Il sito ufficiale del calcio europeo

L'Inter festeggia anche a San Siro

Pubblicato: Giovedì, 25 ottobre 2012, 21.01CET
FC Internazionale Milano - FK Partizan 1-0
Un gol di Palacio in chiusura di gara regala ai Nerazzurri il primo successo casalingo stagionale in UEFA Europa League.
di Roberto Zacchetti
da Stadio Giuseppe Meazza

Questo contenuto è trasmesso in streaming in modo tale da risultare protetto e disponibile solo con il formato Flash. Il tuo dispositivo non sembra essere compatibile con il nostro video player Flash.

Statistiche partite

InternazionalePartizan

Gol segnati1
 
0
Tiri nello specchio3
 
4
Tiri fuori6
 
4
Calci d'angolo7
 
1
Fuorigioco3
 
0
Falli commessi15
 
15
Cartellini gialli2
 
4
Cartellini rossi0
 
0

Classifiche

Ultimo aggiornamento: 20/06/2013 17:09 CET

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
 
Pubblicato: Giovedì, 25 ottobre 2012, 21.01CET

L'Inter festeggia anche a San Siro

FC Internazionale Milano - FK Partizan 1-0
Un gol di Palacio in chiusura di gara regala ai Nerazzurri il primo successo casalingo stagionale in UEFA Europa League.

L'FC Internazionale Milano  vince per 1-0 contro l'FK Partizan nella terza partita del girone H di UEFA Europa League.

La squadra di Andrea Stramaccioni  riesce a sfatare la maledizione delle partite casalinghe in Europa: quattro gare e prima vittoria davanti al pubblico amico. I primi dieci minuti sono un vero e proprio assedio dei Nerazzurri alla porta avversaria: Coutinho, Johathan e Marko Livaja sono i primi a preoccupare la retroguardia serba.

I padroni di casa sembrano inarrestabili e sfruttando lo scatto veloce e il preciso cross di Alvaro Pereira sfiorano il vantaggio con Coutinho, poco preciso però nel  tocco sotto porta di piatto destro ad un passo dall’estremo difensore avversario Nikola Petrović.

Gli affondi nerazzurri non producono risultati e il Partizan riesce anche a reagire con la migliore azione del primo tempo: dribbling a rientrare sulla fascia sinistra e tiro ad effetto di Lazar Marković che termina sul palo con Samir Handanović battuto.

L’occasione per il Partizan sembra spaventare l’Inter. La squadra di casa da quel momento non riesce più a rendersi protagonista limitandosi a contenere, mentre al Al 30’ Andrea Stramaccioni è costretto al primo cambio: Coutinho infortunato deve lasciare il posto a Rodrigo Palacio.

Il brasiliano era rimasto a terra  pochi minuti prima dopo una bellissima progressione sulla fascia destra, conclusasi con un contrasto con il centrale difensivo Ivan Ivanov. Quella è anche l’ultima vera opportunità del primo tempo, che si conclude con un pareggio che rispecchia esattamente il gioco espresso dalle due squadre.

Stramaccioni prova a dare la scossa a San Siro inserendo capitan Javier Zanetti dopo pochi minuti dall’inizio delle ripresa al posto dello spento Livaja. La prima occasione capita sui piedi di Matias Silvestre, ma il suo destro è lento e prevedibile.

Al 62’ minuto Antonio Cassano ha l’occasione più semplice della gara, ma solo davanti al portiere spara incredilmente alta sopra la traversa  la palla del possibile vantaggio. Non è la miglior serata per il barese, scosso anche dall’errore inaspettato, e nell’ultimo quarto d’ora Stramaccioni prova a ridare vigore all’attacco neroazzurro sostituendo il numero 99 con Diego Milito.

L’argentino si vede poco ma al momento giusto riesce a cambiare la partita: a due minuti dal termine va in fuga sulla destra e pennella un cross perfetto per la testa di Palacio, che solo a centro area non sbaglia di testa, trafiggendo un non impeccabile Petrović.

San Siro esplode e può finalmente festeggiare il primo successo in UEFA Europa League, grazie soprattutto agli attaccanti argentini dell'Inter.

Ultimo aggiornamento: 27/11/12 11.57CET

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/season=2013/matches/round=2000356/match=2009954/postmatch/report/index.html#linter+festeggia+anche+san+siro

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA EUROPA LEAGUE, il logo della UEFA Europa League e il trofeo della UEFA Europa League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali trade mark non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.