione, di disponibilità e anche di gioco: direi che in alcuni momenti lo abbiamo fatto. In tre giorni sono più che soddisfatto, anche se chiaramente non posso essere soddisfatto del risultato, questo è evidente.

La differenza fisica si vedeva anche in campo, soprattutto nell’ultima parte di partita. Però ripeto, credo che con questa disponibilità il tempo darà delle risposte.
Andremo ad analizzare questa partita e si vedranno abbastanza evidenti alcune cose che potevamo evitare di fare. Già eliminando alcune di queste cose, il passaggio a una prestazione decisamente migliore non sarà difficile.

[All’esordio nelle qualificazioni mondiali] mancano quattro giorni, ma Israele con tutto il rispetto non è la Francia e credo che in questi quattro giorni, andando ad analizzare la partita, saremo in grado di fare una prestazione importante. Di questo ne sono assolutamente convinto.

L'Italia festeggia il momentaneo gol del pari di Pellé
L'Italia festeggia il momentaneo gol del pari di Pellé©AFP/Getty Images

Gianluigi Donnarumma, portiere Italia
Per me è stata un’emozione indescrivibile, stupenda. Ringrazio il mister Ventura dell’opportunità che mi ha dato, dell’esordio che mi ha fatto fare. Sono emozionantissimo. Pogba mi ha fatto i complimenti e mi ha detto che era felice di vedermi qui. Anch’io gli ho fatto i complimenti per quello che sta facendo.

Se potevo far meglio sul gol di [Layvin] Kurzawa? Non lo so, lo vedremo con il mister.
Negli spogliatoi [Gianluigi] Buffon mi ha detto di restare tranquillo, di fare quello che so fare e divertirmi. Inizia un nuovo ciclo, ci stiamo preparando e allenando bene. Ci stiamo mettendo a disposizione del mister, tra quattro giorni andremo in Israele e cercheremo di fare bene.

Difesa azzurra da sistemare in pochi giorni
Difesa azzurra da sistemare in pochi giorni©Getty Images

Giorgio Chiellini, difensore Italia
So di avere colpe su due gol, si poteva far meglio. Oggi non era facile, abbiamo provato a giocare ma occorrerà maggiore attenzione. Sul gol di [Olivier] Giroud non ho fatto in tempo a girarmi, dovevo leggere in anticipo la situazione, era una seconda palla. Potevo far meglio io come un po’ tutti, del resto.

[Giampiero] Ventura ci ha fatto un'ottima impressione e ha avuto un buonissimo impatto sul gruppo. La speranza è di continuare bene e non bisogna perdere quanto creato negli ultimi due anni e soprattutto negli ultimi cinquanta giorni insieme. Le trame offensive sono buone, bisogna velocizzare un po’ i tempi, le idee le stiamo raccogliendo, basta solamente un po' di compattezza e solidità in più di squadra che arriverà in modo naturale giocando.

In alto