Mangia pensa positivo

Nonostante la sconfitta per 3-1 contro la Spagna, Mangia è soddisfatto della prova degli Azzurrini: "Nel secondo tempo loro si sono spaventati, abbiamo dimostrato che si può giocare in un certo modo anche in Italia".

Denis Mangia (Italia)
Denis Mangia (Italia) ©Getty Images

Al termine della gara persa contro la Spagna per 3-1, Devis Mangia ha riunito tutti i suoi giocatori a metà campo. I più avranno pensato per redarguire i propri difensori per gli errori sui gol iberici, invece il tecnico azzurro ha riservato solo elogi ai suoi giocatori.

"Ho riunito la squadra per fare i complimenti ai miei ragazzi - ha spiegato il Ct -. Non ci siamo avvicinati nel migliore dei modi a questa gara, ma i ragazzi sono stati bravissimi. Nel secondo tempo loro si sono spaventati, Abbiamo dimostrato che si può giocare in un certo modo anche in Italia".

L'ex allenatore dell'US Città di Palermo, riconosce i valori degli spagnoli, ma è fiducioso sulle possibilità di crescita dei suoi uomini in vista dell'Europeo UEFA di categoria: "Loro sono i migliori in Europa, non era facile. Dobbiamo migliorare alcuni aspetti prima di arrivare all'Europeo, ma abbiamo tempo e ci lavoreremo".

Il Ct degli Azzurrini si è poi soffermato sugli errori difensivi: "La Spagna è stata brava a sfruttare delle situazioni in cui abbiamo peccato di imprecisione, dovevamo fare delle scelte fra lo scappare dietro o giocare coperti e non siamo stati coordinati".

Il tecnico di Cernusco sul Naviglio, come parziale attenuante per i problemi difensivi, sottolinea anche il poco tempo a disposizione per amalgamare i nuovi giocatori: "Abbiamo lavorato solo 45 minuti per preparare questa gara, visto che ieri ha diluviato e la nostra sessione d'allenamento è stata parziale. Non posso che fare i complimenti a tutti i ragazzi".