Il sito ufficiale del calcio europeo

2002: Čech ispira la Repubblica ceca

Il portiere è stato il gande protagonista nella vittoria della Repubblica ceca ai calci di rigore contro la Francia.
2002: Čech ispira la Repubblica ceca
I festeggiamenti della Repubblica ceca ©Getty Images

2002: Čech ispira la Repubblica ceca

Il portiere è stato il gande protagonista nella vittoria della Repubblica ceca ai calci di rigore contro la Francia.

Petr Čech è stato il protagonista per la Repubblica ceca, quando la squadra di Miroslav Beránek ha sconfitto 3-1 ai calci di rigore la Francia, vincendo così il Campionato Europeo UEFA Under 21 nel 2002. La grande prestazione di Čech ha fatto in modo che la finale terminasse a reti inviolate. L’estremo difensore ha poi compiuto due grandi parate in occasione dei calci di rigore e infine Alain Boumsong ha colpito la traversa ponendo fine alle speranze della Francia.

Ottima Francia
Il torneo è iniziato per la Francia con una vittoria sugli avversari che avrebbe poi incontrato in finale. E dopo la partita di apertura a Ginevra pochi avrebbero potuto immaginare un tale cambiamento dei valori espressi dal campo. La Francia ha superato i cechi 2-0 e ha vinto facilmente il Gruppo B grazie a altre due vittorie con Grecia e Belgio. La Repubblica ceca si è ripresa sconfiggendo il Belgio e è stata poi bloccata sul pareggio dalla Grecia, qualificandosi comunque come seconda classificata. Nulla avrebbe però potuto far prevedere che avrebbe vinto il titolo dopo un inizio così incerto.

Reti di Maccarone
Il Gruppo A è stato più combattuto. Soltanto due punti hanno superato l’Italia, prima in classifica e l’Inghilterra, che non ha mantenuto le promesse della vigilia. Anche il Portogallo ha reso meno del previsto e la sconfitta per 2-0 subita a opera dei padroni di casa della Svizzera ha finito con il costare il passaggio alle semifinali. L’Italia ha esordito pareggiando per 1-1 con il Portogallo. Un paio di reti di Maccarone hanno consentito di superare l’Inghilterra. Pertanto all’Italia sarebbe stato sufficiente un punto con la Svizzera per finire in testa al girone e un pareggio a reti inviolate ha consentito a entrambe le squadre di qualificarsi.

Golden goal decisivo
La sorprendente Svizzera sarebbe stata poi superata in semifinale dalla Francia, che si è imposta per 2-0 grazie a reti messe a segno nella ripresa da Steed Malbranque e Pierre-Alain Frau. La seconda semifinale tra Italia e Repubblica ceca, un bis della finale del 2000, sarebbe stata molto più emozionante. Gli azzurrini erano in svantaggio per 2-0 a pochi minuti dal termine. Andrea Pirlo ha ridotto le distanze all’86’ su calcio di rigore e una rete di Maccarone ha portato l’ incontro ai tempi supplementari. La rimonta dell’Italia si è però fermata qui. Il golden goal di Michal Pospíšil ha infatti impedito ai campioni uscenti di rimettere in gioco l’esito dell’incontro.

‘Grande portiere’
In finale le reti sono venute a mancare, soprattutto grazie alle grandi parate di Čech. La sua prestazione ha consentito ai cechi di cancellare il ricordo della sconfitta subita in finale nel 2000. Per la Francia giocatori quali Sidney Govou, Steed Malbranque e Péguy Luyindula si sono rivelati le promesse del futuro, ma il presente ha incoronato il grande estremo difensore degli avversari. “Hanno potuto contare su un grande portiere, grande non solo per il suo fisico ma per come ha giocato. La sua prestazione ha fatto la differenza”, ha dichiarato un deluso Raymond Domenech, tecnico della Francia, dopo la sconfitta della sua squadra.

http://it.uefa.com/under21/history/season=2002/index.html#2002+cech+ispira+repubblica+ceca

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA, il logo e il trofeo dei Campionati Europei UEFA Under 21 sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.