Il sito ufficiale del calcio europeo

I dieci talenti più interessanti di EURO U17 in Croazia

Pubblicato: Lunedì, 22 maggio 2017, 9.47CET
Tre numeri 9, un terzino col fiuto del gol dei campioni della Spagna, e un esterno inglese autore di cinque gol, sono alcuni tra i dieci calciatori che la UEFA ha notato ai Campionati Europei UEFA Under 17 del 2017 in Croazia.
di Wayne Harrison
da Zagabria
I dieci talenti più interessanti di EURO U17 in Croazia
Da sinistra a destra: Jadon Sancho, Jann-Fiete Arp, Mateu Morey e Amine Gouiri ©Sportsfile

Verso la finale

Il Campionato Europeo UEFA Under 17 è composto da tre differenti fasi: le qualificazioni, la fase Elite e la fase finale. Il formato è cambiato per il 2014/15 con l'espansione da otto a 16 squadre per le fasi finali.

Turno di qualificazione
Le qualificazioni, giocate in autunno, sono composte da 13 gironi di quattro squadre ciascuno, con torneo all'italiana disputato in un'unica sede. Passano alla fase successiva le prime due di ciascun raggruppamento e le quattro terze classificate con il miglior rendimento contro le prime due.

Turno Elite
Nella fase Elite, che si disputa a inizio primavera, le 30 qualificate e due teste di serie danno vita a otto mini-tornei da quattro squadre ciascuno. Le vincenti dei rispettivi gruppi e le sette seconda classificate con i risultati migliori contro le prime e le terze del rispettivo raggruppamento accedono alla fase finale insieme ai padroni di casa.

Fase finale
Le squadre vengono suddivise in quattro gruppi di quattro e le due migliori classificate di ogni girone accedono alla fase a eliminazione diretta.

Per ulteriori dettagli, compresi i criteri per stabilire la classifica di un girone in caso di parità tra due o più squadre o quelli per stabilire la vincente di una singola sfida dopo gli 80 minuti, è possibile consultare il regolamento ufficiale del torneo.

Pubblicato: Lunedì, 22 maggio 2017, 9.47CET

I dieci talenti più interessanti di EURO U17 in Croazia

Tre numeri 9, un terzino col fiuto del gol dei campioni della Spagna, e un esterno inglese autore di cinque gol, sono alcuni tra i dieci calciatori che la UEFA ha notato ai Campionati Europei UEFA Under 17 del 2017 in Croazia.

Contenuti attinenti

Mateu Morey (terzino destro, Spagna)
Bravo sia in fase offensiva che difensiva, il talento del Barcellona ha dato un assaggio del suo potenziale segnando il gol decisivo nella gara d'esordio del Gruppo A. È però venuto definitivamente alla ribalta nella fase a eliminazione diretta, segnando uno splendido gol su azione personale contro la Francia, e ripetendosi nella finale contro l'Inghilterra con una rete da attaccante vero.

Jonathan Panzo (centrale, Inghilterra)
Il difensore inglese ha giocato tutte e 12 le partite del 2016/17. Alto, veloce e a proprio agio col pallone tra i piedi, Panzo ha formato una coppia difensiva molto affidabile col compagno del Chelsea Marc Guehi. Grazie a loro, infatti, i Leoni non hanno subito gol per 352 minuti, ovveri dallo sfortunato autogol di Guehi nella prima partita del girone alla rete del turco Kerem Kesgin in semifinale.

Spagna 3-1 Francia – guarda il gol su azione personale di Mateu Morey

Ozan Kabak (centale, Turchia)
Ozan ha giocato da titolare senza mai venire sostituito in tutte le partite della Turchia sino alle semifinali. Lo stopper del Galatasaray ha anche interrotto le velleità di rimonta della Croazia segnando la terza rete dopo il 2-1 dei croati. Già nel turno elite aveva dimostrato di avere fiuto per il gol nel 4-1 sulla Finalndia.

Phil Foden (centrocampista, Inghilterra)
Entrato dalla panchina per il Manchester City a dicembre, nella sesta giornata della fase a gironi di UEFA Champions League, Foden è stato determinante nella difesa a tre dell'Inghilterra. Il suo passaggio millimetrico per la rete di Sancho contro la Turchia è stato mozzafiato, mentre il suo gol dalla distanza nella finale contro la Spagna per poco non è stato decisivo.

Elias Abouchabaka (centrocampista offensivo, Germania)
Abouchabaka del Leipzig è stato il partner offensivo ideale per l'unica punta tedesca, Jann-Fiete Arp. Il numero 10 ha segnato tre gol in Croazia, il più importante dei quali è stato quello del pari contro l'Olanda nei quarti di finale. Per lui sono otto le reti complessive in altrettante presenze.

©Sportsfile

Elias Abouchabaka dopo il gol del pari contro l'Olanda

Yacine Adli (centrocampista offensivo, Francia)
Sosia quasi perfetto di Marouane Fellaini, Adli ha confezionato gran parte degli assist per il capocannoniere della competizione, Amine Gouiri. Il calciatore del Paris Saint-Germain ha fatto cinque assist nelle prime tre presenze, uno dei quali ha permesso a Gouiri di segnare la rete che ha deciso la gara contro la Scozia. Ha anche fatto un gol su punizione contro le Isole Faroe.

Jadon Sancho (esterno, Inghilterra)
Il giovane del Manchester City ha illuminato la fase finale con gol e giocate d'alta scuola. Beniamino del pubblico, Sancho ha fatto in ogni partita almeno un gol/assist per i vicecampioni d'Europa U17. La prestazione migliore è stata quella contro l'Ucraina, dove Sancho ha fatto gli assist per i primi due gol, prima di segnare la terza rete del 4-0 finale. Sebbene Steve Cooper non si sia mai sbilanciato su Sancho, non si può negare che il giovane inglese sia stato il vero gioiello della corona inglese.

©Sportsfile

L'esultanza dei francesi Amine Gouiri (a sinistra) e Yacine Adli

Abel Ruiz (attaccante, Spagna)
Il numero 9 spagnolo ha lasciato la Croazia da campione d'Europa - 12 mesi dopo aver perso la finale contro il Portogallo - e da miglior marcatore di sempre in condivisione nella storia di EURO U17, qualificazioni comprese. Il giovane Barça, Ruiz, in questa edizione ha aggiunto quattro gol ai quattro segnati a Baku nel 2016, e adesso è al primo posto con Gouiri e Odsonne Edouard nella classifica marcatori di sempre delle fasi finali. Tuttavia se non avesse fallito il rigore contro la Germania, sarebbe da solo al primo posto.

Amine Gouiri (attaccante, Francia)
Letale è la parola che useremmo per descrivere l'attaccante del Lyon. Gouiri ha segnato di destro, di sinistro e di testa. Le sue sette reti nelle prime tre partite sono un record (in condivisione) per qualunque fase a gironi di una fase finale UEFA.

Jann-Fiete Arp (attaccante, Germania)
L'attaccante dell'Hamburg, Arp, è l'unico calciatore ad aver segnato due triplette in una fase finale EURO U17. La prima nel 5-0 sulla Bosnia-Erzegovina è stata messa a segno in 13 minuti; la seconda nel 7-0 (record in condivisione di una fase finale) contro la Repubblica d'Irlanda. La rete decisiva sul finale della sfida contro l'Olanda – un tiro di prima dopo una punizione respinta, in una partita nella quale aveva fatto da spettatore fino a quel momento – ha rappresentato la quintessenza dell'attaccante vero.

Ultimo aggiornamento: 22/05/17 17.19CET

Informazioni collegate

http://it.uefa.com/under17/news/newsid=2472438.html#i+dieci+talenti+interessanti+euro+u17+croazia