Il sito ufficiale del calcio europeo

La vittoria rilancia la ERJ Macedonia

Pubblicato: Giovedì, 7 febbraio 2013, 15.13CET
'Una notte da ricordare', recita un titolo dell'edizione di giovedì di un quotidiano di Skopje; un altro dice invece 'Rapsodia in giallo', dopo che la ERJ Macedonia ha vinto in amichevole per 3-2 contro la Danimarca.
di Emil Gasevski
da Skopje
La vittoria rilancia la ERJ Macedonia
La ERJ Macedonia festeggia uno dei gol contro la Danimarca ©www.ekipa.com.mk

Pubblicato: Giovedì, 7 febbraio 2013, 15.13CET

La vittoria rilancia la ERJ Macedonia

'Una notte da ricordare', recita un titolo dell'edizione di giovedì di un quotidiano di Skopje; un altro dice invece 'Rapsodia in giallo', dopo che la ERJ Macedonia ha vinto in amichevole per 3-2 contro la Danimarca.

'Una notte da ricordare', recita un titolo dell'edizione di giovedì di un quotidiano di Skopje; un altro dice invece 'Rapsodia in giallo', dopo che la ERJ Macedonia ha vinto in amichevole per 3-2 contro la Danimarca.

Il capitano Goran Pandev, Agim Ibraimi e Nikolce Noveski sono andati in gol nei primi 25 minuti regalando alla squadra di Cedomir Janevski la terza vittoria casalinga consecutiva. "Questo è stato senza dubbio il miglior primo tempo giocato nella nostra storia", ha detto Janevski, la cui squadra ha battuto la Serbia 1-0 in una gara di qualificazione al Mondiale FIFA a ottobre prima di superare le Slovenia 3-2 in amichevole a dicembre.

"Prima della partita ero un po' proccupato perché molti dei nostri giocatori non hanno ancora un ritmo alto nelle gambe", ha spiegato Janevski, arrivato in panchina nell'agosto 2012. "In ogni caso, insieme hanno dimostrato che con la giusta organizzazione e con la disciplina possiamo competere anche contro le squadre più forti. Stiamo migliorando il nostro gioco, passo a passo, e ne sono contento.

"Abbiamo iniziato la partita con una grande prestazione tattica", ha aggiunto il 51enne. "Sapevamo che alla Danimarca piace tenere il possesso palla, ma siamo stati aggressivi e fin dall'inizio della partita abbiamo attaccato. Una cosa che mi ha dato anche più soddisfazione è il fatto che i gol sono arrivati su azioni ben studiate e ben eseguite, sulle quali abbiamo lavorato negli allenamenti prima della partita".

La Danimarca ha schierato una formazione forte – l'unico assente che spiccava era Nicklas Bendtner – e il Ct Morten Olsen non ha voluto cercare scuse per la sconfitta di Skopje. "Mi prendo le mie responsabilità", ha detto. "Non ho fatto abbastanza bene. Abbiamo provato una formazione a centrocampo con tre giocatori di qualità, ma non ha funzionato su un campo come questo. Credo ancora che abbiamo una squadra forte".

La ERJ Macedonia si è quindi preparata al meglio per la sfida casalinga del Gruppo A contro la capolista Belgio in programma il 22 marzo. "Il Belgio è la mia seconda casa, la mia famiglia vive lì, ma non c'è spazio per le emozioni nel calcio", ha detto Janevski. "Alleno la Macedonia ora. Sono nato qui e farò il possibile insieme ai giocatori per essere pronti per la partita contro il Belgio. In ogni caso avviso tutti - questa vittoria non deve farci perdere la testa: dobbiamo rimanere con i piedi per terra".

Ultimo aggiornamento: 08/05/14 6.19CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/worldcup/news/newsid=1916940.html#la+vittoria+rilancia+erj+macedonia

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.