Il sito ufficiale del calcio europeo

Morlanes onesto, Denia orgoglioso

Pubblicato: domenica, 22 maggio 2016, 1.32CET
Il capitano della Spagna Manu Morlanes ha ammesso di aver avvertito una "pressione immensa" al momento di calciare il decimo rigore, mentre il Ct Santi Denia ha valutato positivamente il torneo nonostante la sconfitta in finale.
di Wayne Harrison e Eugene Ravdin
da Baku
Morlanes onesto, Denia orgoglioso
La disperazione di Manu Morlanes dopo l'errore decisivo dal dischetto ©Sportsfile

Verso la finale

Il Campionato Europeo UEFA Under 17 è composto da tre differenti fasi: le qualificazioni, la fase Elite e la fase finale. Il formato è cambiato per il 2014/15 con l'espansione da otto a 16 squadre per le fasi finali.

Turno di qualificazione
Le qualificazioni, giocate in autunno, sono composte da 13 gironi di quattro squadre ciascuno, con torneo all'italiana disputato in un'unica sede. Passano alla fase successiva le prime due di ciascun raggruppamento e le quattro terze classificate con il miglior rendimento contro le prime due.

Turno Elite
Nella fase Elite, che si disputa a inizio primavera, le 30 qualificate e due teste di serie danno vita a otto mini-tornei da quattro squadre ciascuno. Le vincenti dei rispettivi gruppi e le sette seconda classificate con i risultati migliori contro le prime e le terze del rispettivo raggruppamento accedono alla fase finale insieme ai padroni di casa.

Fase finale
Le squadre vengono suddivise in quattro gruppi di quattro e le due migliori classificate di ogni girone accedono alla fase a eliminazione diretta.

Per ulteriori dettagli, compresi i criteri per stabilire la classifica di un girone in caso di parità tra due o più squadre o quelli per stabilire la vincente di una singola sfida dopo gli 80 minuti, è possibile consultare il regolamento ufficiale del torneo.

Pubblicato: domenica, 22 maggio 2016, 1.32CET

Morlanes onesto, Denia orgoglioso

Il capitano della Spagna Manu Morlanes ha ammesso di aver avvertito una "pressione immensa" al momento di calciare il decimo rigore, mentre il Ct Santi Denia ha valutato positivamente il torneo nonostante la sconfitta in finale.

Santi Denia, Ct Spagna
Ci eravamo preparati per i rigori, ma l'allenamento e la partita sono due cose diverse. Ho detto ai giocatori che sono orgoglioso di loro. Non è importante vincere sempre, anche perché sarebbe impossibile.

Sono state due settimane positive, abbiamo affrontato squadre molto forti. Abbiamo battuto Olanda, Italia, Inghilterra e Germania, perciò non posso che ribadire di essere orgoglioso della squadra. Questa esperienza sarà preziosa. 

©Sportsfile

Manu Morlanes, centrocampista e capitano della Spagna
Ho avvertito una pressione enorme. felt immense pressure. Sono il capitano e toccava a me prendermi quella responsabilità nel momento cruciale. Ho cercato di fare del mio meglio e ho sbagliato il rigore, il calcio è anche questo. Prima o poi avrò l'occasione per riscattarmi.

Volevamo la finale a tutti i costi, purtroppo non siamo riusciti a vincerla, ma abbiamo comunque centrato un risultato importante. Il Portogallo è una grande squadra e partiva favorito. Noi abbiamo lottato fino alla fine ma il loro successo è meritato. 

Jordi Mboula, esterno Spagna
Abbiamo fatto un ottimo lavoro migliorando giorno dopo giorno. Siamoa ndati al di là delle aspettative, restando compatti e disputando un ottimo torneo. La finale è stata equilibrata; i rigori sono una lotteria e noi non siamo stati fortunati.

Ultimo aggiornamento: 22/05/16 14.54CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre
Partita collegata

http://it.uefa.com/under17/news/newsid=2367068.html#morlanes+onesto+denia+orgoglioso