UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Calciatori europei con più presenze in nazionale: Ronaldo in vetta

Cristiano Ronaldo detiene il record europeo maschile di 184 presenze in nazionale.

Cristiano Ronaldo ha toccato quota 184 presenze con il Portogallo, record europeo
Cristiano Ronaldo ha toccato quota 184 presenze con il Portogallo, record europeo Sportsfile via Getty Images

Cristiano Ronaldo ha collezionato la sua apparizione numero 181 con il Portogallo nella sfida amichevole contro il Qatar il 9 ottobre 2021, superando il record europeo maschile di presenze in nazionale detenuto da Sergio Ramos. Aveva eguagliato il record dello spagnolo contro la Repubblica d'Irlanda il 1 settembre.

Ronaldo, capitano dei lusitani, ha collezionato tre ulteriori presenze durante le Qualificazioni Europee per la Coppa del Mondo FIFA 2022, l'ultima nella sconfitta per 2-1 contro la Serbia il 14 novembre.

Potenzialmente a portata di mano per entrambi i giocatori c'è il record mondiale di 195 presenze del malese Soh Chin Ann, che è stato recentemente ratificato dalla FIFA. Di seguito la top 10 dei giocatori europei con più presenze in nazionale.

  • Record mondiale: Soh Chin Ann (Malesia) 195

184: Cristiano Ronaldo (Portogallo)*
Miglior marcatore europeo di sempre in nazionale, CR7 ha superato i 100 gol a settembre 2020, e a UEFA EURO ha eguagliato il record mondiale di 109 gol di Ali Daei, superandolo poi il 1 settembre durante le Qualificazioni Europee. Campione d'Europa nel 2016, Ronaldo ha un anno in più del suo ex compagno del Real Madrid Ramos, non convocato dalla Spagna per le Qualificazioni Europee, e lo ha scavalcato per numero di presenze in nazionale.

Grandi gol di Ronaldo con il Portogallo
Grandi gol di Ronaldo con il Portogallo

180: Sergio Ramos (Spagna)*
Ramos ha superato il record europeo di 176 presenze detenuto da Gianluigi Buffon in occasione della sfida di UEFA Nations League della sua Spagna contro la Svizzera il 14 novembre 2020. Il giocatore europeo più giovane a raggiungere le 100 presenze in nazionale quando ha tagliato questo traguardo a 26 anni nel marzo del 2013, Ramos ha vinto due Europei e un Mondiale. "Voglio giocare per la Spagna ancora per molti anni. Voglio andare in Qatar [per il Mondiale del 2022] con la barba grigia se necessario".

176: Gianluigi Buffon (Italia) 
Vincitore della Coppa del Mondo del 2006, Buffon ha giocato la sua ultima partita con l'Italia a marzo 2018 in un'amichevole contro l'Argentina. Nel 2011, invece, aveva superato le 112 presenze di Dino Zoff. "Quando ho fatto il mio debutto in nazionale, nel 1997, pensare a questo traguardo era solo un sogno", ha detto.

Guarda cinque grandi parate di Buffon
Guarda cinque grandi parate di Buffon

167: Vitālijs Astafjevs (Lettonia)
"Amo il calcio e l'ho sempre amato", ha raccontato il centrocampista che si è ritirato dalla nazionale all'età di 39 anni nel 2010. Con la maglia della Lettonia ha toccato il punto più alto della carriera negli Europei UEFA del 2004: "Abbiamo realizzato un sogno, tutti eravamo entusiasti. Quella è stata felicità pura".

167: Iker Casillas (Spagna) 
Portiere prodigio col Real Madrid, e ancora in attività con il Porto, Casillas ha spiegato che giocare per la Spagna è davvero speciale: "Responsabilità. Orgoglio. Soddisfazione. Felicità. Impegno. Rispetto per chi mi ha preceduto. Un'infinità di parole - tutto per i tifosi spagnoli". Come Ramos ha vinto due EURO e un Mondiale.

Il meglio della carriera di Casillas
Il meglio della carriera di Casillas

157: Martin Reim (Estonia) 
"C'è poco da fare, giocherei a calcio fino all'ultimo giorno della mia vita", ha detto il centrocampista che ha salutato la nazionale a 38 anni nel 2009, dopo 17 anni consecutivi con la maglia della sua nazionale. Giocatore che ha fatto la storia del Flora Tallinn, Reim ha giocato per un'altra squadra solo una stagione in tutta la carriera: con i finlandesi del KooTeePee. Dal 2016 al 2019 è stato il Ct dell'Estonia.

150: Lothar Matthäus (Germania/Germania Ovest) 
Campione d'Europa nel 1980 e campione del mondo nel 1990, il centrocampista ha dominato due epoche del calcio tedesco. Centrocampista d'interdizione in seguito schierato come libero, Matthäus si è guadagnato il rispetto persino di Diego Maradona che ha detto di lui: "Matthäus è il miglior rivale che abbia mai affrontato. Non credo bisogna aggiungere altro".

Lothar Matthäus ha vinto la Coppa del Mondo FIFA nel 1990
Lothar Matthäus ha vinto la Coppa del Mondo FIFA nel 1990Bongarts/Getty Images

148: Anders Svensson (Svezia)
Centrocampista specialista dei calci piazzati, Svensson si è ritirato della nazionale nel 2013: "Per me è arrivato il momento di farmi da parte e dare spazio alle nuove leve". Soprannominato 'Taco-Anders' per la passione verso questo cibo, ha partecipato a due Coppe del Mondo e tre Campionati Europei UEFA.

146: Robbie Keane (Repubblica d'Irlanda)
Keane ha detto addio alla nazionale nell'agosto 2016 dopo aver segnato ben 68 gol in 18 anni di carriera. Solo Ronaldo, Ferenc Puskas, Sandor Kocsis, Miroslav Klose e Robert Lewandowski sono gli unici europei ad aver segnato più di lui in nazionale. "Ho superato tutte le aspettative che avevo da ragazzo malato di pallone a Dublino", ha detto della sua carriera.

Keane ha lasciato la nazionale nel 2016
Keane ha lasciato la nazionale nel 2016AFP via Getty Images

146: Luka Modrić (Croazia)*
Modrić ha superato il compagno di lunga data Darijo Srna diventando il giocatore croato con più presenze nel marzo 2021. "Quando smetterai di giocare?", ha chiesto la moglie Vanja all'ispiratore della marcia croata fino alla finale della Coppa del Mondo 2018. "Non lo so, amore mio", è stata la risposta. "Dovrai essere paziente ancora per un po'".

144: Anatoliy Tymoshchuk (Ucraina) 
UEFA EURO 2016 ha messo la parola fine alla carriera in nazionale di Tymoshchuk che aveva raggiunto le 100 presenze nel 2010. Nel 2011 è stato votato miglior giocatore ucraino dopo l'indipendenza. Si è ritirato a 37 anni nel 2016. "Ho finito in sordina la mia carriera da calciatore e adesso mi prendo una pausa per pensare al mio nuovo status".

* Calciatori ancora in attività con le proprie nazionali