I precedenti del Siviglia in Supercoppa UEFA

La prossima settimana il Siviglia affronterà il Real Madrid nella sua quinta finale di Supercoppa UEFA in dieci anni, sperando in un epilogo diverso rispetto a quello di Cardiff nel 2014.

©Getty Images

2006: Siviglia - Barcellona 3-0 (Renato 7', Kanouté 45', Maresca 90'rig)
Il Siviglia non è andato mai in difficoltà allo Stade Louis II dopo che Renato ha aperto le marcature al 7' da distanza ravvicinata. Col raddoppio di testa di Frédéric Kanouté sul finire del primo tempo, il secondo trofeo europeo in quattro mesi sembrava ormai cosa fatta. Il rigore di Enzo Maresca allo scadere chiude i conti per il definitivo 3-0 sui detentori della UEFA Champions League del Barcellona.

2007: Milan - Siviglia 3-1 (Inzaghi 54', Jankulovski 61', Kaká 86'; Renato 13')
Il Siviglia era in corsa per diventare la seconda squadra appena a vincere due Supercoppe UEFA consecutive, ma la scomparsa di tre giorni prima del centrocampista Antonio Puerta in seguito a un infarto durante una partita di campionato, ha reso la sconfitta del tutto irrilevante.

Guarda la vittoria del Barcellona sul Siviglia per 5-4 in Supercoppa
Guarda la vittoria del Barcellona sul Siviglia per 5-4 in Supercoppa

2014: Real Madrid - Siviglia 2-0 (Ronaldo 30' e 49')
Cristiano Ronaldo, che aveva stabilito il record di gol fatti nella UEFA Champions League 2013/14, continua da dove aveva finito segnando due reti. I neo acquisti James Rodríguez e Toni Kroos partono titolari nel Real, ma è Ronaldo a portare in vantaggio i madrileni dopo uno scambio con Gareth Bale – che giocava a Cardiff, sua città natale. Ronaldo segna anche la rete del 2-0 definitivo dopo una bella azione di Karim Benzema, che spegne le velleità di rimonta dei detentori della UEFA Europa League.

2015: Barcellona - Siviglia 5-4 (dts) (Messi 7' e 18', Rafinha 44', Suárez 52', Pedro Rodríguez 115'; Banega 3', Reyes 57', Gameiro 72'(r), Konoplyanka 81')
Pedro Rodríguez al 115' segna la sua seconda rete decisiva in Supercoppa UEFA e regala al Barcellona la vittoria dopo una partita ricca di emozioni a Tbilisi contro il Siviglia davanti a 51.490 spettatori (record per la competizione). Eppure il Siviglia aveva fatto una rimonta incredibile dal 4-1, portando la sfida ai supplementari, ma Pedro, nello stesso minuto dell'unico gol segnato contro lo Shakhtar Donetsk nel 2009, si avventa sul pallone dopo la ribattuta di Beto e segna la rete del definitivo 5-4.