Romania, Iordănescu per la terza volta

Dopo le dimissioni di Victor Piţurcă, Anghel Iordănescu è stato nominato commissario tecnico della Romania per la terza volta. Il neo allenatore manterrà il suo ruolo di direttore tecnico della nazionale.

Anghel Iordănescu è stato nominato per la terza volta commissario tecnico della Romania dopo la partenza di Victor Pițurcă.

Dopo un inizio convincente nelle qualificazioni UEFA EURO 2016, all'inizio del mese Pițurcă e il suo staff tecnico hanno deciso di dimettersi per prendere la guida della squadra saudita dell'Al-Ittihad. Il comitato esecutivo della federcalcio rumena (FRF) ha approvato il contratto di un anno a Iordănescu. Il tecnico sarà coadiuvato dall'allenatore della nazionale Under 21, Viorel Moldovan, dall'ex allenatore dell'FC Astra Giurgiu, Daniel Isăilă, e da Ionuț Badea.

Anche se il presidente della FRF Răzvan Burleanu ha ammesso di non essere riuscito a ingaggiare Mircea Lucescu dell'FC Shakhtar Donetsk, il neo-ct ha spiegato: "Il nuovo staff tecnico è preparato, completo e unito"

Iordănescu ha aggiunto: "Non ho mai avuto l'intenzione di diventare ancora una volta allenatore della Romania e devo ammettere di aver rifiutato la prima richiesta da parte del presidente. Ho detto sì solo alla seconda richiesta perchè ho compreso che il calcio rumeno e la nazionale rumena sono in una situazione molto particolare.

"Questa situazione richiede un allenatore con esperienza, specialmente perchè la partita contro l'Irlanda del Nord è cruciale in vista della qualificazione per EURO 2016. Il calcio mi ha dato tutto e ho l'occasione, in questa situzione speciale, di ricambiare quanto ricevuto".

Iordănescu, 64 anni, è direttore tecnico dell'FRF da dicembre, e continuerà a manterenere il ruolo. Ha guidato la Romania tra il 2002 e 2004 e dal 1993 al 1998, raggiungendo i quarti di finale della Coppa del Mondo FIFA e due qualificazioni del campionato più importante nel periodo di massimo splendore della nazionale, prima di essere sostituito da Pițurcă per il primo dei suoi tre periodi alla guida della nazionale maggiore.

Le esperienze più recenti di Iordănescu alla guida di un club sono state in Medio-Oriente. Il tecnico nel 2005 ha condotto anche la nuova squadra di Pițurcă, l'Al-Ittihad, alla vittoria dell'AFC Champions League. Nominato dalla FRF 'Allenatore del XX secolo', Iordănescu ha guidato anche la Grecia. A livello di club ha svolto il doppio ruolo di giocatore e secondo allenatore dell'FC Steaua București nella vittoria della Coppa dei Campioni del 1986, mentre nella vittoria della Supercoppa UEFA era già alla guida della squadra. Nel 1989 ha raggiunto la finale di Coppa dei Campioni e negli anni ha conquistato quattro titoli nazionali.

Ha indossato per 57 volte la maglia della nazionale, e ha passato quasi tutta la carriera come centrocampista dello Steaua. Dopo l'ultima esperienza da allenatore nel 2006, Iordănescu si è impegnato anche nella politica, ricoprendo il ruolo di senatore tra il 2008 e 2012. Torna alla guida della Romania che, con sette punti in tre partite, insegue l'Irlanda del Nord a 2 lunghezze di distanza nella corsa per un posto a UEFA EURO 2016. Il prossimo incontro delle qualificazioni del Gruppo F, sarà proprio contro l'Irlanda del Nord il 14 novembre a Bucarest . Per Iordănescu sarà l'86ma partita sulla panchina della Romania, appena a 10 presenze di distanza dal record nazionale di Pițurcă.

In alto