La stampa spagnola sulla Supercoppa

"Ramos dovrebbe chiedere di cambiare il numero di maglia col 93", scrive AS nel celebrare l'ennesima vittoria allo scadere del Real Madrid; UEFA.com vi racconta le reazioni della stampa spagnola dopo la Supercoppa UEFA.

Le prime pagine di mercoledì mattina in Spagna
Le prime pagine di mercoledì mattina in Spagna ©UEFA.com

AS, quotidiano sportivo di Madrid
Ramos dovrebbe chiedere di cambiare il numero di maglia col 93. Con Tarzan tutto è possibile, prende costantemente dei rischi e ci mette sempre la faccia anche se viene criticato. E anche se a volte fa delle scelte sbagliate seguendo il suo cuore, non si nasconde mai dietro a un dito. Questo suo carattere lo ha reso degno della fascia di capitano, e proprio la sua mentalità ha permesso alla squadra di vincere la Supercoppa UEFA nonostante l'assenza di sette dei titolari della finale di UEFA Champions League di Milano.

©Getty Images

El País, quotidiano nazionale spagnolo
Una partita europea ricca di colpi di scena vinta ancora una volta dal Madrid che non perde una finale da 16 anni. È stata una partita combattuta sino all'ultimo minuto con un epilogo di marca madridista. Il gol allo scadere di Sergio Ramos, ancora una volta al 93', manda la gara ai supplementari poi vinti dal Real grazie alla splendida rete di Carvajal ancora una volta allo scadere - incredibile la sua accelerazione quando ormai nessuno aveva più benzina nelle gambe. Due colpi micidiali, il Siviglia rimane con l'amaro in bocca dato era stato a un passo dalla vittoria.

Marca, quotidiano sportivo di Madrid
Il calcio è capriccioso come pochi sport. Tutto è relativo fin quando l'arbitro non fischia. Gli ultimi minuti cambiano la storia di squadre, giocatori e tifosi. Chiedere conferma a Sergio Ramos, specialista delle passeggiate sul filo del rasoio. Il capitano ha salvato la sua squadra allo scadere dopo il rigore del vantaggio di Vitolo che sembrava aver deciso la partita in favore del Siviglia. L'ex calciatore del Siviglia però ha sette vite come i gatti e si trova a suo agio nel ruolo di 'Resuscitator'.

©Getty Images

Estadio Deportivo, quotidiano sportivo di Siviglia  
 
Ancora una volta ai supplementari. Ancora una volta in Supercoppa UEFA. Il calcio è ancora una volta crudele col Siviglia, proprio come un anno fa a Tbilisi [dove il Siviglia perse 5-4 col Barcellona ai supplementari], ma questa volta a Trondheim, quando la squadra di Sampaoli aveva il trofeo in mano. Tutto è andato in fumo nei minuti di recupero e le cose si sono complicate all'inizio dei supplementari. Questo Siviglia però si preannuncia spettacolare dato che la squadra ha dato tutto avendo avuto appena due mesi per abituarsi ai metodi del nuovo allenatore. Hanno perso, è vero, ma sono usciti a testa alta.

I titoli tradotti delle prime pagine:
AS: "Fino alla fine... forza Madrid" (motto del club)
Marca: "Questa è Madrid!" (rifacendosi al detto 'Questa è Sparta')
Estadio Deportivo: "Il più crudele dei copioni"