Ventura: "Under 21 gruppo unito, può fare ancora meglio"

"Quello visto contro la Danimarca è una piccola parte di quello che questa squadra ci mostrerà in futuro", le parole del C.T. Giampiero Ventura sull'Under 21. E sulla Nazionale maggiore...

©Getty Images

Non abbiamo ancora visto tutto il potenziale di questa Italia Under 21. E' questo il pensiero del commissario tecnico della Nazionale maggiore, Giampiero Ventura: "E' un gruppo unito, con grande voglia: abbiamo visto solo una piccola parte di ciò che vedremo in futuro". 

Tutta la gioia di Pellegrini
Tutta la gioia di Pellegrini

L'Italia Under 21 è partita col piede giusto a UEFA EURO Under 21 in Polonia, superando per 2-0 la Danimarca nella prima gara del Gruppo C grazie alle reti di Lorenzo Pellegrini e Andrea Petagna. "È una squadra dalle grandissime potenzialità - ha detto Ventura a Radio Anchi'io Sport -. C'era un po' di tensione nel primo tempo, ma la partita è stata vinta meritatamente. È fondamentale vincere la prima partite di questi tornei".

 

"È un girone alla portata dell'Italia - ha aggiunto con convinzione il C.T. - ma lo è tutto il torneo. Poi la finale la vince una squadra sola, e non è mai facile, ma ci sono tutti i presupposti per fare qualcosa di buono. Si deve crescere, ma è un gruppo unito, con la grande voglia di essere protagonista. Sono ragazzi pieni di adrenalina, ci sono le possibilità di essere all'altezza anche dal punto di vista fisico".

 

Luigi Di Biagio dà ordini ai suoi Azzurrini
Luigi Di Biagio dà ordini ai suoi Azzurrini©Getty Images

E l'Italia può solo migliorare secondo Ventura: "Quello che si è visto ieri è solo una piccola parte di quello che questa squadra farà vedere in futuro". L'ex tecnico del Torino si sofferma anche su Domenico Berardi: "Ha grandissime potenzialità, deve solo trovare consapevolezza nei propri mezzi. Si è realizzato a Sassuolo che non è una grandissima piazza, lui invece deve fare questa esperienza dal punto di vista caratteriale, della mentalità. Una volta che supererà questo step diventerà un giocatore dalle qualità enormi".

 

Inevitabile un commento anche sulla sua Nazionale maggiore, alle prese con le qualificazioni europee per la prossima Coppa del Mondo FIFA. "Da una parte c'è l'obbligo di andare al Mondiale o di tentare di andarci - chiude Ventura -, e per la prima volta se ne qualifica una sola e abbiamo la Spagna nel girone. Ma finora ci sono gli stessi punti e solo 4 gol di differenza. Ma il dato più importante è che questo ricambio generazionale ha creato i presupposti perché nell'Europeo successivo l'Italia sia fra le favorite se non la favorita. Stiamo creando lo zoccolo duro per la Nazionale dei prossimi dieci anni".