Chi c'è nella Squadra della Settimana di Europa League?

Tre calciatori dell'Arsenal e due del Mariglia sono nell'11 titolare della Squadra della Settimana dopo il ritorno dei quarti.

L'esultanza di Florian Thauvin per un gol contro il Leipzig
L'esultanza di Florian Thauvin per un gol contro il Leipzig ©AFP/Getty Images

  • FedEx Performance Zone: le classifiche complete

    Nota: mentre FedEx Performance Zone valuta lo stato di forma dei giocatori tenendo in considerazione le competizioni nazionali ed europee, la Squadra della settimana si basa esclusivamente sulla giornata di UEFA Europa League in questione.

Portiere

Rui Patrício (Sporting CP)
In una serata dove sono state segnate 17 reti, il portiere dello Sporting è stato l'unico a non subire gol. Una delle sue parate è stata in un uno contro uno con l'attaccante dell'Atlético, Antoine Griezmann.
Classifica generale: 36° (+23)

Difensori

Hiroki Sakai (Marseille)
Il terzino destro giapponese del Marseille ha segnato il gol sul finale che ha spento i sogni del Leipzig e consolidato la sua presenza nella Squadra della Settimana. Ha fatto 11 interventi difensivi in una prestazione eccellente sotto tutti i punti di vista.
Classifica generale: 13° (+19)

Laurent Koscielny (Arsenal)
Non era una serata facile per l'Arsenal ma la difesa ha tenuto duro grazie soprattutto a Koscielny, baluardo del reparto difensivo. Contro il CSKA il francese ha spazzato 11 palloni, vinto sei duelli aerei e fatto cinque intercetti.
Classifica generale: 47° (+73)

Sebastián Coates (Sporting CP)
Coates è stato decisivo per la difesa dello Sporting che ha mantenuto la porta inviolata nel ritorno dei quarti. L'uruguaiano ha vinto otto duelli aerei contribuendo a mantenere gli attaccanti dell'Atlético a secco. Inoltre, è stato un pericolo in avanti sui calci piazzati e ha tirato in porta tre volte.
Classifica generale: 35°(+64)

Kirill Nababkin (CSKA)
Nababkin si è spinto molto di più in avanti nella gara di ritorno e con il suo gol ha contribuito a riportare in gioco il CSKA contro l'Arsenal. Dei suoi 42 passaggi riusciti, 17 sono stati effettuati nella trequarti avversaria.
Classifica generale: 44° (+90)

Centrocampisti

Dimitri Payet (Marseille)
Il nazionale francese è stato decisivo nella rimonta del Marseille grazie al suo gol e l'assist. Inoltre ha creato altre quattro occasioni da gol e fatto cinque dribbling risultando un pericolo costante per la difesa avversaria.
Classifica generale: 1° (+2)

Mohamed Elneny (Arsenal)
Il centrocampista difensivo dell'Arsenal ha fatto un lavoro straordinario sulla mediana a protezione della difesa. Oltre ai dieci interventi difensivi, l'egiziano ha confezionato gli assist per entrambi i gol risultando decisivo nel 2-2 finale che ha qualificato la sua squadra nel ritorno in trasferta.
Classifica generale: 27° (+88)

Amadou Haidara (Salisburgo)
Haidara ha segnato il secondo gol della serata per il Salisburgo che da quella marcatura ha iniziato la straordinaria rimonta con tre gol in appena quattro minuti. Il centrocampista maliano è stato un trascinatore nella qualificazione della sua squadra ai danni della Lazio.
Classifica generale: 28° (+67)

Florian Thauvin (Marseille)
Insieme al compagno di reparto Payet, Thauvin è entrato nella Squadra della Settimana grazie al suo gol e assist nel 5-2 sul Leipzig. Molte delle sue statistiche rispecchiano quelle di Payet.
Classifica generale: 20° (+33)

Attaccanti

Danny Welbeck (Arsenal)
L'attaccante inglese ha segnato un gol decisivo nella difficile trasferta di Mosca contribuendo in maniera decisiva alla qualificazione della sua squadra in semifinale. Per Welbeck è il terzo gol nelle ultime tre partite di UEFA Europa League.
Classifica generale: 9° (+11)

Fredy Montero (Sporting)
Montero ha segnato un gol a inizio gara che ha riacceso le speranze di qualificazione dello Sporting dopo il 2-0 dell'andata dell'Atlético. L'attaccante colombiano non ha mai smesso di credere nella rimonta e in partita ha conquistato tre calci d'angolo, vinto tre duelli aerei e tirato tre volte in porta.
Classifica generale: 39° (+65)

In alto