Il sito ufficiale del calcio europeo

Il Rubin stende l'Atletico

Pubblicato: Giovedì, 14 febbraio 2013, 23.02CET
Club Atlético de Madrid - FC Rubin Kazan 0-2
La squadra russa interrompe l'imbattibilità casalinga dei detentori che durava da 19 partite in tutte le competizioni e partirà da un buon vantaggio in vista del ritorno in programma in Russia la prossima settimana.
di Paul Bryan
da Estadio Vicente Calderón
Il Rubin stende l'Atletico
Gökdeniz Karadeniz (FC Rubin Kazan) ©AFP/Getty Images

Statistiche partite

AtléticoRubin

Gol segnati0
2
Tiri nello specchio7
 
4
Tiri fuori14
 
2
Calci d'angolo9
 
0
Fuorigioco1
 
0
Falli commessi10
 
14
Cartellini gialli1
 
5
Cartellini rossi0
1

Classifiche

 
Pubblicato: Giovedì, 14 febbraio 2013, 23.02CET

Il Rubin stende l'Atletico

Club Atlético de Madrid - FC Rubin Kazan 0-2
La squadra russa interrompe l'imbattibilità casalinga dei detentori che durava da 19 partite in tutte le competizioni e partirà da un buon vantaggio in vista del ritorno in programma in Russia la prossima settimana.

L'FC Rubin Kazan passa a sorpresa 2-0 sul campo del Club Atlético de Madrid, detentore della UEFA Europa League. Nonostante l'inferiorità numerica, la squadra di Kurban Berdyev gioca una partita grintosa e infligge all'Atletico la prima sconfitta casalinga in Europa da dicembre 2010.

Gli ospiti, imbattuti in Europa in questa stagione, lasciano intendere subito le loro intenzioni e al 6' passano in vantaggio grazie a Gökdeniz Karadeniz, che corona una bella azione. L'espulsione del capitano Roman Sharanov poco prima dell'intervallo costringe il Rubin a cambiare i piani tattici. Dopo essersi limitati a difendere per buona parte della ripresa, gli ospiti raddoppiano grazie al gol in contropiede di Pablo Orbaiz diventando la prima squadra a espugnare il Vicente in Europa dall'Aris Thessaloniki FC.

Per nulla intimorito dal ruolino di marcia casalingo dell'Atletico, sempre vittorioso in questa stagione, il Rubin, che aveva già firmato una famosa vittoria esterna contro l'FC Barcelona nella UEFA Champions League 2009/10, lascia subito il segno. Inseritosi da sinistra, Gökdeniz Karadeniz offre un passaggio in area a Roman Eremenko, il quale a sua volta serve di tacco José Rondón. La potente conclusione dell'attaccante è deviata dall'ex compagno di squadra del Málaga CF Sergio Asenjo, ma Gökdeniz Karadeniz è lesto a ribadire in rete la respinta.

La squadra di Diego Simeone abbozza una reazione con una conclusione da fuori di Falcao che termina al lato. Più tardi, lo stesso attaccante è atterrato al limite dell'area dal capitano ospite Roman Sharanov, che per il fallo riceve la seconda ammonizione.

Il Rubin chiude tutti gli spazi nella ripresa lasciando ai padroni di casa soltanto qualche tiro dalla distanza, fino alla traversa di Falcao, capocannoniere delle ultime due edizioni del torneo. Adrián López manca il pareggio mandando al lato un colpo di testa all'altezza del secondo palo, prima di una conclusione al lato di Cristian Rodríguez. Infine, con la sfida ormai nel recupero, e Asenjo impegnato nell'area avversaria, Eremenko calcia la palla avanti per Orbaiz che insacca a porta vuota.

Ultimo aggiornamento: 16/02/13 0.09CET

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/season=2013/matches/round=2000357/match=2010043/postmatch/report/index.html#il+rubin+stende+latletico

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA EUROPA LEAGUE, il logo della UEFA Europa League e il trofeo della UEFA Europa League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali trade mark non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.