Jayne Ludlow ambasciatrice della finale a Cardiff

Jayne Ludlow, Ct del Galles, è stata nominata ambasciatrice della finale di UEFA Women's Champions League 2016/17 a Cardiff.

©Getty Images

Jayne Ludlow, Ct del Galles, è stata nominata ambasciatrice della finale di UEFA Women's Champions League 2016/17 a Cardiff.

Ludlow è nata a circa 30 km dalla capitale gallese. Ex atleta e giocatrice di basket e netball, ha iniziato la carriera calcistica nel Barry Town e ha toccato l'apice in 13 anni all'Arsenal, vincendo diversi trofei tra cui la Coppa UEFA femminile 2006/07 (il predecessore della UEFA Women's Champions League), che ha sollevato al cielo da capitano.

Attuale allenatrice della nazionale, Ludlow aiuterà a promuovere la prima finale europea di calcio femminile disputata in Galles, in programma il 1° giugno 2017 al Cardiff City Stadium. "Che fantastica opportunità poter contribuire a far crescere il calcio femminile in Galles e non solo", ha dichiarato.

"Questo evento ci offre la grande opportunità di far crescere la partecipazione e l'interesse verso le squadre nazionali gallesi e i campionati nazionali".

Guarda il successo del Ludlow nel 2007
Guarda il successo del Ludlow nel 2007

"La finale del 2017 consentirà a tutti coloro che sono coinvolti nel calcio femminile di assistere ai massimi livelli di questo gioco. Per me c'è un ulteriore vantaggio, le nostri giocatrici più giovani delle nazionali potranno trovare ispirazione nel vedere in prima persona il meglio del calcio femminile".

“Questa competizione, e il calcio femminile in generale, è cambiata radicalmente da quando ho vinto il trofeo nel 2007. Il calcio femminile è uno sport in crescita e gli standard stanno migliorando continuamente. Sarà una finale molto interessante, e un vero e proprio spettacolo calcistico".

"L'anno in cui abbiamo vinto, il 2007, è stato probabilmente il nostro migliore anno e certamente la mia stagione preferita da giocatrice - ha aggiunto Ludlow -. Avevamo vinto quattro titoli nazionali, e vincere il trofeo UEFA è stata un'emozione indimenticabile. E' stato un grande traguardo per il club, e un momento in cui tutte le giocatrici si sono sentite molto orgogliose".

In alto