Storia della partita: Dynamo Kyiv - Lazio

La sfida di ritorno tra due dei migliori attacchi di questa edizione della competizione promette spettacolo anche questa volta dopo il 2-2 maturato in casa della Lazio nella gara d'andata.

Un contrasto tra Alessandro Murgia della Lazio (a sinistra) e Denys Garmash della Dynamo Kyiv nella gara d'andata
Un contrasto tra Alessandro Murgia della Lazio (a sinistra) e Denys Garmash della Dynamo Kyiv nella gara d'andata ©Getty Images

Due dei migliori attacchi di questa edizione di UEFA Europa League si affrontano nella capitale ucraina dopo aver pareggiato l'andata degli ottavi di finale per 2-2 allo Stadio Olimpico di Roma.

• Entrambi i club sono in questa fase della competizione per la terza volta. Per la Dynamo questa sarà la 50esima partita in UEFA Europa League (dalla fase a gironi alla finale); il club ucraino diventerà così il nono club a raggiungere quota 50 - una delle altre è la Lazio che è alla 54esima partita nella competizione.

• La Dynamo, qualificatasi come prima nel Gruppo B, ha sfruttato la regola dei gol in trasferta nei sedicesimi di finale, passando in virtù dell'1-1 dell'andata in casa dell'AEK Athens dopo lo 0-0 del ritorno.

•  La Lazio, vincente del Gruppo K, ha sconfitto i rumeni dell'FCSB nei sedicesimi di finale, segnando per la prima volta cinque gol in una partita di UEFA Europa League (dalla fase a gironi alla finale) – nel 5-1 del ritorno allo Stadio Olimpico. Nella gara d'andata invece i Biancocelesti avevano perso 1-0 a Bucarest; con quella sconfitta, la Lazio è diventata la prima squadra italiana a vincere un doppio confronto a eliminazione diretta dopo aver perso l'andata nel nuovo formato della competizione.

Highlights: Lazio 2-2 Dynamo Kyiv
Highlights: Lazio 2-2 Dynamo Kyiv

Precedenti
• Dopo un primo tempo a reti bianche, la gara d'andata si è ravvivata con tre gol in dieci minuti. La Dynamo è passata in vantaggio con Viktor Tsygankov - al terzo gol in altrettante trasferte di UEFA Europa League -, poi Ciro Immobile ha pareggiato i conti con la sesta rete personale nella competizione, prima che Felipe Anderson ribaltasse la gara in favore della Lazio. Partito dalla panchina, però, Júnior Moraes ha segnato il gol del definitivo 2-2 al 79' con la settima rete personale nella competizione che lo ha portato al secondo posto nella classifica marcatori. Nei minuti di recupero la Dynamo ha giocato in dieci per il secondo giallo a Denys Garmash.

• Gli altri unici precedenti tra i due club risalgono tuttavia alla prima fase a gironi della UEFA Champions League 1999/2000, quando la Lazio vinse 2-1 in casa e 1-0 in trasferta con una squadra che schierava in campo l'attuale tecnico della Lazio, Simone Inzaghi. Entrambi si qualificarono alla seconda fase a gironi, la Lazio col doppio dei punti della Dynamo (14 contro sette).

• Il club romano, allenato allora da Sven Göran Eriksson, surclassò in Europa i rivali ucraini raggiungendo i quarti di finale e poi vinse le due competizioni nazionali (Serie A e Coppa Italia). La Dynamo, guidata da Valeriy Lobanovskiy, in quella stagione li emulò vincendo campionato e coppa d'Ucraina.

• La Dynamo ha vinto appena due delle 23 partite giocate contro squadre italiane. Le due vittorie sono state contro la Roma nella fase a gironi di UEFA Champions Legue 2004/05 - sebbene il 3-0 dell'Olimpico sia arrivato a tavolino dopo la sospensione della gara a fine primo tempo con gli ospiti in vantaggio per 1-0. Nella partita di ritorno la formazione ucraina si è imposta per 2-0 senza tuttavia riuscirsi a qualificare nonostante i dieci punti in classifica. Quella rimane l'unica vittoria interna in 11 partite contro squadre italiane (P3 S7)

• La Lazio ha vinto tre delle cinque trasferte europee contro squadre ucraine, segnando otto gol e subendone due, con un bilancio complessivo di V8 P2 S1. Queste 11 partite sono state giocate contro cinque avversari diversi. L'unica sconfitta risale al primo incrocio in assoluto, ovvero l'andata del primo turno della Coppa UEFA 1975/76, quando la formazione italiana perse in trasferta contro il Chornomorets Odesa (0-1), che allora rappresentava l'USSR; nella gara di ritorno tuttavia la Lazio si impose per 3-0.

I giovani talenti della Dynamo Kyiv partecipano alla Skills Challenge
I giovani talenti della Dynamo Kyiv partecipano alla Skills Challenge

Stato di forma
• La Dynamo in casa è imbattuta da sette partite europee con un bilancio di cinque vittorie, 21 gol fatti e sei subiti. Inoltre il club ucraino non perde in casa da 11 partite di UEFA Europa League, spareggi compresi (V8 P3).

• Lo 0-0 dei sedicesimi di finale contro l'AEK è stata la prima partita senza gol subiti in casa in otto gare europee giocate in primavera (V2 P4 S2).

• La Dynamo è stata la prima squadra a qualificarsi matematicamente alla fase a eliminazione - alla quarta giornata. Il club di Kiev ha segnato 15 gol nella fase a gironi ma meglio di loro hanno fatto solamente le due qualificate del Gruppo L, ovvero Zenit (17) e Real Sociedad (16). Attualmente il bilancio complessivo è di 18 reti, uno in meno della Lazio.

• Secondi nella Premier League ucraina della passata stagione, la Dynamo ha perso con lo Young Boys per i gol in trasferta nel terzo turno di qualificazione di UEFA Champions League, qualificandosi per la fase a gironi di UEFA Europa League grazie al 3-1 complessivo sul Marítimo negli spareggi.

• La Dynamo è alla terza partecipazione agli ottavi di UEFA Europa League. Gli ucraini hanno vinto entrambe le volte in questa fase della competizione imponendosi in casa – contro il Manchester City nel 2010/11 (2-0 in casa, 0-1 in trasferta) e contro un altro club inglese, l'Everton, nel 2014/15 (1-2 in trasferta, 5-2 in casa). Nell'ultima edizione della Coppa UEFA (2008/09), la Dynamo è arrivata sino in semifinale, perdendo però contro i conazionali dello Shakhtar Donetsk.

• La Lazio ha perso le ultime due trasferte europee, contro lo Zulte Waregem (2-3) e contro FCSB (0-1), dopo aver eguagliato un record di UEFA Europa League (dalla fase a gironi alla finale) essendo rimasto imbattuto in 11 trasferte consecutive (V4 P7). La sconfitta in Belgio è stata la prima in 28 partite della fase a gironi di UEFA Europa League, in casa o fuori casa (V17 P10).

• Battuta in finale di Coppa UEFA nel 1998 e vincitrice della Coppa delle Coppe l'anno successivo, la Lazio partecipa alla UEFA Europa League dopo una stagione di assenza grazie al quinto posto in Serie A nel 2016/17. I Biancocelesti si sono qualificati alla fase a eliminazione diretta in ciascuna delle ultime cinque partecipazioni.

Ciro Immobile dopo il gol segnato all'andata
Ciro Immobile dopo il gol segnato all'andata©AFP/Getty Images

• Questa è la terza partecipazione della Lazio agli ottavi di finale di UEFA Europa League. I Biancocelesti hanno battuto complessivamente lo Stuttgart per 5-1 in questa fase nel 2012/13 (2-0 trasferta, 3-1 casa), ma hanno perso 4-1 tra andata e ritorno contro lo Sparta Praha nel 2015/16 (1-1 trasferta, 0-3 casa).

• La Dynamo si è qualificata dieci volte su 11 dopo aver pareggiato l'andata in trasferta in doppie sfide europee - la più recente nei sedicesimi di questa edizione contro l'AEK. La formazione ucraina ha pareggiato l'andata in trasferta per 2-2 in tre occasioni, qualificandosi sempre; la vittoria più significativa è stata contro l'Universitatea Craiova nel secondo turno della Coppa delle Coppe 1985/86 (3-0 in casa), quando poi vinse la competizione.

• La Lazio ha vinto quattro delle cinque doppie sfide UEFA nelle quali ha pareggiato l'andata in casa - sebbene 2-2 sia un risultato inedito - perdendo solo contro il Marseille nella semifinale di Coppa Intertoto UEFA del 2005 (1-1 in casa, 0-3 in trasferta). I successi sono arrivati invece nelle prime due doppie sfide della Coppa delle Coppe UEFA vinta proprio dai Biancocelesti nel 1998/99 - contro il Lausanne (1-1 in casa, 2-2 in trasferta) e col Partizan (0-0 in casa, 3-2 in trasferta).

Collegamenti e curiosità
• L'allenatore della Dynamo, Aleksandr Khatskevich, ha giocato contro la Lazio con la Dinamo Minsk nel primo turno di Coppa UEFA 1994/95 (0-0 a Minsk, 1-4 a Roma).

• Il portiere della Dynamo, Denys Boyko, ha subito quattro gol in due partite contro la Lazio (1-1 in Ucraina, 1-3 in Italia) da giocatore del Dnipro nella fase a gironi 2015/16 di UEFA Europa League, con Milinković-Savić e Marco Parolo tra i marcatori.

• L'attaccante della nazionale italiana, Ciro Immobile, ha segnato una tripletta nel ritorno de sedicesimi contro il FCSB alla prima partita da titolare in questa edizione della competizione. I due gol messi a segno nella fase a gironi contro Vitesse e Zulte Waregem sono stati infatti entrambi realizzati partendo dalla panchina.

La Dynamo applaude i propri tifosi presenti allo Stadio Olimpico
La Dynamo applaude i propri tifosi presenti allo Stadio Olimpico©Getty Images

• Immobile ha segnato l'unico gol dell'Italia Under 21 nella vittoria contro i pari età dell'Ucraina di Vitaliy Buyalskiy in un'amichevole del marzo 2013.

• Sergej Milinković-Savić e Aleksandar Pantić hanno entrambi giocato con la Serbia U21, mentre Jordan Lukaku e Dieumerci Mbokani sono stati compagni di squadra all'Anderlecht (2011–13)

• Nani della Lazio e Stefan de Vrij hanno entrambi affrontato la Dynamo con le proprie ex squadre in UEFA Champions League; il primo ha vinto col Manchester United (4-2 in trasferta, 4-0 in casa nella fase a gironi 2007/08), il secondo ha perso col Feyenoord (1-2 in trasferta, 0-1 in casa nel terzo turno di qualificazione 2012/13).

• Il risultato della gara d'andata è stato il 18esimo pareggio di UEFA Europa League che ha visto la Lazio coinvolta (dalla fase a gironi alla finale) - record della competizione. La Dynamo, avendo pareggiato le ultime tre gare, è invece a quota 16.

• Col cartellino rosso per Garmash nell'andata, la Dynamo ha raggiunto FCSB e Sporting CP, club che hanno avuto più espulsioni (dieci) nella storia della UEFA Europa League (dalla fase a gironi alla finale).

• Garmash è squalificato.

• Diffidati: Volodymyr Shepeliev, Derlis González, Júnior Moraes (Dynamo); Ciro Immobile, Jordan Lukaku, Sergej Milinković-Savić (Lazio).

Bilancio ai rigori
• La Dynamo ha vinto l'unico precedente UEFA ai rigori:
3-1 - Sparta Praha, secondo turno di qualificazione UEFA Champions League 1998/99

• La Lazio non è mai arrivata ai calci di rigore in competizioni UEFA.

Gli allenatori
• Sulla panchina della Dynamo da luglio 2017, Aleksandr Khatskevich ha vinto sette campionati consecutivi col club da giocatore dal 1996–2004, dopo essersi aggiudicato cinque campionati consecutivi con la Dinamo Minsk nella sua natia Bielorussia. In seguito ha lavorato con le giovanili e con la squadra riserve della Dynamo prima di essere scelto come Ct della nazionale bielorussa dal 2014 al 2016. Da giocatore ha vestito 38 volte la maglia della nazionale segnando quattro gol.

• Allenatore della Lazio da aprile 2016 al posto di Stefano Pioli, Simone Inzaghi è stato attaccante dei biancocelesti dal 1999 al 2010, vincendo campionato e Coppa Italia nella stagione d'esordio. Fratello minore dell'ex nazionale Filippo, con cui ha giocato nel Piacenza, ha iniziato ad allenare le giovanili della Lazio subito dopo il ritiro dal calcio giocato.

In alto