Milla fa i complimenti alla Spagna

Il tecnico spagnolo è soddisfatto per come la squadra ha centrato il primo obiettivo, qualificandosi per le semifinali dell'Europeo Under 21.

©Getty Images

Il Ct della Spagna Luis Milla vede in crescita la propria squadra dopo la qualificazione alle semifinali del Campionato Europeo Under 21 UEFA grazie al successo per 3-0 contro l’Ucraina.

Dopo avere dedicato la vittoria di Herning al dirigente della federazione spagnola (RFEF) Julián del Amo, scomparso ieri, Milla ha spiegato i progressi graduali della squadra nel torneo.

Luis Milla, Ct della Spagna
Dedico la vittoria a Julián del Amo, ex dirigente della federazione spagnola e fonte di ispirazione per tutti quelli che hanno lavorato con lui nel circolo della nazionale maggiore.

I miei ragazzi hanno confermato il proprio valore: sanno far girare la palla, creare occasioni e far male all’avversario. Abbiamo badato soltanto a vincere questa partita e a giocare bene, senza guardare al risultato di Inghilterra-Repubblica Ceca.

La Bielorussia sarà un avversario difficile. Avranno il morale alle stelle dopo la qualificazione alle semifinali. Inoltre, è una squadra forte fisicamente e astuta tatticamente. Ma anche noi stiamo migliornado e possiamo raggiungere nuove vette contro la Bielorussia.

Dopo un po’ di nervosismo all’esordio contro l’Inghilterra, già contro la Repubblica Ceca eravamo più rilassati, ma oggi serviva essere ambiziosi per centrare il primo obiettivo: qualificarci per le semifinali e le Olimpiadi. La Spagna è fortunata ad avere club che praticano un calcio simile a quello della nazionale, che produce giocatori di un certo tipo.

Pavlo Yakovenko, Ct dell’Ucraina
Non ho nulla da recriminare ai miei giocatori sul piano dell’impegno. Del resto, il valore della Spagna è noto. Se ci sono stati degli errori, sono stati soltanto miei. I giocatori hanno fatto il massimo.

Tutte le squadre del girone hanno provato a opporsi alla Spagna. Oggi avevamo la nostra strategia, ma c’è sempre un avversario con cui fare i conti, e oggi è stato più bravo di noi. Volevamo fare di più in questo torneo, ma ci siamo misurati con grandi squadre.

In alto