2004: Al Valencia il derby iberico

Celebration (Valencia CF)
©Getty Images

FC Porto - Valencia CF 1-2

FC Porto e Valencia CF arrivano a questa finale di Supercoppa UEFA 2004 con nuovi allenatori in panchina e Claudio Ranieri parte con il piede giusto conquistando il primo trofeo della stagione con il Valencia.

Ranieri sostituisce Rafa Benítez al club vincitore della Coppa UEFA, ma a fine gara non ha difficoltà ad ammettere che larga parte del merito va al suo predecessore: "Rafa Benítez mi ha lasciato una squadra fantastica. Sono fortunato ad avere giocatori che si ritrovano ad occhi chiusi".

Ranieri porta con sé gli italiani Bernardo Corradi e Marco di Vaio, ma è il beniamino locale Rubén Baraja - protagonista della stagione precedente - a trascinare la squadra in questa partita.

Al 32' apre le marcature con un potente colpo di testa su traversone di Curro Torres.

La seconda rete del Valencia arriva a metà del secondo tempo. Vicente Rodriguez lascia partire un cross sul secondo palo su cui si avventa Di Vaio che insacca di testa. Gli spagnoli sfiorano il terzo gol ma colpiscono la traversa con Baraja.

Il Porto partecipa alla Supercoppa UEFA per il secondo anno consecutivo ed è intenzionato a rifarsi della sconfitta per 1-0 subita contro il Milan nel 2003. In panchina per i campioni in carica della UEFA Champions League c'è lo spagnolo Victor Fernández, ma la squadra è in un periodo di transizione dopo la partenza di molti assi.

Il Porto, però ha sempre la stessa tenacia dimostrata contro l'AS Monaco FC nel maggio precedente. Dopo il colpo di testa alto di Maniche, Ricardo Quaresma dimezza le distanze a 12 minuti dal fischio finale con un bellissimo tiro dalla distanza. Il gol però non basta per evitare una seconda sconfitta in Supercoppa per il Porto.