A sorpresa è Spagna

Nella finale 2003/04 in Finlandia, la Spagna supera la Germania, futura campione del mondo.

Iraia (Spain)
©UEFA.com

Il Campionato Europeo UEFA Under 19 Femminile del 2003/04 ha riservato sorprese ancor più grandi rispetto alla vittoria della Grecia a UEFA EURO 2004.

36 nazioni cercavano di raggiungere la Finlandia padrona di casa alla fase finale. Dopo aver conquistato il titolo 2002/03, la Francia inaugurava la prima fase con un 6-0 ai danni del Galles e si qualificava agevolmente. Al secondo turno, oltre a Germania e Danimarca, passavano anche Austria, Norvegia, Serbia-Montenegro, Svezia, Polonia, Islanda, Slovacchia, Spagna, Belgio, Inghilterra, Ucraina, Russia, Svizzera, Ungheria, Olanda e Repubblica d'Irlanda.

Alle fasi finali si qualificavano le cinque vincitrici del girone e due seconde classificate. La Germania superava Islanda, Ungheria e Polonia segnando 23 gol complessivamente, mentre la Spagna soffiava il posto alla Danimarca per un punto. Italia e Svizzera totalizzavano sei punti nel sesto girone, ma grazie alla differenza reti della Svizzera, il posto era assicurato per entrambe.

La Russia, che vinceva contro Ucraina e Austria, si collocava alle spalle della Norvegia (9 punti) ma doveva attendere l'esito delle altre gare. Alla fine l’impresa riusciva, poiché la Francia si qualificava con tre vittorie mentre l'Inghilterra (semifinalista nel 2003) arrivava seconda a ben quattro lunghezze.

Nel Gruppo A della fase finale, la Germania superava i padroni di casa 4-0 nella gara d'esordio e la Spagna batteva la Svizzera 3-1. Germania e Spagna vincevano le partite successive per 4-0 e si qualificavano ai danni di Svizzera e Finlandia rispettivamente. Quindi, la Germania travolgeva la Spagna per 7-0 e concludeva in vetta al girone, mentre la Svizzera vinceva 2-1 contro la Finlandia.

Il Gruppo B iniziava senza troppe sorprese. La Norvegia sconfiggeva la Francia per 2-0, vendicando la finale 2003, mentre l'Italia batteva la Russia 5-1. Due pareggi nelle gare successive: Norvegia-Italia terminava 0-0, mentre la Francia teneva a bada la Russia con un 1-1 grazie a una rete di Gwenaëlle Pelé al 94’.

L’ultima giornata riservava numerose sorprese. L’Italia, in vantaggio per 2-0 a 6’ dalla fine, veniva battuta dalla Francia per 3-2 con due gol nei minuti di recupero. La Russia, invece, batteva 3-0 la Norvegia e concludeva al secondo posto dietro l'Italia. Francia e Norvegia venivano eliminate per minor numero di gol realizzati.

Con meno sorprese, le squadre del Gruppo B si imponevano in semifinale. La spagnola Miriam segnava all’88’ contro l'Italia, mentre la Germania passeggiava con un 8-0 sulla Russia. Anja Mittag realizzava il sesto gol nel torneo.

A Vantaa, di fronte a un pubblico da record (2.600 spettatori), i favori dei pronostici andavano alla Germania, che aveva conquistato il primato realizzativo assoluto in una fase finale di un torneo UEFA. Al 29’, però, la Spagna si portava in vantaggio e nonostante il pareggio di Annike Krahn poco prima dell'intervallo, le Furie Rosse si imponevano grazie a un calcio piazzato al 52'. A novembre dello stesso anno, però, la Germania vinceva la Coppa del mondo FIFA Under 19 Femminile in Tailandia. La Spagna usciva contro l'Italia nella fase a gironi, mentre la Russia raggiungeva i quarti di finale.