Il sito ufficiale del calcio europeo

Kozák mette ko il Panathinaikos

Pubblicato: Giovedì, 8 novembre 2012, 16.46CET
S.S. Lazio - Panathinaikos FC 3-0
Grazie alla doppietta dell’attaccante ceco e al gol di Floccari, i Bancocelesti rinforzano il primato nel Gruppo J.
di Emanuele Venditti
da Stadio Olimpico
Kozák mette ko il Panathinaikos
Libor Kozák festeggiato dopo il primo gol ©Getty Images

Statistiche partite

LazioPanathinaikos

Gol segnati3
 
0
Tiri nello specchio8
 
1
Tiri fuori2
 
1
Calci d'angolo4
 
1
Fuorigioco1
 
1
Falli commessi12
 
15
Cartellini gialli1
 
3
Cartellini rossi0
 
0

Classifiche

Ultimo aggiornamento: 20/06/2013 15:05 CET

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
 
Pubblicato: Giovedì, 8 novembre 2012, 16.46CET

Kozák mette ko il Panathinaikos

S.S. Lazio - Panathinaikos FC 3-0
Grazie alla doppietta dell’attaccante ceco e al gol di Floccari, i Bancocelesti rinforzano il primato nel Gruppo J.

Allo stadio Olimpico, nella quarta giornata del Gruppo J della UEFA Europa League, la S.S. Lazio si impone per 3-0 contro un Panathinaikos FC spento e mai in partita. In grande evidenza Libor Kozák, l’attaccante ceco realizza una pregevole doppietta che mette in discesa la sfida per i Biancocelesti, prima del terzo gol di Sergio Floccari.

Nonostante un undici inedito, soprattutto in vista del derby contro l’AS Roma di domenica, la squadra di Vladimir Petković riesce a conquistare i tre punti contro i Biancoverdi, grazie ad una prestazione di carattere. Con questi tre punti i Biancocelesti salgono a otto punti in classifica e mantengono il primo posto con due lunghezze di vantaggio sul Tottenham Hotspur FC, vittorioso per 3-1 nell’altra sfida del Gruppo J, contro gli sloveni del NK Maribor.

Petković ritrova il portiere titolare Federico Marchetti, ma per il resto fa ampio turnover: in difesa spazio all’inedita coppia centrale formata da Michaël Ciani e Lorik Cana, mentre nel terzetto di centrocampo gioca il giovane Ogenyi Onazi. La vera sorpresa è in avanti, con il tridente pesante formato dal redivivo Mauro Zárate, Floccari e Kozák. Jesualdo Ferreira, rispetto alla sfida di Atene terminata 1-1, cambia due uomini del terzetto d’attacco, inserendo Toché al posto di Bruno Fornaroli come centravanti e Quincy Owusu-Abeyie in luogo di Ibrahim Sissoko sulla sinistra.

La gara inizia con le due squadre molto contratte. La prima occasione al 20’ è di marca greca, con la bella iniziativa personale di Nikos Spyropoulos che, dopo aver saltato Lionel Scaloni, crossa rasoterra al centro per Toche trovando però il provvidenziale anticipo di Radu a pochi passi da Marchetti. La reazione Biancoceleste non tarda ad arrivare: prima è Floccari a impensierire Orestis Karneziscon con un bel destro da fuori. Poi il portiere greco non può nulla sullo splendido destro a giro del centravanti ceco Kozák, il  numero 18 laziale riceve palla in area da Stefan Radu e, dopo aver eluso la marcatura di un difensore ellenico, lascia partire un morbido destro che si insacca proprio sotto l’incrocio della porta Biancoverde.

I Biancocelesti controllano la gara e dopo aver sfiorato il raddoppio con una bella iniziativa di Zárate, riescono a trovare il secondo gol ancora con Kozák. Il centravanti capitolino è bravissimo a sfruttare l’errato disimpegno di Diamantis Chouchoumis, che prova un passaggio orizzontale in area, ma trova pronta la punta ceca ad avventarsi sulla sfera  e a realizzare con un piatto sinistro al volo molto angolato. La prima frazione si chiude sul 2-0.

A inizio ripresa è Zárate a sfiorare la segnatura in due occasioni, prima con un bel destro a giro da fuori area, poi con una punizione che sfiora solo l’incrocio dei pali. Ed è proprio da una punizione calciata dall’argentino che i Biancocelesti trovano il terzo gol: il numero 10 capitolino calcia dal lato corto dell’area di rigore, sulla sfera si avventa Ciani che non trova il pallone, ma è bravissimo Floccari a staccare più in alto di tutti e a realizzare con un perentorio colpo di testa. Primo gol in questa UEFA Europe League per l’attaccante numero 99.

La squadra di casa continua a spingere ed è proprio il giovane Onazi al 65’ a sfiorare il quarto gol con un bel destro a giro, sul quale è bravissimo a distendersi Karneziscon. I greci si fanno vivi dalle parti di Marchetti, grazie alla punizione di Giourkas Seitaridis che al 71’ prova il tiro potente su punizione, ma calcia centralmente e non impensierisce il portiere Biancoceleste. L’ultimo a mollare nelle file elleniche è Lazaros Christodoulopoulos, che al 75’ sfiora il gol con un destro da fuori area che finisce di poco alto sopra la traversa.

Nell’ultimo quarto d’ora spazio anche per Hernanes e Miroslav Klose, ma la gara è ormai decisa e gli uomini di Petković possono festeggiare la seconda vittoria casalinga consecutiva in UEFA Europe League.

Ultimo aggiornamento: 10/11/12 0.10CET

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/season=2013/matches/round=2000356/match=2009981/postmatch/report/index.html#kozak+mette+panathinaikos

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA EUROPA LEAGUE, il logo della UEFA Europa League e il trofeo della UEFA Europa League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali trade mark non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.