Campionato Europeo UEFA: le finali

Dalla prima finale nel 1960 a quella di Kiev nel 2012, passiamo in rassegna le precedenti 14 finali EURO. Sorprese, gol leggendari e emozioni fino all'ultimo secondo, mai mancati i colpi di scena.

From Marco van Basten to David Silva, watch classic goals from every UEFA European Championship final played since 1960.

1960: URSS – Jugoslavia 2-1 (dts)
Le parate di Lev Yashin e il gol-partita di Viktor Ponedelnik ai tempi supplementari regalano all'Unione Sovietica il successo per 2-1 a Parigi contro la Jugoslavia nonché la possibilità di sollevare per prima la Coppa Henri Delaunay. Arrivata in finale grazie a un'emozionante vittoria in rimonta per 5-4 contro la Francia in semifinale, la Jugoslavia è protagonista di un'altra gara entusiasmante in finale. La Jugoslavia passa in vantaggio con Milan Galić e solanto le prodezze di Yashin negano il raddoppio ai balcanici. Slava Metreveli firma il pareggio prima del gol decisivo di Ponedelnik, che iscrive il proprio nome nella storia sovietica. "Quel gol al 113' è stato il più importante della mia carriera”, ha dichiarato più tardi.

1964: Spagna – URSS 2-1
Contro l'Unione Sovietica campione in carica, la Spagna padrona di casa si impone 2-1 conquistando il suo primo trofeo importante. Davanti a uno stadio Santiago Bernabéu gremito e davanti agli occhi del Presidente Franco, i padroni di casa passano in vantaggio con Chus Pereda. L'URSS pareggia subito grazie a Galimzyan Khusainov, ma la Spagna allunga di nuovo con Marcelino Martínez su assist illuminante di Luis Suárez. "Eravamo davvero un bel gruppo – ha dichiarato più tardi Pereda -. Suárez era il direttore d'orchestra. E poi avevamo grandi calciatori del calibro di Amancio e Marcelino, un vero goleador. Era una squadra fantastica”.

©UEFA.com
©Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
©AFP
©Getty Images
In alto