Il talento di UEFA.com: Ferrán Torres, il nuovo Marco Asensio

"Ha tutto ciò che serve per diventare un top player", ha detto il Ct della Spagna, Santi Denia, parlando di Ferrán Torres, giocatore che sta iniziando a ritagliarsi il suo spazio in prima squadra col Valencia ad appena 17 anni.

Ferrán Torres festeggia una vittoria della Spagna U17
Ferrán Torres festeggia una vittoria della Spagna U17 ©Sportsfile

Nome: Ferrán Torres
Squadra: Valencia
Ruolo: esterno
Nazionalità: spagnola
Età: 17 (nato il: 29 febbraio 2000)
Piede preferito: sinistro
Altezza: 184cm

Dicono di lui...

"Ferrán Torres è un giocatore speciale. Ha un potenziale incredibile come esterno e può arrivare dove vuole. Ha tutto ciò che serve per diventare un top player. Ha corsa, abilità... ha praticamente tutto! Inoltre è un giocatore combattivo, ma principalmente ha velocità e capacità di cambiare direzione in corsa nell'uno contro uno, caratteristica fondamentale per i calciatori moderni".
Santi Denia, Ct Spagna Under 17

"È potente, veloce, sicuro con la palla al piede anche in corsa e forte nel gioco aereo. È imprevedibile. Quando corre col pallone al piede non ha un lato preferito per marcare il suo uomo perché è ambidestro. Inoltre sa crossare, segnare e tirare da lontano".
José Giménez, direttore del reclutamento del settore giovanile del Valencia

La sua storia...

Ferrán è stato paragonato a Marco Asensio
Ferrán è stato paragonato a Marco Asensio©AFP/Getty Images

Nato in un anno bisestile, esattamente il 29 febbraio, Ferrán è sin da subito stato fuori dall'ordinario. Paragonato a Marco Asensio, il 2017 è stato un grande anno per l'esterno natio di Valencia che ha aiutato la Spagna a vincere i Campionati Europei UEFA Under 17, e a ottobre ha giocato la finale di Coppa del Mondo FIFA Under 17. Il suo 2017 è stato reso ancora più indimenticabile quando è divenuto il primo millennials a giocare in Liga, subentrando dalla panchina nella sconfitta di dicembre per 2-1 con l'Eibar.

Il soprannome...

'Il nuovo Marco Asensio'

Lui dice...

"Stavo giocando a futsal a scuola con gli amici, quando mi dissero dopo la partita che il Valencia voleva che andassi a fare un provino da loro. È stato un bel momento".

"David Villa è il mio idolo. Adesso invece al Valencia, [Gonçalo] Guedes è un mio punto di riferimento perché è un giocatore brillante e il mio modo di giocare è molto simile al suo".

In alto