Il sito ufficiale del calcio europeo

Introduzione

Introduzione
Relazione tecnica

Introduzione

L'espansione e la crescita del calcio femminile sono stati i temi principali del Campionato Europeo Under 19 UEFA 2015, primo torneo femminile organizzato in Israele.

In preparazione al torneo, le giocatrici Under 19 israeliane si sono allenate in un'accademia nazionale nove volte alla settimana per affinare le proprie doti, partecipando anche al massimo campionato femminile del paese. Prima dell'ultima partita della fase a gironi contro la Danimarca, i progressi della squadra sono stati valutati dalla nazionale francese Laura Georges, che ha partecipato a un allenamento per ispirare le più giovani colleghe.

©Sportsfile

Laura Georges tiene il suo discorso

La Federcalcio israeliana (IFA) ha ospitato le otto squadre, le delegazioni, lo staff organizzativo UEFA e il Comitato organizzatore locale (LOC) nella città di Herzliya, a nord di Tel Aviv. La federazione ha sfruttato l'esperienza maturata due anni prima con il Campionato Europeo Under 21 UEFA: allora, una delle quattro città ospitanti era Netanya, che ha ospitato anche la finale di quest'anno tra Svezia e Spagna. Gli altri tre stadi di Lod, Ramla e Rishon Lezion erano comodamente raggiungibili in un'ora d'auto dal quartier generale.

Al torneo 2014/15 hanno partecipato un record di 48 squadre. Il pubblico ha apprezzato molto le qualità tecniche delle partecipanti, con oltre 2000 spettatori per le tre partite delle padrone di casa e 7.230 spettatori per la finale, record di affluenza nella competizione.

Se le giocatrici e gli allenatori hanno beneficiato molto dell'esperienza a un torneo internazionale, lo stesso può dirsi per il gruppo delle direttrici di gara, composto da sei arbitri, sette assistenti, due assistenti di bordo campo e un'assistente di riserva. La finale è stata affidata alla finlandese Lina Lehtovaara.

Il team tecnico UEFA era composto da due figure molto esperte a livello internazionale. Hope Powell (Inghilterra) e Hesterine de Reus (Olanda) hanno raccolto le loro osservazioni e compilato una relazione tecnica, che funge da archivio permanente del torneo e costituisce un indicatore utile per gli allenatori che lavorano con le giovani di tutta Europa. Il documento, inoltre, sintetizza le tendenze emergenti e quelle che proseguono nel calcio femminile. Infine, alla fase finale si sono tenuti incontri con le squadre sull'antidoping e l'integrità, per garantire che questo sport continui a godere di buona salute sia dal punto di vista morale che da quello tecnico-tattico.

Redazione
John Atkin
Martyn Hindley

Amministrazione/coordinamento
Stéphanie Tétaz

Osservatrici tecniche
Hesterine de Reus
Hope Powell

Foto
Pat Murphy (Sportsfile) 

Multimedia
Noah Broad
James Mason 

Grafica
Twelfth Man

https://it.uefa.com/womensunder19/season=2015/technical-report/index.html#introduzione