UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il meglio delle qualificazioni

Il successo della Bosnia-Erzegovina, il record di Robin van Persie e la tripletta di Jóhann Gudmundsson sono solo alcuni dei momenti più belli delle qualificazioni mondiali in Europa raccontati da UEFA.com.

Squadra: Bosnia-Erzegovina
Quattro anni fa, la Bosnia-Erzegovina ha raggiunto per la prima volta gli spareggi, perdendo 1-0 in casa e fuori contro il Portogallo. Stessa sorte nelle qualificazioni per UEFA EURO 2012, con un'altra sconfitta contro i lusitani dopo che la Francia le aveva soffiato il primo posto nel girone. Stavolta, dopo una simile corsa all'ultimo respiro con la Grecia, la Bosnia-Erzegovina si è imposta per differenza reti grazie all'1-0 sulla Lituania. Vedad Ibišević ha firmato il gol decisivo nel secondo tempo e ha dichiarato: "Ho segnato per la vittoria, per il Brasile, per i nostri tifosi in tutto il mondo e per il nostro paese".

Giocatore: Robin van Persie (Olanda)
L'attaccante del Manchester United FC ha trascinato l'Olanda nel Gruppo D con 11 gol (record nelle qualificazioni) segnando in sette partite sulle nove disputate. Van Persie ha realizzato il suo primo gol contro l'Ungheria a settembre 2012 e ha siglato una tripletta venerdì contro la stessa squadra, battuta 8-1.

Il 30enne attaccante è così arrivato a quota 41 gol in nazionale, scavalcando Patrick Kluivert nella classifica cannonieri di tutti i tempi del suo paese. "I record esistono per essere battuti - ha commentato Kluivert, attuale assistente degli Oranje -. Prima o poi doveva succedere, ma in realtà sono molto contento perché io e Robin lavoriamo insieme e puntiamo sempre alla perfezione".

Partita: Germania - Svezia 4-4
Sul gol del 4-0 di Mesut Özil al 56', la 14esima vittoria consecutiva della Germania nelle qualificazioni sembrava ormai certa, ma la Svezia ha zittito l'Olympiastadion arrivando sul 4-3 con i gol Zlatan Ibrahimović, Mikael Lustig e Johan Elmander e raggiungendo la parità grazie a un tiro al volo di Rasmus Elm nel recupero. "Alleno da trent'anni e non ho mai recuperato da un 4-0 - ha commentato il Ct svedese Erik Hamrén -. Noi ci siamo riusciti contro una delle squadre più forti del mondo".

Quelli sono stati gli unici punti persi nel girone dalla Germania, che però si è vendicata martedì a Solna vincendo 5-3.

©AFP/Getty Images

Gol: Jóhann Gudmundsson (Islanda)
"Una delle più grandi prestazioni di sempre di un giocatore islandese - ha scritto il quotidiano nazionale Visir dopo la tripletta dell'attaccante dell'AZ Alkmaar nel 4-4 contro la Svizzera, che dopo la rete di Gudmundsson al 3' si era portata sul 3-1.

Dopo un gol di Kolbeinn Sigthórsson, Gudmundsson ha firmato il terzo ma ha risparmiato il più bello per i minuti di recupero, concludendo a girare sul secondo palo dal limite dell'area.

Numero: 320.000
La popolazione dell'Islanda, che se vincerà gli spareggi sarà la nazione più piccola a qualificarsi per i mondiali. La squadra conoscerà gli avversari per gli spareggi di novembre lunedì.

Frase
"Sono orgoglioso di far parte di questa squadra, che ha scritto la storia del nostro calcio. Sono fiero di essere maltese e di aver vinto in casa di una squadra più quotata di noi".
Il portiere Justin Haber descrive il suo entusiasmo a UEFA.com dopo l'1-0 di Malta in Armenia, prima vittoria esterna della piccola nazione da maggio 1993.

Dalle donne agli uomini: Noel King, Per-Mathias Høgm e Pietro Ghedin
Verso la fine delle qualificazioni, la Norvegia la Repubblica d'Irlanda hanno assunto gli ex Ct delle nazionali maggiori femminili. Høgmo ha preso il posto di Egil Olsen per le ultime partite della Norvegia nel Gruppo E contro Slovenia e Islanda. Noel King, sulla panchina dell'Irlanda femminile per 10 anni fino al 2010, è stato invece nominato Ct ad interim il mese scorso dopo la partenza di Giovanni Trapattoni.

Prima delle qualificazioni per il Brasile, Malta ha riassunto Pietro Ghedin, che ha lasciato la panchina della nazionale azzurra femminile mentre si candidava a un posto a UEFA Women's EURO 2013. La sua decisione è stata premiata con la vittoria in Armenia a giugno.  

©FIGC

Cento di queste sere
UEFA.com omaggia i giocatori che hanno ricevuto un berretto commemorativo e una medaglia dalla UEFA per aver aggiunto le 100 presenze in nazionale:
15 ottobre 2013: Māris Verpakovskis (Lettonia)
 11 ottobre 2013: Michael Mifsud (Malta)
11 settembre 2013: Andrea Pirlo (Italia)
7 febbraio 2013: Steven Gerrard (Inghilterra)
16 ottobre 2012: Cristiano Ronaldo (Portogallo)
12 ottobre 2012: Rafael van der Vaart (Olanda)

Martedì, Bastian Schweinsteiger ha raggiunto lo stesso traguardo con la Germania, mentre Philipp Lahm ha eguagliato Franz Beckenbauer a quota 103. Come Gerrard, Frank Lampard e Ashley Cole hanno superato le 100 presenze durante le qualificazioni, mentre Iker Casillas è a quota 150 con la Spagna ed è il 13esimo giocatore (quarto europeo) a vantare questo record. In totale, i calciatori europei che hanno totalizzato almeno 100 presenze in nazionale sono 131.