UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Prandelli: “Scossi dopo il ko di Montolivo”

Il tecnico degli Azzurri analizza la gara contro l’Irlanda e sottolinea come sia stata condizionata dall’infortunio del centrocampista. Note positive da Darmian, autore secondo il Ct italiano di un esordio “fantastico”.

Prandelli: “Scossi dopo il ko di Montolivo”
Prandelli: “Scossi dopo il ko di Montolivo” ©UEFA.com

Non è stata certo fortunata l’amichevole contro la Repubblica d’Irlanda per l’Italia, visto il grave infortunio occorso al capitano Riccardo Montolivo, che come conferma anche Cesare Prandelli ha “segnato” tutto il prosieguo della gara per gli Azzurri. La prestazione contro gli irlandesi non è stata certo esaltante per la nazionale, anche se il Ct promuove alcuni singoli che potrebbero seguirlo in Brasile per Coppa del Mondo FIFA, come Matteo Darmian e Marco Verratti.

“Questa è stata una partita segnata dall’infortunio di Riccardo, abbiamo avuto tutti un contraccolpo forte, speriamo non sia niente di grave, ma penso sia qualcosa di serio”. Queste le parole di Prandelli nel dopo gara: il tecnico italiano promuove la prestazione dei suoi prima del ko del centrocampista. “Avevamo fatto molto bene a inizio gara”, dice, “creando superiorità numerica, come avevamo preparato in settimana”.

Il Ct azzurro non si sbilancia sulla possibilità di vedere Giuseppe Rossi nella Coppa del Mondo FIFA: “Adesso vediamo il recupero dopo la gara di Giuseppe e domani valuterò”. Promuove, invece, Darmian all’esordio in maglia Azzurra: “Sono contento per Matteo che ha fatto una buonissima prestazione, così come Verratti che in una posizione nuova ha giocato in maniera diligente”.

Il tecnico di Orzinuovi promuove anche Cassano, che tornava in maglia azzurra dopo quasi due anni d’assenza. “Antonio ha le giocate che possono esaltare i compagni”, spiega, “conosciamo tutti le sue qualità”.

Anche Ciro Immobile è sembrato scosso dopo l’infortunio di Montolivo: “Ci dispiace tanto per lui, sappiamo quanto ci teneva e in un’amichevole non ci aspettavamo di certo questo ko”. Il capocannoniere della Serie A però non cerca scuse per la sua non brillante prestazione: “Lo shock per l’infortunio di Riccardo (Montolivo,     ndr) non può essere un alibi per me, era l’esordio ero un po’ emozionato, ma potevo fare meglio anche se ero riuscito a segnare.. peccato per il fuorigioco”.

Marco Verratti è soddisfatto della sua prestazione. “So benissimo quanto conta un Mondiale, cerco di dimostrare quello che valgo per arrivare nei 23 e mettere in difficoltà il ct”, osserva il centrocampista del Paris Saint-Germain FC. Il numero 30 azzurro è contento anche del ruolo che gli ha ritagliato Prandelli: “Cerco di ascoltare i consigli del mister, lui vuole che cerchi subito la profondità e mi chiede di servire assist ai compagni. Gioco come a Parigi, da mezz’ala ho un po’ più di libertà e sono anche più vicino alla porta”.

L’uomo più atteso nelle fila degli Azzurri era senza dubbio il rientrante Rossi, che nonostante una prestazione non brillante ha confermato il pieno recupero: “Mi sono sentito bene in campo e ho fatto 70 minuti bene, la decisione se portarmi in Brasile spetta al mister, in queste due settimane possiamo ancora crescere”. Il giocatore dell’ACF Fiorentina promuove anche l’atteggiamento dei compagni. “La squadra ha avuto pazienza cercando gli spazi giusti, ma loro si chiudevano bene”, osserva, pur sottolineando che sulla prestazione degli Azzurri ha influito l’aspetto fisico: “Eravamo stanchi e ha pesato molto il lavoro fatto in settimana, nel finale siamo calati”.

 Uno dei più pericolosi tra gli uomini di Prandelli è stato Claudio Marchisio, che promuove la prova dell’Italia: “la squadra ha giocato molto bene, considerando tutto il lavoro fatto in settimana, con un nuovo modulo ci siamo mossi bene creando buone occasioni”. Il centrocampista della Juventus ricorda anche come di solito la Nazionale italiana prima di questi appuntamenti subisca spesso pesanti sconfitte, “prima dell’Europeo perdemmo malamente con la Russia, poi arrivammo in finale, invece in questo caso abbiamo disputato un’ottima gara”.