Qualificazioni: le sfide da non perdere lunedì

Slovacchia e Russia sono a un passo dalle fasi finali, mentre la Slovenia mette nel mirino gli spareggi; Cesc Fàbregas punta al traguardo delle 100 presenze in nazionale e l'Inghilterra sogna di chiudere le qualificazioni a punteggio pieno.

Cesc Fàbregas sta per toccare quota 100 presenze con la Spagna
©AFP/Getty Images

Gruppo C
Fàbregas fra i centenari
Cesc Fàbregas si unirà a Iker Casillas, Sergio Ramos e Andrés Iniesta nel gruppo di nazionali spagnoli che hanno toccato quota 100 presenze se scenderà in campo nell'ultima sfida di qualificazione contro l'Ucraina a Kiev. Il centrocampista del Chelsea era salito a 99 in occasione del successo 4-0 sul Lussemburgo di venerdì.

Vicente del Bosque sarà privo di David Silva e Álvaro Morata, infortunati, e con la qualificazione già in tasca potrebbe dare una chance a giocatori come Mario Gaspar, Xabier Etxeita e Sergio Rico, ancora alla ricerca della prima presenza.
Ucraina - Spagna, 20.45CET

Slovacchia, buona la terza?
La Slovacchia ha già fallito due chance di qualificarsi a UEFA EURO 2016 e spera di staccare il pass per la Francia lunedì. "Se avessimo vinto una delle ultime due partite saremmo già qualificati, ma purtroppo non è così", ha dichiarato il centrocampista Róbert Mak.

Bisognerà dunque cercare di evitare quanto accaduto in amichevole due anni fa contro il Lussemburgo, avversario nella sfida decisiva, quando la Slovacchia venne battuta 2-1 in rimonta. "Ricordiamo bene quella partita - ha dichiarato il difensore Ján Ďurica -. Anche questa volta loro avranno grandi motivazioni perché giocheranno in casa, ma noi dobbiamo vincere". La Slovacchia è abituata a pressioni di questo genere, dal momento che aveva centrato l'accesso alla Coppa del Mondo FIFA 2010 vincendo l'ultima gara di qualificazione contro la Polonia. 
Lussemburgo - Slovacchia, 20.45CET

La Spagna centra la qualificazione
La Spagna centra la qualificazione


Gruppo E

Inghilterra per la perfezione

L'Inghilterra diventerebbe la sesta squadra a chiudere le qualificazioni a EURO a punteggio pieno in caso di vittoria contro la Lituania a Vilnius. La squadra di Roy Hodgson ha ottenuto nove successi finora e potrebbe eguagliare Spagna (2012), Germania (2012), Francia (2004 e 1992) e Repubblica ceca (2000) chiudendo le qualificazioni con solo vittorie all'attivo.
Lituania - Inghilterra, 20.45CET 

Estonia, flebile speranza
L'Estonia può ancora scavalcare in classifica la Slovenia e approdare per la seconda volta di fila agli spareggi, ma servirà qualcosa di molto simile a un miracolo. Staccata di tre punti dai rivali e in parità negli scontri diretti, la nazionale baltica dovrà vincere, sperare nel ko sloveno contro San Marino e ribaltare una differenza reti che al momento la vede in svantaggio di nove gol. Un'impresa non da poco, considerando che l'Estonia ha segnato con il contagocce finora.
Estonia - Svizzera, 20.45CET 

Seconda chance per la Slovenia
La Slovenia è stata a lungo in corsa per la qualificazione diretta, ma dopo la sconfitta 3-2 subita in Svizzera (nonostante il vantaggio 2-0) e l'1-1 in Lituania dovrà accontentarsi di un posto negli spareggi. San Marino, da parte sua, ha già eguagliato il suo miglior piazzamento nelle qualificazioni ai Campionati Europei UEFA grazie al pareggio ottenuto con l'Estonia lo scorso novembre.
San Marino - Slovenia, 20.45CET
 

La rimonta dell'Austria
La rimonta dell'Austria

Gruppo G
Russia a un punto dalla meta
Se il Montenegro ha visto tramontare venerdì le proprie ambizioni di qualificazione in virtù della sconfitta 3-2 contro l'Austria, la Russia sa di aver bisogno di un solo punto per approdare a UEFA EURO 2016 indipendentemente dal risultato della Svezia. Questo grazie ai tre successi contro Svezia, Liechtenstein e Moldavia ottenuti dopo l'arrivo in panchina di Leonid Slutski, capace di risollevare le sorti di una squadra che rischiava di restare tagliata fuori dalla lotta per le prime tre posizioni. 
Russia - Montenegro: 18.00CET 

La Svezia ci crede
Il settembre nero della Svezia, battuta da Russia e Austria, ha messo in crisi le ambizioni degli scandinavi, che dovranno battere la Moldavia a Solna e sperare in un successo del Montenegro in Russia per centrare il secondo posto. La Moldavia, inoltre, è già certa di finire sesta alle spalle del Liechtenstein e perciò il risultato sarà inutile anche ai fini di un'eventuale qualificazione della Svezia come migliore terza classificata. Un approdo agli spareggi consentirebbe però a Zlatan Ibrahimović, autore di sette gol in nazionale nel 2015, di giocare altre due partite quest'anno e di provare ad eguagliare il record di 12 reti stabilito nel 2012.
Svezia - Moldavia, 18.00CET

In alto