Il sito ufficiale del calcio europeo

La prima Youth League va al Barça

La celebre accademia di La Masia ha aiutato il Barcellona ad aggiudicarsi la prima edizione della UEFA Youth League, e non è l'unica storia di successo che riguarda l'edizione inaugurale della competizione.
La prima Youth League va al Barça
Munir El Haddadi ©Getty Images
 

La prima Youth League va al Barça

La celebre accademia di La Masia ha aiutato il Barcellona ad aggiudicarsi la prima edizione della UEFA Youth League, e non è l'unica storia di successo che riguarda l'edizione inaugurale della competizione.

E' una piacevole serata di metà aprile e il trofeo Lennart Johansson verrà portato in trionfo per la prima volta allo Stadio Colovray di Nyon.

Il nome dell'FC Barcelona è il primo a essere inciso sulla nuova coppa targata UEFA, ma c'è un'aura generale di successo che circonda l'edizione inaugurale della UEFA Youth League.

Nessuno sa esattamente cosa aspettarsi quando una nuova competizione viene alla luce - soprattutto a livello di squadre giovanili. Gli obiettivi principali sono quelli di aiutare i giovani a crescere e a fare esperienza internazionale, e i club sembrano apprezzare l'idea fin da subito.

Il primo gol della storia della UEFA Youth League viene segnato da Sinan Bytyqi del Manchester United FC. Il club inglese sembra avere le carte in regola per andare fino in fondo nella competizione, ma viene sorpreso dall'SL Benfica ai quarti di finale.

Forse è una competizione nuova, ma non mancano i nomi celebri: il City è guidato dall'ex centrocmapista della Francia Patrick Vieira, mentre in attacco vanta Devante Cole – figlio di Andrew – che chiude la competizione tra i secondi piazzati nella classifica marcatori.

Anche Zinédine Zidane e Mehmet Scholl hanno figli che giocano nella competizione, mentre sulla panchina dell'AC Milan siede Filippo Inzaghi. "I ragazzi sono molto orgogliosi di giocare partite del genere, e crescono ulteriormente", ha detto Inzaghi durante la fase a gironi. "Viaggi in posti splendidi e affronti grandi squadre".

La fase a gironi rispecchia quella dei 'fratelli maggiori' in UEFA Champions League, mentre dalla fase a eliminazione diretta prende una strada tutta sua, con sfide in gara secca negli ottavi e nei quarti di finale. Le semifinali e la finale si giocano in uno Stadio Colovray tutto esaurito, presso il quartier generale UEFA di Nyon in un finesettimana perfetto per il calcio.

Le quattro squadre rimaste in gioco – Barcellona, Benfica, Real Madrid CF e FC Schalke 04 – offrono un ottimo spettacolo sul campo preparato appositamente dall'esperto del Real. Una atmosfera carnevalesca in un clima splendido si aggiungono a scolari locali assegnati a ciascuna squadra oltre a molti tifosi in trasferta.

Prevalgono i tifosi del Benfica, ed è proprio la squadra portoghese a iniziare con il piede giusto. Dopo 17 minuti della semifinale contro il Real si trova infatti sul 3-0, con gli spagnoli ridotti nel frattempo in dieci uomini. Vince poi 4-0, e si rilassa guardando la sfida tra Schalke e Barcellona della seconda semifinale. questa sfida è più equilibrata, e viene decisa dal gol nella ripresa di Munir El Haddadi, capocannoniere della competizione, che porta il Barça nella finale inaugurale.

I catalani sono inarrestabili nella finale, e superano un precedentemente imbattuto Benfica per 3-0 - con la ciliegina sulla torta messa dal gol di El Haddadi da metà campo. In una competizione dedicata alla crescita, ha ricordato a tutti che l'edizione inaugurale della UEFA Youth League ha anche offerto grande spettacolo.

http://it.uefa.com/uefayouthleague/history/season=2014/index.html#la+prima+youth+league+barca