UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Turchia-Italia 2-3, Cristante e doppietta Raspadori

Dopo la dolorosa sconfitta contro la Macedonia del Nord a Palermo, l'Italia torna a vincere in Turchia.

L'Italia esulta dopo il gol di Cristante
L'Italia esulta dopo il gol di Cristante Getty Images


In campo dopo la cocente delusione di Palermo contro la Macedonia del Nord, l’Italia si impone sul campo della Turchia grazie al gol di Bryan Cristante e alla doppietta di Giacomo Raspadori.

Roberto Mancini schiera Nicolò Zaniolo, Gianluca Scamacca e Raspadori nel tridente d'attacco, ma è la Turchia a passare in vantaggio al primo affondo dopo cinque minuti. Cengiz Ünder trova spazio a destra e beffa Gianluigi Donnarumma facendogli passare il pallone tra le gambe.

Scamacca prova subito a rispondere ma il suo colpo di tacco volante sul cross da sinistra di Cristiano Biraghi non centra il bersaglio. Gli Azzurri prendono in mano il pallino del gioco ma faticano a trovare spazi contro Merih Demiral e compagni.

Raspadori esulta con Chiellini
Raspadori esulta con ChielliniGetty Images

Il pareggio arriva però al 36’ con Cristante che incorna alla perfezione sul calcio di punizione dalla sinistra di Biraghi. Passano due minuti e arriva anche il raddoppio. Sandro Tonali recupera palla a centrocampo e innesca Raspadori. L’attaccante del Sassuolo scarta facile il suo controllore diretto e trafigge Altay Bayindir facendogli passare il pallone in mezzo alle gambe.

Allo scadere del primo tempo Donnarumma si riscatta sul gran tiro di Hakan Çalhanoğlu con una super parata che permette agli Azzurri di andare al riposo in vantaggio. La ripresa si apre con Mattia Zaccagni al posto di Zaniolo e con un'altra parata di Donnarumma su Çalhanoğlu, questa volta sulla punizione del suo ex compagno di squadra al Milan.

Highlights: Italia - Macedonia del Nord 0-1
Highlights: Italia - Macedonia del Nord 0-1

Il portiere azzurro sventa anche su Salih Özcan. La Turchia prova a pressare ma l'Italia risponde bene e trova il tris ancora con Raspadori: questa volta l'attaccante del Sassuolo capitalizza la sponda aerea di Biraghi e insacca con un rasoterra di prima intenzione.

Mancini inserisce Alessandro Bastoni, Stefano Sensi e Manuel Locatelli. La Turchia accorcia però le distanze con Serdar Dursun sugli sviluppi di un calcio d'angolo a sette dalla fine. Poco dopo ci vuole un mezzo miracolo di Donnarumma per negare il pari alla Turchia sul potente colpo di testa ancora di Dursun. L'Italia vince. I rimpianti restano.