Gli indimenticabili festival del gol

UEFA.com rivive gli incontri a più alto tasso di spettacolo ed emozioni nella storia del Campionato Europeo UEFA.

La Spagna esulta dopo il gol di Alfonso Pérez contro la Jugoslavia a UEFA EURO 2000
La Spagna esulta dopo il gol di Alfonso Pérez contro la Jugoslavia a UEFA EURO 2000 ©Getty Images

Anche se la prima edizione del Campionato Europeo UEFA è stata quella con più gol in assoluto, le successive non sono certamente state da meno. UEFA.com rivive alcuni incontri ad alto tasso di spettacolo ed emozioni nella storia del torneo.

Semifinale 1960: Francia - Jugoslavia 4-5
Eguagliare la partita inaugurale del torneo è stato quasi impossibile nei 52 anni successivi. Dopo il 2-1 per i transalpini prima dell'intervallo, nella ripresa si è assistito a una vera esplosione di gol. Altre due reti della Francia e un gol di Ante Žanetić al 55' portavano il risultato sul 4-2 a 15 minuti dal termine, ma la tripletta della Jugoslavia in cinque minuti rendeva l'incontro uno dei più indimenticabili in assoluto.

Semifinale 1976: Jugoslavia - Germania 2-4 (dts)
Sotto di due gol dopo mezz'ora, la Germania vedeva allontanarsi la possibilità di difendere il titolo europeo ma non abbassava la testa, pareggiando a otto minuti dal termine con Heinz Flohe e Dieter Müller. Quest'ultimo metteva a segno altri due gol negli ultimi sei minuti dei supplementari, portando la Germania Ovest in finale contro la Cecoslovacchia: non male come esordio per l'attaccante.

Fase a gironi 1996: Russia - Repubblica Ceca 3-3
In una gara dai mille ribaltamenti di fronte, la Repubblica Ceca rischiava di interrompere prematuramente l'avventura a EURO '96. Dopo aver segnato due gol nei primi 20 minuti, i cechi venivano recuperati prima dell'intervallo e passavano in svantaggio a cinque minuti dal termine, rischiando di cedere all'Italia la qualificazione nel Gruppo C. Ma il gol di Vladimír Šmicer a 2' dalla fine rimetteva tutto in discussione e dava inizio a un torneo memorabile per la squadra di Dušan Uhrin.

Fase a gironi 2000: Jugoslavia - Slovenia 3-3
Solo i più avventati avrebbero scommesso su un pareggio della Jugoslavia, che a 30 a minuti dal termine si trovava in svantaggio per 3-0 (doppietta di Zlatko Zahovič e gol di Miran Pavlin) e in 10 uomini per l'espulsione di Siniša Mihajlović. La squadra, però, pareggiava con tre gol al 67', 70' e 73' e metteva al sicuro il risultato grazie a un salvataggio sulla linea di Ivan Dudić all'ultimo minuto.

Fase a gironi 2000: Jugoslavia - Spagna 3-4
La Spagna di José Antonio Camacho, che per arrivare ai quarti doveva assolutamente vincere, sembrava arrendersi alla Jugoslavia, in vantaggio per 3-2 pur giocando in 10 uomini. Ma nei minuti di recupero, Gaizka Mendieta segnava su rigore e Alfonso Pérez siglava il quarto gol delle furie rosse, scatenando il pandemonio. La Jugoslavia, se non altro, poteva consolarsi avendo comunque centrato la qualificazione.

Quarti di finale 2000: Olanda - Jugoslavia 6-1
L'Olanda è stata l'unica squadra ad aver messo a segno sei gol al Campionato Europeo UEFA. Nonostante la tripletta di un Patrick Kluivert al massimo della forma e la doppietta di Marc Overmars, non si trattava però di una gara decisa dai singoli, perché la vittoria arriva grazie a una prestazione devastante di tutti gli 11 giocatori di Frank Rijkaard.

Fase a gironi 2004: Croazia - Inghilterra 2-4
Dopo aver realizzato due gol nella nella gara precedente contro la Svizzera, Wayne Rooney esplodeva in modo definitivo sulla scena europea. Passata in svantaggio, la squadra di Sven-Göran Eriksson rimontava con una doppietta di Rooney e un gol di Paul Scholes, mentre negli ultimi 20' entrambe le squadre andavano ancora a segno. Il nuovo prodigio inglese, però, aveva già segnato a sufficienza per assicurare alla sua squadra il primo passaggio della fase a gironi in territorio straniero.

In alto