Il sito ufficiale del calcio europeo

Lazio show, sedicesimi a un passo

Pubblicato: Giovedì, 5 novembre 2015, 22.01CET
Rosenborg-Lazio 0-2
La squadra di Pioli sbanca d'autorità il campo del Rosenborg, resta in testa al Gruppo G e ipoteca la qualificazione: decide la doppietta di Djordjević, all'esordio europeo in Biancoceleste.
Lazio show, sedicesimi a un passo
Filip Djordjević della Lazio festeggia con i compagni la doppietta sul campo del Rosenborg ©AFP/Getty Images

Statistiche partite

RosenborgLazio

Gol segnati0
2
Possesso (%)51
 
49
Tiri totali7
 
11
in porta4
 
9
fuori3
 
2
Bloccati0
 
0
sui legni1
 
0
Calci d'angolo5
 
3
Fuorigioco1
 
7
Cartellini gialli0
2
Cartellini rossi0
1
Falli commessi7
 
7
Falli subiti6
 
6

Classifiche

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Ultimo aggiornamento: 16/11/2017 17:58 CET
Pubblicato: Giovedì, 5 novembre 2015, 22.01CET

Lazio show, sedicesimi a un passo

Rosenborg-Lazio 0-2
La squadra di Pioli sbanca d'autorità il campo del Rosenborg, resta in testa al Gruppo G e ipoteca la qualificazione: decide la doppietta di Djordjević, all'esordio europeo in Biancoceleste.

  • La Lazio passa con un autoritario 2-0 sul campo del Rosenborg, conquista la terza vittoria di fila e resta in testa al Gruppo G
  • Decide la sfida del Lerkendal Stadion la doppietta dell'attaccante serbo Djordjević, alla prima partita europea con i Biancocelesti
  • Nel finale viene espulso per fallo di reazione Keita, che salterà per squalifica il prossimo impegno
  • I norvegesi restano fanalino di coda, la squadra di Pioli sarà matematicamente qualificata non perdendo nella quinta giornata
  • Prossime partite: Lazio-Dnipro, Rosenborg-St-Étienne (26 novembre)

La SS Lazio conquista la terza vittoria consecutiva in UEFA Europa League e mette di fatto in cassaforte la qualificazione ai sedicesimi. A Trondheim, nella quarta giornata del Gruppo G, la squadra di Stefano Pioli supera 2-0 in scioltezza il Rosenborg BK grazie alla doppietta di Filip Djordjević, all’esordio europeo in maglia Biancoceleste.

Malgrado le tante “seconde linee” schierate in vista del derby di domenica contro l’AS Roma, la Lazio ha offerto una prestazione di livello al Lerkendal Stadion, con l’unica macchia dell’espulsione nel finale di Keita. Tre punti che consentono ai Biancocelesti di salire a quota 10 punti e restare in testa al raggruppamento: giovedì 26 novembre, all’Olimpico contro il FC Dnipro Dnipropetrovsk, basterà non perdere per brindare alla qualificazione.

La squadra di Pioli, malgrado l’abbondante turnover deciso dal tecnico, inizia fortissimo. Sono trascorsi appena cinque minuti quando Ricardo Kishna si presenta solo davanti ad André Hansen che respinge il suo forte tiro di sinistro. Dopo nove minuti, comunque, la Lazio è già in vantaggio: corner proprio dell’olandese e stacco di testa di Djordjević, che mette nel sacco.

I Biancocelesti sbandano paurosamente su un cross dalla destra di Pål André Helland, che accarezza il palo prima che Wesley Hoedt riesca ad allontanare il pallone. Ma è una “crisi” passeggera. L’inglese Ravel Morrison, sul tocco di Kishna, impegna il numero 1 del Rosenborg, prima che al 29’ arrivi il raddoppio.

Djordjević recupera un pallone e innesta la transizione di Ogenyi Onazi, che entra in area e serve ancora il serbo: il sinistro non lascia scampo ad Hansen, 2-0 per la Lazio. Ci sarebbe addirittura il tris, ma il gol di Hoedt è annullato per fuorigioco di Santiago Gentiletti; poi è Candreva, tutto solo davanti al portiere dei norvegesi, a esaltarne i riflessi.

Anche nella ripresa i Biancocelesti partono con il piede saldamente premuto sull’acceleratore. Djordjević, sul pallone scodellato da Kishna, si divora la chance del 3-0, mentre Keita - in campo a inizio secondo tempo al posto di Candreva - si presenta con  un bel tiro deviato da Johan Lædre Bjørdal non distante dal primo palo.

Onazi, dopo una bella sgroppata di Abdoulay Konko, tenta invano la conclusione dal limite; trascorrono pochi minuti e si fa notare anche Etrit Berisha, che respinge il velenoso tentativo di Mike Jensen. Stesso scenario al 68’, con il portiere albanese che controlla il pallone in due tempi.

La squadra di Pioli non disdegna comunque le ripartenze, Konko e soprattutto Alessandro Matri - subentrato al bomber Djordjević - hanno l’occasione per il tris ma non hanno la lucidità giusta. Proprio come Keita, che a sette minuti dalla fine perde la testa ed è espulso per una reazione su Helland. Ma la Lazio conduce comunque in porto la vittoria: la qualificazione è di fatto, ormai, una certezza.

Ultimo aggiornamento: 06/11/15 0.31CET

Informazioni collegate

Profili squadre
  • SSI Err
  • SSI Err
Partita collegata
  • SSI Err

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/season=2016/matches/round=2000658/match=2017007/postmatch/report/index.html#lazio+show+sedicesimi+passo

Formazioni

rosenborg

Rosenborg

lazio

Lazio

1
André HansenAndré Hansen (PO)
99
BerishaEtrit Berisha (PO)
4
ReginiussenTore Reginiussen (C)
Substitution33
2
HoedtWesley Hoedt
5
Eyjólfsson Hólmar Eyjólfsson
7
MorrisonRavel Morrison
Substitution76
7
JensenMike Jensen
9
F. DjordjevićFilip Djordjević
Goal9
Goal29
Substitution66
11
MikkelsenTobias Mikkelsen
18
GentilettiSantiago Gentiletti
15
SøderlundAlexander Søderlund
Substitution65
23
OnaziOgenyi Onazi
16
SkjelvikJørgen Skjelvik
26
RaduŞtefan Radu (C)
Yellow Card21
20
SelnæsOle Selnæs
29
KonkoAbdoulay Konko
21
MidtsjøFredrik Midtsjø
Substitution61
32
CataldiDanilo Cataldi
22
SvenssonJonas Svensson
87
CandrevaAntonio Candreva
Substitution46
23
HellandPål André Helland
88
KishnaRicardo Kishna
Yellow Card82

sostituti

12
Al. HansenAlexander Hansen (PO)
55
GuerrieriGuido Guerrieri (PO)
8
PedersenMorten Gamst Pedersen
6
MauriStefano Mauri
Substitution76
10
VilhjálmssonMatthías Vilhjálmsson
Substitution65
8
BastaDušan Basta
14
BjørdalJohan Bjørdal
Substitution33
14
Keita BaldéKeita Baldé
Substitution46
Red Card83
18
StamnestrøMagnus Stamnestrø
17
MatriAlessandro Matri
Substitution66
19
De LanlayYann-Erik de Lanlay
70
IkonomidisChris Ikonomidis
24
KonradsenAnders Konradsen
Substitution61
96
MurgiaAlessandro Murgia

Allenatore

Kåre Ingebrigtsen (NOR) Stefano Pioli (ITA)

Arbitro

Andre Marriner (ENG)

Assistenti

Peter Kirkup (ENG), Simon Bennett (ENG)

Quarto arbitro

Michael Salisbury (ENG)

Assistenti arbitrali aggiunti

Robert Madley (ENG), Lee Mason (ENG)

Legenda:

  • RetiReti
  • AutogolAutogol
  • RigoriRigori
  • Rigori sbagliatiRigori sbagliati
  • reds_cardCartellini rossi
  • yellow_cardsCartellini gialli
  • yellow_red_cardsDoppia ammonizione
  • SostituzioneSostituzione