Il sito ufficiale del calcio europeo

Francia - Germania: le grandi classiche

Pubblicato: Lunedì, 4 febbraio 2013, 16.42CET
Se il successo per 3-0 sulla Germania a Gelsenkirchen non potrà mai essere cancellato dai tifosi francesi, le due vittorie in semifinale di Coppa del Mondo contro i transalpini resteranno un ricordo indelebile per i tedeschi.
di Christian Châtelet & Steffen Potter
Francia - Germania: le grandi classiche
Festeggiamenti francesi ©AFP

Pubblicato: Lunedì, 4 febbraio 2013, 16.42CET

Francia - Germania: le grandi classiche

Se il successo per 3-0 sulla Germania a Gelsenkirchen non potrà mai essere cancellato dai tifosi francesi, le due vittorie in semifinale di Coppa del Mondo contro i transalpini resteranno un ricordo indelebile per i tedeschi.

Francia e Germania si ritrovano ancora una volta nell'amichevole di mercoledì. Per celebrare l'occasione, Christian Châtelet di UEFA.com ripercorre due grandi successi dei Les Bleus, mentre Steffen Potter rivive due indimenticabili vittorie tedesche.

Germania - Francia 0-3, Gelsenkirchen
15 novembre 2003, amichevole

I Les Bleus concludono il 2003 in grande stile con la più ampia vittoria  contro i tedeschi in 31 confronti. Il 27esimo e 28esimo centro internazionale di David Trezeguet e la rete di Thierry Henry assicurano alla Francia il 13esimo successo consecutivo.

I campioni d'Europa in carica, considerati i favoriti per il trionfo a UEFA EURO 2004, vengono sconfitti nelle gare successive da Belgio e i futuri vincitori della Grecia abbandonando il torneo ai quarti di finale.

"Volevamo vincere quella partita a tutti i costi", ha ricordato Trezeguet. "Abbiamo dimostrato qualità in tutti i reparti". Santini ha aggiunto: "Ci siamo preparati al meglio per quella gara. E' stato un ottimo risultato contro una grande squadra". 

Germania Ovest - Francia 3-6 France, Goteborg
28 giugno 1958, spareggi per il terzo posto Coppa del Mondo FIFA 
La Francia chiude alla perfezione il proprio cammino in Svezia conquistando la sua prima medaglia a livello internazionale. La squadra di Albert Batteux viene eliminata dal Brasile in semifinale, ma il Ct tiene fede al suo 4-2-4, venendo ripagato dai gol Raymond Kopa e Just Fontaine, quest'ultimo autore di quattro reti (tredici complessive nel torneo, ancora un record in un Mondiale).

Fontaine non può che omaggiare il suo compagno di reparto Kopa: "Senza di lui non sarei arrivato a quel totale. Il nostro affiatamento è stata la chiave di quella partita e del risultato finale in quel torneo".

Germania Ovest - Francia 0-2, Guadalajara
25 giugno 1986, semifinale Coppa del Mondo FIFA
Dopo aver eliminato il Brasile e l'Italia campione in carica, la Francia scende in campo da favorita, ma un errore dell'estremo difensore Joël Bats permette alla Germania di passare in vantaggio grazie a una punizione a pelo d'erba di Andreas Brehme. I Bleus si divorano il pareggio a porta vuota con Maxime Bossis e in pieno recupero subiscono il 2-0 in contropiede ad opera di Rudi Völler, che scavalca Bats e deposita il pallone nella porta ormai sguarnita.

"Festeggiammo alla grande dopo la semifinale - ha ricordato Völler -. Felix Magath, Thomas Berthold, Matthias Herget e io ne avevamo tutte le ragioni. Ci sedemmo nella lobby dell'albergo, ordinammo champagne e tirammo avanti fino all'alba. Fu una gran festa".

 Germania Ovest - Francia 3-3 (dts, la Germania vince 5-4 ai calci di rigore), Siviglia
8 luglio 1982, semifinale Coppa del Mondo FIFA
In molti ricorderanno questa sfida per la controversa uscita di Harald Schumacher su Patrick Battiston, ma per i tifosi tedeschi il successo sulla talentuosa Francia guidata dal futuro Presidente UEFA Michel Platini rappresenta al meglio la determinazione tipica della Germania. Dopo l'1-1 dei tempi regolamengtari, i Blues si portano sul 3-1 nei supplementari, ma un gol del subentrato Karl-Heinz Rummenigge e una rovesciata di Klaus Fischer fissano il punteggio sul 3-3. Nella serie di rigori finale Schumacher si esalta neutralizzando i tentativi di trasformazione di Didier Six e Bossis, spedendo i tedeschi in finale.

"Quel giorno c'erano in campo tanti campioni, che trasformarono la gara in un autentico spettacolo - ha ricordato Pierre Littbarski, autore del primo gol tedesco -. Non potevo stoppare il pallone, perché avevo addosso due giocatori francesi, così l'ho colpito di prima intenzione e ho fatto gol. Non ho mai disputato in carriera una partita più elettrizzante".

Ultimo aggiornamento: 08/05/14 6.31CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/worldcup/news/newsid=1916332.html#francia+germania+grandi+classiche

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo UEFA e tutti i marchi che si riferiscono a competizioni UEFA, sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.