Tutto sulla finale di UEFA Europa League

Tutte le reazioni alla sfida dell'Amsterdam Arena.

di Fabio Balaudo 
In diretta0

Molti tifosi del Chelsea FC presenti ad Amsterdam hanno festeggiato fino a tarda notte la vittoria nella finale di UEFA Europa League, ma tanti altri hanno dovuto contenere la propria euforia alzandosi presto per andare all'aeroporto di Schilpol e tornare a Londra.

Più blu che rosso all'aeroporto, senza dubbio. Un viaggio di ritorno per Lisbona certamente lungo per i tifosi dell'SL Benfica che avranno modo di ripensare all'amara sconfitta. 

©AFP/Getty Images
'Il corner finale colpisce ancora', titola Süddeutsche Zeitung. Il riferimento è ovviamente quello alla rete di Didier Drogba Blues nella scorsa finale di UEFA Champions League. Un gol, di testa su calcio d'angolo, che regalava ai Blues i supplementari contro l'FC Bayern München.

L'articolo prosegue: "Ancora una volta basta un gol nel recupero. Il Chelsea FC vince l'Europa League grazie a un colpo di testa al 93'. Il Benfica ha giocato bene ma dopo 51 anni, l'attesa continua". 

 

'Il Chelsea Comanda' è il titolo d'apertura dell'olandese De Telegraaf mentre in un altro articolo scrive 'Gli Orange brillano con Kuipers', arbitro della finale di UEFA Europa League.

Il quotidiano aggiunge: "Bjorn Kuipers ha datto all'Europa League un riflesso Arancione. Un bel finale per una giornada dove gli olandesi hanno assistituo a una bella amichevole nel centro della città prima del calcio d'inizio. L'ex attaccante dell'Olanda Patrick Kluivert ha portato il trofeo allo stadio e la città è stata vista da circa 175 milioni di telespettatori".

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.
'Petr Čech di nuovo sul trono', titola il quotidiano sportivo ceco Sport, che sottolinea come il portiere sia solo il secondo giocatore ceco dopo Vladimír Šmicer ad aver vinto i due trofei europei più prestigiosi. Ricorda anche coma sia uno degli otto giocatori cechi ad aver vinto la Coppa UEFA o la UEFA Europa League, insieme a Šmicer, Jiří Němec, Radoslav Látal, Patrik Berger, Radek Šírl, Tomáš Hübschmann e Tomáš Ujfaluši.

Il portiere ha poi commentato la seconda vittoria europea in due anni: "Questa è più pesante", ha sorriso. "La strada è stata lunga e tortuosa, quindi è una grande soddisfazione aver vinto".

 

©Getty Images
I quotidiani sportivi serbi Sportski žurnal e Sport si soffermano sul successo del capitano della nazionale Branislav Ivanović, che ha segnato il gol vittoria: "giocatore per tutti i ruoli e di alta classe". Sportski žurnal titola ’Bane (il soprannome di Ivanović) per l'eternità'.

Politika titola ’Ivanović vince la coppa per il Chelasea' prima di aggiungere che la finale è stata "una grande partita, dove abbiamo visto due grandi squadre e che è stata decisa dalla rete di Ivanović".

 

In Russia, Sport-Express parla della finale di UEFA Europa League sottolineando che l'SL Benfica era stata la squadra più pericolosa prima dell'intervallo. "Le Aquile erano molto vivavi fin dall'inizio e hanno dato molti grattacapi a Petr Čech, ma i Blues sono riusciti a resistere mentre gli avversari sono stati imprecisi".

Sovetski invece apre con il titolo 'Nuove coppe per la bacheca del Chelsea', aggiungendo che nella prima metà della finale il Benfica "ha fatto tutto quello che voleva nell'area di Čech a parte mettere la palla in rete".

©Getty Images
'Dolore 90' è il titolo di A Bola, che si riferisce alla seconda sconfitta per l'SL Benfica nei minuti di recupero dopo quella rimediata sabato in campionato contro l'FC Porto.

Record dice che il "Destino è nel recupero" riferendosi non solo alle ultime due sconfitte del club di Lisbona ma anche a Béla Guttmann. "Una grande prestazione in Europa League si è chiusa in lacrime", scrive sulla sua versione online. "Non potrebbe essere più crudele di così".

 

Per il quotidiano sportivo di Torino Tuttosport, quella di ieri sera ad Amsterdam è stata la "Festa d'addio di [Rafael] Benítez'. E aggiunge: "[Branislav] Ivanović all'ultimo assalto manda KO il  Benfica nella finale di Europa League; rinasce anche [Fernando] Torres".

La Gazzetta dello Sport titola 'Urlo Benitez, il Chelsea conquista l'EuroLeague,' spiegando che il "Chelsea vince un altro trofeo europeo dopo la Champions dello scorso anno, mentre il Benfica perde un'altra gara decisiva nei minuti di recupero".

 

©AFP/Getty Images

 

©Sportsfile

El Pais sottolinea le prestazioni di Juan Mata e Fernando Torres ma rende onore soprattutto a Rafael Benítez. "Il Chelsea ha mostrato la sicurezza dei campioni, che sono sicuri che prima o poi vinceranno", scrive. "Dando fiducia ai suoi attaccanti, con Mata e Torres su tutti, Rafa Benítez, che non ha fatto sostituzioni, diventa il secondo tencico dopo Giovanni Trapattoni, a vincere il trofeo con due squadre diverse".

 

©Getty Images

 

I quotidiani iberici oggi danno importanza soprattutto al duo spagnolo del Chelsea FC, Juan Mata e Fernando Torres. AS sottolinea come entrambi siano entrati a far parte del ristretto gruppo che ha vinto sia con il Chelsea che con la nazionale spagnola. "Il trionfo in Europa League arricchisce i giocatori spagnoli a Londra. Fernando Torres e Juan Mata ora hanno sei titoli in bacheca".

 

'Chelsea benedetto, Benfica maledetto', questa l'apertura de L'Équipe. Per il giornale francese questa la differenza tra le due squadre: "Un gol nel recupero di Ivanović ha dato ai londinesi il secondo trionfo continentale in due anni".


"Invece, i giocatori della squadra di Lisbona vivono un vero e proprio tabù con la settima sconfitta consecutiva in una finale europea e un finale di stagione che sta diventando un incubo I Blues hanno avuto un grande spirito, contro una squadra portoghese che sembrava avere il controllo".

 

L'ex terzino di Chelsea FC e Inghilterra Graeme Le Saux ha elogiato Rafael Benítez dopo il successo di ieri sera ad Amsterdam. "Rafael Benitez ha gestito la squadra e i giocatori come un'unità unica", ha detto. "Ha galvanizzato la squadra. I giocatori hanno un obiettivo comune. Il merito è suo".

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

In Grecia, GoalNews si dispiace per l'SL Benfica, sottolineando come la sconfitta contro l'FC Porto del finesettimana possa essere costata cara ai portoghesi. "Tristezza Benfica", scrive. "In solo quattro giorni, rimedia due sconfitte dolorose nei minuti di recupero, contro Porto e Chelsea".

SportDay continua sulla stessa linea, sottolineando la sfortuna dei lusitani, che hanno perso così sette finali europee di fila. "Béla Guttmann colpisce ancora", scrive.

 

Il giornale montenegrino Vijesti titola: 'Ivanović regala la gloria europea al Chelsea, continua il tabù Benfica'. "Mentre i londinesi festeggiano un'altra coppa, le Aquile di Lisbona perdono la settima finale europea consecutiva, pochi giorni dopo la dolorosa sconfitta contro il Porto nella gara decisiva per il campionato portoghese". E continua: "Rafael Benítez lascerà il Chelsea, ma a testa alta e dopo aver lasciato un segno indelebile nella storia del club".

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.
In Inghilterra il Guardian apre con 'Re d'Europa': "Ivanović segna il gol vittoria nel recupero contro il Benfica e il Chelsea vince il trofeo in una finale emozionante".

"La squadra di Benítez subisce la pressione e ringrazia l'imprecisione del Benfica", scrive. "La formazione di Jorge Jesus la schiaccia ma è troppo macchinosa davanti alla porta".

 

 

Rafael Benítez, allenatore Chelsea: "E' una serata speciale per tutti i protagonisti. Quando si gioca una finale e la si vince, c'è sempre soddisfazione. Sono molto felice per Fernando Torres. Molti pensano che lui sia uno dei principali motivi per cui sono qui e ha lavorato duro sulle sue condizioni insieme allo staff tecnico. Sono felice per il suo gol e per la vittoria".

©AFP/Getty Images

 

 

 

 

Jorge Jesus: "E' stata una finale tra due grandi squadre. Abbiamo giocato una grande finale ma ci è mancata la fortuna che meritavamo".

©Getty Images

 

 

 

Fernando Torres: "E' stata una strada difficile fino ad Amsterdam e questa una partita molto dura. Nel primo tempo non abbiamo giocato bene, dovevamo cambiare la mentalità e nella ripresa siamo riusciti a farlo".

©AFP/Getty Images

 

 

 

 

Il Chelsea FC festeggia la vittoria per 2-1 nella finale di UEFA Europa League contro l'SL Benfica.

©Getty Images

 

 

 

Branislav Ivanović: "E' una grande sensazione, questa squadra lo meritava; abbiamo avuto una stagione difficile con tante partite. Adesso è ora di festeggiare".

©Getty Images

 

 

 

LE FORMAZIONI

SL Benfica: Artur; Almeida, Luisão, Garay, Melgarejo; Pérez, Matić, Gaitán, Salvio; Rodrigo, Cardozo.

Chelsea FC: Ćech; Azpilicueta, Ivanović, Cahill, Cole; David Luiz, Lampard; Ramires, Mata, Oscar; Torres.

 

I vincitori di 'The Race', André e Nuno, hanno postato un bel video, ma il grosso lo ha fatto e lo dovrà comunque fare la squadra. "Siamo felicissimi di aver vinto questa iniziativa, anche perché tutto dipendeva dal risultato contro il Fenerbahçe in semifinale. Da una parte eravamo tesi, dall'altra però anche orgogliosi, perché il nostro destino era legato a quello dell'amato Benfica."

Riguardo alla finale, Nuno ha poi aggiunto: "Penso che il Chelsea sia favorito, ma il Benfica non parte di certo spacciato e potrebbe vincere questo trofeo."

Scoprite qui come i due ragazzi portoghesi hanno battuta la concorrenza dei tifosi del Chelsea e vinto 'The Race'.

 

©Sportsfile

 

 

 

E qui quello del Chelsea FC...

 

©Getty Images

 

 

 

Queste sono immagini in esclusiva da dietro le quinte della Amsterdam ArenA. Ecco lo spogliatoio dell'SL Benfica.

 

©Getty Images

 

 

A Piazza Dam, nel pieno centro storico di Amsterdam, una folla piuttosto numerosa si sta raccogliendo attorno agli artisti di strada che caratterizzano questa parte della città. Vicino al monumento nazionale, un uomo indossa la maschera di Freddy Kruger, vicino al neoclassico Palazzo Reale ce n'è invece uno vestito da morte, con la falce e il cappuccio.

Ma il più curioso di tutti è un uomo che assomiglia a Eric Idle completamente vestito dalla testa (un cappello a forma di coppa) ai piedi (le ciabatte del club) con il merchandising dell'SL Benfica. Non proprio un artista di strada, ma i tifosi portoghesi sembrano più che soddisfatti.

 

©Getty Images

 

 

 

Ancora una prova delle condizioni meteorologiche profondamente cambiate... Il blu è di certo il colore predominante in questa foto!

 

©Getty Images

 

 

Sono ad Amsterdam da lunedì, e finora il cielo è sempre stato coperto di nubi. Adesso però, a poche ore dal calcio d'inizio della finale di UEFA Europa League, finalmente è apparso anche il sole, e come si può vedere alle spalle di questi due estatici tifosi dell'SL Benfica, anche il tempo sembra volere contribuire a fare della gara di stasera una vera e propria festa del calcio.

 

©Sportsfile

 

 

Sono ancora a Piazza Dam, dove una bandiera canadese attrae la mia attenzione. Cosa ci fa qui? Appartiene al fan club dell'SL Benfica di Toronto! Sono ben 30 i tifosi che hanno attraversato l'oceano per assistere alla finale di questa sera; alcuni di loro sono nati in Portogallo, alcuni hanno addirittura incontrato membri della loro famiglia mai visti in precedenza!

Amsterdam è come una cartolina nelle ore che precedono la finale di UEFA Europa League. Sono arrivati tifosi da tutte le parti del mondo, come questi del Benfica che appartengono al fan club di Toronto.

Lungo Oudezijds Voorburgwal incontriamo un furgoncino con la targa portoghese e otto passeggeri confusi, che mostrano la stessa faccia dei ragazzi all'uscita dalla discoteca nelle prime ore del mattino. Beh, chiunque, dopo un viaggio di 2.250km, mostrerebbe probabilmente la stessa espressione...

Il viaggio da Lisbona è durato 24 ore, veniamo informati dopo un veloce calcolo. Vedendoli troppo stanchi per una vera e propria intervista, abbiamo deciso di porre loro una sola domanda: pensate che il Benfica ce la possa fare? "Se non lo credessimo, non saremmo venuti fino a qui," è stata l'immediata risposta. Dovesse andare diversamente, il viaggio di ritorno di domani sembrerà di certo ancora più lungo.

 

©Getty Images

 

 

 

Sto andando allo stadio a Amsterdam in vista della finale di UEFA Europa League tra Benfica e Chelsea.

All'ingresso della lobby di questo elegante hotel, è impossibile non notare due ospiti dall'aspetto insolito. Tra funzionari e volti noti del calcio europeo, in febbrile attesa della gara di questa sera vi sono anche André Fonseca e Nuno Pascoal, intenti a sorseggiare un caffé. Facilmente riconoscibili nelle loro magliette dell'SL Benfica, André e Nuno non credono ancora di avere trionfato a 'The Race', l'iniziativa che ha consentito loro di vincere un viaggio all-inclusive per assistere alla finale 2013 di UEFA Europa League. 

Sorteggiati tra centinaia di candidati, André ha ammesso che il merito è tutto del suo compagno. "È stata un'idea di Nuno, ispirato dalla grandezza del Benfica. Il nostro cammino è simile a quello che il Benfica ha compiuto per arrivare alla finale: abbiamo dovuto superare molti ostacoli, ma con determinazione e ambizione eccoci finalmente qui!"

Scoprite qui come i due ragazzi portoghesi hanno battuto la concorrenza dei tifosi del Chelsea e vinto 'The Race'.


©Sportsfile

 

 

 

 

@one_nil_up: Quale squadra si laureerà campione?

@UEFAcomSamA: Penso che alla fine la spunti il Chelsea per un solo gol di differenza. La gara potrebbe andare ai supplementari ed essere decisa da una rete nel finale di Fernando Torres. Qualsiasi cosa accada, mi aspetto una partita divertente, giocata con atteggiamento offensivo da parte di entrambe le squadre.

@UEFAcomHugoP: È una sfida da 50-50. Se dovessi scegliere una squadra, allora direi il Benfica, che secondo me è maggiormente motivata: basti pensare che non vince una coppa europea da oltre 50 anni! 1-0 per il Benfica.

@gurmss: Che gara giocherà questa sera Fernando Torres?

@UEFAcomSamA: Negli ultimi anni ha sempre fatto bene nelle gare che contano: la scorsa stagione ad esempio è andato a rete sia nel ritorno della semifinale di UEFA Champions League in casa dell'FC Barcelona che in finale a UEFA EURO 2012. È un giocatore che predilige segnare nelle gare importanti: non mi sorprenderebbe se vi riuscisse anche oggi.

@UEFAcomHugoP: Sarà pericoloso come sempre, ma i difensori del Benfica saranno all'altezza della situazione.

 

©Sportsfile

 

@jcotrim21: Quale pensi possa essere l'undici iniziale di Benítez? Quello del Benfica è virtualmente certo.

@UEFAcomSamA: Rafael Benítez è spesso imprevedibile, ma non riesco ad immaginare troppe sorprese per quanto riguarda l'undici iniziale. Lo spagnolo ha dovuto fronteggiare alcuni infortuni dei suoi ragazzi, ma una gestione intelligente del turnover ha consentito ai Blues di ottenere ottimi risultati in un momento molto febbrile della stagione.

 

©Getty Images

 

@Mimmo_25: Dopo la sconfitta in campionato contro il Porto, in che condizioni il Benfica arriva a questa gara?

@UEFAcomHugoP: La sconfitta è durata solo 24 ore, dopodiché, come diciamo in Portogallo, la squadra ha sostituito il 'chip' e ora è concentrata al 100% sulla finale di questa sera.

 

©AFP/Getty Images

 

 

@takashishoji: Quale formazione dovrebbe schierare il Chelsea?

@UEFAcomSamA: Con il modulo a una punta e diversi centrocampisti di qualità il Chelsea ha ottenuto ottimi risultati, quindi non vedo perché vi si debba rinunciare proprio per la gara più importante.

 

©Getty Images

 

@_CFCfansBD_: Qual è il giocatore del Benfica al quale il Chelsea dovrà fare maggiore attenzione?

@UEFAcomHugoP: A parte all'attaccante Óscar Cardozo, il Chelsea dovrà fare molta attenzione a Nicolás Gaitán, un giocatore offensivo di grande talento.

@DolfiThomas: Quanto peserà stasera l'assenza di Eden Hazard? Può il Chelsea sopperire anche a quella di John Terry?

@UEFAcomSamA: Come detto in precedenza, l'assenza di Eden Hazard è molto pesante per il Chelsea. Quest'anno il belga ha deciso diverse partite, non ultima quella contro l'AC Sparta Praha nei minuti di recupero del ritorno dei sedicesimi di finale: senza quella rete, la campagna del Chelsea in UEFA Europa League non sarebbe praticamente nemmeno iniziata. In quella posizione i Blues possono però contare su giocatori del calibro di Oscar e Juan Mata, ed è per questo che l'assenza di Terry potrebbe essere ancora più pesante, soprattutto dal punto di vista psicologico. Non dimentichiamo però che lo scorso maggio la squadra ha fatto bene anche senza di lui nella finale di Monaco di Baviera.

 

©Getty Images

 

@Waz_4: Chi sarà il difensore chiave per il Benfica?

@UEFAcomHugoP: Capitan Luisão è un centrale molto esperto, oltre che un punto di riferimento per squadra e società. Tatticamente è molto importante, ed è in grado di motivare i suoi compagni.

 

©Getty Images

 

@MohamedJacayl: Credi che schierare David Luiz a centrocampo renderebbe il Chelsea più forte?

@UEFAcomSamA: Sì, e per un motivo ben preciso. David Luiz è un ex giocatore del Benfica, che a Lisbona conoscono molto bene... come centrale difensivo. Da mediano ha dimostrato di poter essere utile alla squadra in entrambe le fasi, ma la possibile assenza di John Terry costringerebbe Rafael Benítez a schierarlo più indietro.

 

©Getty Images

 

@HeyJaysOOn: Pensi che la finale si possa decidere ai rigori?

@UEFAcomSamA: Lo dubito. Pur rischiando di contraddire quanto affermato in una risposta precedente, entrambe le squadre hanno un gene offensivo e, molto importante, giocano con l'intenzione di segnare. Petr Čech (nella foto) ha risposto alla stessa domanda nella conferenza stampa di ieri, dichiarando che quest'anno preferirebbe vincere prima dello scadere del tempo regolamentare, anche se nella finale di UEFA Champions League dell'anno scorso è stato l'eroe dei calci di rigore.

@UEFAcomHugoP: È sempre possibile. Entrambi i portieri sono ottimi interpreti del loro ruolo, e potrebbero effettuare interventi decisivi.

 

©Getty Images

 

 

@MaroucheSam: Il lato debole di entrambe le squadre è di certo la difesa: ti aspetti una gara ricca di gol o magari un risultato meno eclatante, tipo 1-0?

@UEFAcomSamA: È curioso, è un'opinione che ho sentito da più parti, anche se entrambe le compagini hanno difeso a tratti molto bene, soprattutto quando i rispettivi attacchi hanno segnato di meno. Le finali di solito non regalano molte reti, per cui non mi aspetto di certo un festival del gol, ma sono certo che nel 2001 molti esperti dissero lo stesso prima di Liverpool FC v Deportivo Alavés.

@UEFAcomHugoP: Sarei sorpreso se assistessimo ad una gara con molti gol. Si tratta di una finale e penso che entrambe le squadre giocheranno con molta cautela.

@eddiebellamy: Qual è il giocatore chiave di ognuna delle due squadre? E chi potrebbe decidere la partita?

@UEFAcomSamA:
Eden Hazard avrebbe potuto risultare decisivo per il Chelsea, ma il belga salterà la partita per infortunio, e quindi toccherà probabilmente a Frank Lampard dirigere l'orchestra. Nel weekend ha infranto il record di gol nella storia del club, ed è davvero in gran forma. Nelle fila del Benfica è difficile non identificare in Óscar Cardozo (nella foto) l'uomo più pericoloso, ma attenzione anche a Nicolás Gaitán.

@UEFAcomHugoP: L'esperienza di Lampard potrebbe risultare decisiva. Nel Benfica, Nemanja Matić lavora tantissimo e potrebbe interrompere numerose trame di gioco del Chelsea.

 

©Getty Images

 

 

@EldoCR: Qual è il giocatore più pericoloso di questa finale di UEFA Europa League?

@UEFAcomSamA: Dal punto di vista del Chelsea, per me il giocatore più pericoloso del Benfica è Nemanja Matić (nella foto). Non di certo sotto porta, bensí perché il serbo è fondamentale nell'interrompere la manovra avversaria e nel bloccare le iniziative e gli inserimenti dei centrocampisti avversari, che sono l'arma in più dei Blues.

@UEFAcomHugoP: Óscar Cardozo. Davanti alla porta è un attaccante letale.

 

©Getty Images

 



 

@NugieGABE: Quale squadra vincerà la UEFA Europa League? #UELFinal

@UEFAcomSamA:
I tifosi di entrambe le squadre ritengono il Chelsea leggermente favorito. L'anno scorso gli inglesi hanno battuto il Benfica ai quarti di UEFA Champions League, e nonostante entrambe le compagini siano cambiate da allora, il Chelsea si presenta a questo appuntamento nel miglior stato di forma. Detto questo, e sfruttando uno dei luoghi comuni più tipici del calcio, una finale fa sempre storia a sé, e secondo me non c'è nemmeno grande differenza tra le due squadre.

@UEFAcomHugoP: Come ha detto il tecnico del Chelsea in conferenza stampa, è una gara da 50-50. In finale non vi è mai una squadra favorita.

 

©Getty Images

 




 

Volete sapere qualcosa riguardo la finale di UEFA Europa League di questa sera? Inviateci le vostre domande via Twitter e i nostri esperti vi risponderanno a partire dalle 16.00CET.

L'atmosfera si sta facendo sempre più elettrizzante ad Amsterdam, che si sta riempiendo di tifosi in vista della finale di questa sera. Stanno arrivando via mare, via terra e via cielo, da Londra, Lisbona e anche da più lontano. Alcuni turisti sembrano sorpresi di vederli, mentre gli abitanti della città erano pronti ad accoglierli. Molti li osservano passare dalla porta delle loro case, e le strade e i canali si riempiono del colore delle magliette delle due tifoserie.

In alcuni bar e ristoranti predomina il rosso, in altri invece il blu, le sciarpe e le bandiere sventolano comunque allegre. Nulla a che vedere però con il localino in una strada secondaria nel quale abbiamo appena pranzato. Tanti quadri e poster alle pareti, ma nulla di inerente al calcio: forse un rifugio dalla febbre da stadio che ha assalito la città, mi sono chiesto? Finché non ho riconosciuto la canzone in sottofondo: Chelsea Hotel #2 di Leonard Cohen...

 

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

Il quotidiano portoghese O Jogo è ottimista, e sottolinea come l'ultimo successo europeo dell'SL Benfica sia giunto 51 anni fa proprio ad Amsterdam. O Jogo rivela inoltre come ben 30 aerei di tifosi delle Aquile partiranno oggi dal Portogallo con destinazione Amsterdam.

I media portoghesi riportano tutti lo stesso aneddoto. Dopo aver vinto due Coppe dei Campioni consecutive nelle stagioni 1960/61 e 1961/62, il tecnico ungherese Bela Guttmann lasciò Lisbona pronunciando le seguenti parole: "Senza di me il Benfica non vincerà più alcuna coppa europea". La maledizione di Bela Guttman è un argomento molto noto in Portogallo, e dopo sei finali perse i tifosi vogliono a tutti i costi vederla sfatata una volta per tutte.

 

©Getty Images

 

 

L'ex attaccante dell'SL Benfica Nuno Gomes, attualmente in forza ai Blackburn Rovers FC, è convinto che il Benfica possa battere il Chelsea FC in virtù della pericolosità dei suoi attaccanti. "Scommetto che giocheranno Cardozo e Lima là davanti," ha dichiarato il 37enne centravanti al quotidiano Record. "Jorge Jesus ha ricreato la magia del Benfica, che era andata perduta". Il quotidiano paragona inoltre Maxi Pereira, il forte terzino destro che salterà la finale per squalifica, e l'ex centrocampista Diamantino Miranda, che a sua volta non giocò la finale di Coppa dei Campioni 1988 per un infortunio al ginocchio.

 

©Getty Images

 

 

'Un posto nella storia' è il titolo scelto dal quotidiano portoghese A Bola per descrivere ciò che mette in palio la finale tra SL Benfica e Chelsea FC. L'edizione odierna analizza a fondo le due squadre e prevede che il tecnico Jorge Jesus giocherà con Óscar Cardozo come unica punta, con Nicolás Gaitán in qualità di regista al posto di Lima.

Seguite @EuropaLeague e ritwittate questo tweet: potreste vincere un pallone della finale di UEFA Europa League autografato da Falcao! Il vincitore verrà estratto nel momento in cui verrà raggiunta la soglia di 8.000 retweet!

L'edizione odierna del quotidiano inglese Telegraph individua i cinque fattori che potrebbero decidere la finale di questa sera.Il primo è il duello tra il centrocampista difensivo dell'SL Benfica Nemanja Matić e Juan Mata dell'Chelsea FC. "Matić è un giocatore molto importante per il Benfica," vi si legge. "Da mediano, il possente serbo si occupa di coprire bene la difesa e interrompere la manovra avversaria. Inoltre è in grado di inserirsi con buon tempismo: detto questo, non sarà facile per lui frenare Juan Mata, bravissimo a muoversi tra le linee. I suoi movimenti e il suo fiuto del gol potrebbero mettere in seria difficoltà Matic, soprattutto nel momento in cui il Chelsea dovesse dominare il possesso palla."

Non sorprende che tra i cinque fattori vi sia anche Óscar Cardozo, in un ottimo momento di forma, così come l'importanza delle palle lunghe provenienti dalla difesa. Il quotidiano sottolinea inoltre la centralità del duello tra Fernando Torres e Luisão. "Fernando Torres è nuovamente sbocciato in Europa League, dove è apparso più concentrato e fortunato che in Premier League," vi si legge. "Approfittando della non convocabilità di Demba Ba [che quest'anno ha già partecipato al torneo con la maglia del Newcastle United FC], l'attaccante spagnolo ha segnato diverse reti decisive. Sarà interessante scoprire se vi riuscirà anche stasera contro un centrale difensivo dall'enorme esperienza come Luisão."

 

©Getty Images

 

 

 

Tra le varie iniziative che vi proporremo in vista della finale di UEFA Europa League c'è anche un'interessante sfida. L'appuntamento è per dopo, tenete gli occhi aperti su @EuropaLeague.

Il tempo di oggi ad Amsterdam assomiglia molto di più a quello di Londra che non a quello di Lisbona: il cielo è coperto e il termometro fatica a raggiungere i 10° C. Non proprio le condizioni migliori per i circa 600.000 ciclisti della città, ma almeno non sta piovendo. Addirittura pare che il calcio d'inizio potrebbe essere accompagnato dalla presenza di quella cosa gialla e rotonda che si dice dimori al di sopra delle nuvole...

L'edizione odierna del quotidiano olandese De Telegraaf contiene un'intervista del viceallenatore del Chelsea FC Boudezijn Zenden (nella foto, a destra) e della sua "Masterclass al Chelsea", il suo corso di perfezionamento presso gli attuali campioni d'Europa. L'ex centrocampista dell'Olanda, 54 presenze in carriera con la maglia degli Oranje, intravvede la possibilità di scrivere la storia. "Possiamo diventare il primo club a detenere contemporaneamente l'Europa League e la Champions League," ha dichiarato. "Tra 10 giorni dovremo consegnare la coppa con le orecchie [la UEFA Champions League] alla squadra che s'imporrà a Wembley, ma se battiamo il Benfica, fino alla finale di Londra avremo entrambi i trofei."

Zenden, che in carriera ha vestito tra le altre le maglie di PSV Eindhoven, FC Barcelona, Chelsea FC, Liverpool FC e Olympique de Marseille, ha avuto parole d'elogio per l'ex difensore dell'SL Benfica David Luiz. Il 26enne centrale è stato uno dei migliori quest'anno, e potrebbe ricoprire un ruolo molto importante nel momento in cui John Terry non dovesse recuperare in tempo per la gara di stasera. "Lui [David Luiz] è un giocatore che sta crescendo in modo impressionante, e che ha ancora ampi margini di crescita," ha detto Zenden. "Terry è il nostro leader, ma Luiz è decisamente sulla strada giusta. Può giocare al centro della difesa e a centrocampo. La domanda è se rimarrà con noi, e questo dice molto sull'enorme crescita che sta avendo."

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

 

 

 

Sembra che il manager del Chelsea FC Rafael Benítez avesse buoni motivi per restare cauto quando gli erano state chieste notizie sulle condizioni di John Terry. Durante la seduta di rifinitura all'Amsterdam ArenA, il 32enne ha corso un po' con i compagni per poi sedersi in panchina.

©Getty Images

 

 

 

 

Óscar Cardozo (nella foto alla Amsterdam ArenA) è in ottima forma da quando l'SL Benfica è passato in UEFA Europa League, e i suoi sei gol nella fase a eliminazione diretta lo portano a due soli centri di distanza dal capocannoniere stagionale nella competizone, Libor Kozák della S.S. Lazo.

©Getty Images

 

 

 

Rafael Benítez ha terminato la sua conferenza stampa e adesso dirigerà l'allenamento del Chelsea FC. Le parole prima di lasciare la sono state:



Ovviamente si vuole vincere. Siamo professionisti. Analizziamo ogni dettaglio sperando di continuare a far bene.

 


Rafael Benítez:
In ogni partita ti trovi davanti grandi squadre che giocano un calcio votato all'attacco [in UEFA Europa League].

 


Rafael Benítez:
La cosa più importante è aver fiducia di poter far bene, ma ovviamente dipende anche dall'altra squadra

 


Rafael Benítez:
Non vedo favoriti. Jorge Jesus è un buon manager, loro hanno avuto una grande stagione sia in campionato che in Europa. Sarà una bella finale, loro hanno esperienza ma anche noi ce l'abbiamo.

 


Rafael Benítez:
Essere arrivati fino a qui dimostra che abbiamo fatto bene

 


Rafael Benítez
inizia con un aggiornamento su un infortunio: Hazard non sarà a disposizione; John,vedremo come si sente domani. Non è un infortunio serio, ma vedremo oggi e domani.

 

Petr Čech e Frank Lampard sono andati a prepararsi per l'allenamento. Rafael Benítez è rimasto da solo in conferenza stampa ...

 


Petr Čech:
Non importa come si vince una finale europea, l'importante è vincerla

 

Frank Lampard: Tutti noi, sia quelli che sono qui da tanto tempo che i nuovi, vogliamo vincere questo trofeo per il Chelsea.

 


Petr Čech:
Questo Benfica è più forte di quello affrontato la scorsa stagione. Hanno giocatori forti, di talento, veloci ad attaccare. E inoltre sono una squadra molto equilibrata.

 


Petr Čech:
Avevamo degli obiettivi questa stagione e non li abbiamo raggiunti. Ma questa è una partita importantissima che può fare la storia del club.

 

Frank Lampard, alla domanda se la doppietta nel weekend gli abbia garantito un posto da titolare, sorride e si gira verso un imperturbabile Rafael Benítez.

 


Frank Lampard:
Domani si deciderà il successo della nostra stagione

 


Frank Lampard:
Più si avvicina una finale e più hai voglia di giocarla. Appena siamo atterrati era subito chiaro che si trattava di una finale europea e vogliamo vincerla

 

©Getty Images
Rafael Benítez (Chelsea FC)
Rafael Benítez durante la conferenza stampa

 

A breve la conferenza stampa del Chelsea FC - parleranno Frank Lampard, Petr Čech e Rafael Benítez in vista della finale di domani sera.

 

 Due dei migliori freestyler del mondo, @Freestyleandrew e @Gautivity, ad Amsterdam. http://t.co/s4G8twS7Y6

Frank Lampard parlerà durante la conferenza stampa del Chelsea FC che inizierà tra circa 45 minuti. Molto probabimente ci saranno domande sul record di gol del club, che appartiene a lui dopo la partita di sabato in casa dell'Aston Villa FC.

©Getty Images

 

 

Jorge Jesus ha risposto alla sua ultima domanda e la conferenza stampa è terminata. Quella del Chelsea FC è in programma tra un'ora. Resta su UEFA.com per tutte le notizie da Amsterdam.

 

Jorge Jesus: "Il Benfica si è fatto un nome negli anni '60 ma in questi ultimi anni si è riguadagnato una reputazione – abbiamo recuperato il prestigio internazionale ed è per questo motivo che presisente e società hanno lavorato duramente".

Jorge Jesus: "Penso che le due squadre migliori in Europa League abbiano raggiunto la finale".

 

Jorge Jesus: "La conferenza stampa è piena di giornalisti e questo perchè il Benfica è un club importante. Non è stato difficile lavorare sulla testa dei giocatori [dopo la recente sconfitta contro l'FC Porto] e farli concentrare su questa partita".

 

Jorge Jesus: "Paragonando le prestazioni di Chelsea e Benfica in Europa negli ultimi anni è normale considerare il Chelsea favorito, ma la finale è la finale e il Benfica ha ottime possibilità di vincerla".

 

I giocatori sono partiti per la sessione di allenamento alla Amsterdam ArenA, lasciando il solo tecnico delll'SL Benfica Jorge Jesus davanti ai microfoni: "Finora è la partita più importante della mia carriera - è la finale di UEFA Europa League - è la mia prima finale e sono felice e orgoglioso di essere qui".

 


Luisão: Voglio solo il meglio per il Benfica. Il Benfica lo merita e siamo cresciuti negli ultimi anni. Da capitano mi sento di rappresentare tutte le persone coinvolte al club.

 


Luisão: Possiamo fare la storia per un club come il Benfica; tutte le altre informazioni si dimenticano una volta scesi in campo

 


Luisão:
Eusébio è qui è la sua presenza significa molto. E' un punto di riferimento al Benfica e condividere questi momenti con lui è molto importante per la squadra.

 


Luisão: C'è stata una grande atmosfera in squadra questa stagione e sono orgoglioso di farne parte. Siamo cresciuti e tutti i nuovi arrivati hanno capito subito cosa significa indossare la maglia del Benfica.

 


Luisão: Ci siamo preparati bene e dopo la partita di domenica  [la sconfitta contro l'FC Porto] ci siamo concentrati al 100% su questa finale. Noi guardiamo avanti, non dietro.

 

Luisão adesso ...

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 


Ola John: Il Chelsea è diverso (rispetto a 12 mesi fa]. Sono più giovani e quest'anno non hanno una boa davanti. Sono arrivati in finale e non a caso.

 


Ola John: La finale è speciale ma non penso che sarò più nervoso del solito. Emozionato, ma non nervoso. Ho già giocato grandi partite in passato

 


Ola John: Lampard è ovviamente un ottimo giocatore. Gioca da tanto e può sempre cambiare una partita.Ma il Chelsea è forte come squadre, dovremo stare attenti a tutti.

 

SL Benfica puntualissimo: Luisão, Ola John e Jorge Jesus pronti per la conferenza stampa.

©AFP/Getty Images

 

 

Petr Čech e Frank Lampard parteciperanno alla conferenza stampa del Chelsea FC, in programma alle 19.00CET, insieme al tecnico Rafael Benítez. 

 

La conferenza del Benfica inizierà alle 17.15CET e sarà presieduta da Luisão, Ola John e il tecnico Jorge Jesus

 Platini e Kluivert aprono il mini-campo per la finale di UEFA Europa League ad Amsterdam.

A Kramatweg, il Presidente UEFA Michel Platini ha ufficialmente aperto un mini-capo nuovo, costruito con i fondi del programma sul calcio di base UEFA e per celebrare la finale e il Grassroots Day di mercoledì prossimo.

 

Le luci stradali che portano allo stadio funzionano a energia solare o eolica. Probabilmente oggi sarà più utile la seconda, dato che il vento soffia deciso. Non rende la vita facile allo staff dell'SL Benfica che sta cercando di far trovare tutto pronto alla squadra quando arriverà tra un paio d'ore.

Le Aquile si alleneranno alla Amsterdam ArenA a partire dalle 18.00CET, ma prima Jorge Jesus will parlerà alla stampa alle 17.15.

 

LO SAPEVI? Su otto sfide contro squadre portoghesi il Chelsea FC ne ha vinte sei, collezionando un pareggio e una sconfitta. E' da cinque partite consecutive che batte avversari della Liga portoghese.

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.
DID YOU KNOW? Chelsea FC's record in eight games against Portuguese clubs (two against Benfica, six versus FC Porto) in European competition is W6 D1 L1. They are currently on a five-match winning streak against Liga sides, though all those victories have been by single-goal margins.

 

 Il Chelsea è arrivato in albergo e tra poco pranzerà.

Poco dietro le due panchine c'è il palco dove a fine gara una tra SL Benfica e Chelsea FC riceverà per la prima volta il trofeo della UEFA Europa League. L'area delimitata dai cordoni indica il percorso che i giocatori seguiranno per ricevere le medaglie prima che il Presidente UEFA Michel Platini consegni nelle mani del capitano vincitore il trofeo più pesante tra quelli delle competizioni UEFA.

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

 

 La finale di UEFA Europa League cattura l'attenzione di Amsterdam già a partire dall'aeroporto.

©Getty Images
LO SAPEVI? L'olandese Björn Kuipers sarà l'arbitro della sfida di mercoledì. Anche in occasione dell'ultima finale europea disputata dal Benfica, nel 1990, l'arbitro proveniva dal paese che ospitava la sfida (Helmut Kohl, Austria) e i portoghesi vennero battuti dall'AC Milan a Vienna. Che sia un presagio?


 

Fervono i preparativi all'Amsterdam ArenA, con gli operai impegnati a ultimare tutti i lavori. Sul campo, sotto la copertura chiusa (fuori fa freddo), sono in corso le prove degli eventi pre-partita, che coinvolgono alcune scolaresche ed i loro insegnanti. Il tutto si svolge in un delicato profumo di erba appena tagliata, frutto del lavoro dei due addetti che stanno approntando il terreno di gioco.

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

 

 Il bilancio del Benfica in 31 partite contro club inglesi è di 10 vittorie, 5 pareggi e 16 sconfitte.

 Nicolás Gaitán vuole scrivere un nuovo capitolo nell'illustre storia del Benfica...

LO SAPEVATE CHE? Óscar Cardozo ha segnato in sei delle ultime dieci partite del Benfica contro squadre inglesi. 

©Getty Images

 

 

Nessuna novità sulle condizioni di John Terry ed Eden Hazard: massimo riserbo in casa Chelsea FC. I due sono stati sottoposti ad esami lunedì dopo essere usciti malconci dalla vittoria 2-1 ottenuta sabato contro l'Aston Villa FC. Terry ha lasciato il campo in barella dopo un colpo alla caviglia, mentre Hazard, appena rientrato dopo un problema al polpaccio, è rimasto in campo fino al termine con un problema agli adduttori. Ulteriori sviluppi si conosceranno alle 19.00CET, quando Rafael Benítez parlerà con i media nella conferenza stampa della vigilia all'Amsterdam ArenA.

©Getty Images

 

 

I biglietti per la finale di UEFA Europa League sono esauriti. L'unico metodo per acquistarli era richiederli su UEFA.com dal 3 dicembre 2012 al 18 gennaio 2013, partecipando al sorteggio, o rivolgersi ai due club finalisti. La UEFA controlla costantemente internet e si riserva di ricorrere a vie legali in caso di vendite non autorizzate di tagliandi. La UEFA consiglia inoltre ai tifosi di non acquistare biglietti attraverso tali canali perché nella maggior parte dei casi i tagliandi in questione semplicemente non esistono.

©Getty Images

 

 

Dall'aeroporto Schiphol fino allo stadio, Amsterdam è ammantata con i colori della UEFA Europa League mentre la città si prepara alla finale. Il taxista che mi ha portato in albergo ha avuto un po' di difficoltà nel trovare la strada giusta, ma si è fatto perdonare spiegandomi quando la capitale olandese ami il calcio.

Con orgoglio, mi ha detto che Amsterdam è "una delle città più antiche dell'Europa occidentale" e in seguito quando mi ha visto cercare il percorso per arrivare allo stadio in metropolitana mi ha spiegato che forse era meglio affidarsi ai tradizionali canali cittadini piuttosto che ai mezzi di trasporto moderni. Un'opzione che anche molti tifosi di SL Benfica e Chelsea FC in arrivo in città sicuramente sfrutteranno.

Juan Mata è stato uno dei migliori giocatori della stagione per il Chelsea FC e dopo aver aiutato la sua squadra a guadagnarsi un posto nella prossima UEFA Champions League, il nazionale spagnolo si concentra sulla finale di mercoledì. "Sfidiamo il Benfica, una squadra con una grande storia in Europa che sarà molto difficile da battere come abbiamo visto nell'ultima edizione della Champions League - ha detto il 25enne -. E' vero che qualche giocatore è cambiato, ma la spina dorsale della squadra è la stessa".

"E' una squadra molto competitiva con giocatori come [Óscar] Cardozo, Luisão, Rodrigo, [Maxi] Pereira, [Nicolás] Gaitán, e Pablo Aimar, il mio preferito. Inoltre David Luiz mi ha detto che il loro tecnico analizza ogni dettaglio prima di ogni partita, quindi sarà ancora più difficile. Spero che sarà una bella partita e che potremo festeggiare un altro trofeo con i nostri tifosi. Sarebbe fantastico vincere due trofei in due anni".

©Getty Images

 

 

Il centrocampista del Chelsea FC Frank Lampard ha stabilito il nuovo record di gol per i Blues sabato contro l'Aston Villa FC, ma il suo pensiero è rivolto alla finale di UEFA Europa League e alla possibile assenza di John Terry, infortunatosi nella sfida di Premier League: "Sono dispiaciuto per lui, perché so che cosa ha provato a saltare la finale [di UEFA Champions League] della scorsa stagione, anche se il suo sostegno alla squadra non è mai mancato".

"Se la caviglia è conciata male come sembra, per lui sarà dura non scendere in campo, ma qui si vince e si perde tutti insieme. E' successo lo scorso anno e spero accadrà ancora. Conoscendo John, sarà comunque nello spogliatoio con noi. La sua assenza sarebbe pesante, il suo peso in campo si avverte sempre perché è un leader. La sua grinta contagia il resto della squadra e se non ci sarà, per noi sarà un duro colpo".

©Getty Images

 

 

Questa è l'ultima occasione per modificare la tua squadra per il Fantasy Football della UEFA Europa League prima della fine della competizione. Chi sono i migliori giocatori di Chelsea FC e SL Benfica? Ascolta che cosa ne pensa il nostro Tipster ...

Sarà Björn Kuipers a dirigere la finale di UEFA Europa League di mercoledì.

La preparazione alla finale dell'SL Benfica non è l'ideale dopo la sconfitta rimediata contro l'FC Porto che lascia gli avversari in pole position per il titolo della Liga portoghese a una giornata dal termine.

Sabato sera le cose erano iniziate bene con Lima che aveva portato i padroni di casa in vantaggio ma dopo soli sei minuti Maxi Pereira ha deviato in rete un cross di Silvestre Varela. Nella ripresa Kelvin ha poi segnato il gol vittoria in contropiede.

"Una sconfitta è una sconfitta ma questa fa particolarmente male", ha ammesso Jorge Jesus. "E' successo alla fine, il pareggio andava bene ma il calcio è imprevedibile. E' dura prima della finale di mercoledì dato che la sconfitta lascia delle ferite, è un brutto colpo. Dobbiamo riprenderci ma una sconfitta all'ultimo minuto lascia il segno".

©AFP/Getty Images

 

More than half a century on from SL Benfica's last European trophy, Lima, a member of the SC Braga side defeated in the UEFA Europa League final two years ago, is determined to end the club's long wait.

 

 

 

Nonostante la delusione, l'allenatore dell'FC Basel 1893 Murat Yakin ha voluto elogiare la sua squadra. "Nella ripresa siamo stati colti di sorpresa, ma devo rendere il giusto merito ai miei giocatori", ha detto. "Abbiamo giocato molto bene nel primo tempo. Sapevamo quanto fosse importante non prendere gol, purtroppo ci è sfuggito tutto di mano troppo in fretta nel secondo tempo.

"La squadra è cresciuta, turno dopo turno. Il Chelsea è stato più smaliziato di noi che abbiamo pagato cara la nostra inesperienza. A questi livelli sono i piccoli dettagli a far la differenza".

 

©Getty Images

 

Il tecnico del Chelsea FC Rafael Benítez ha commentato con gioia la qualificazione della sua squadra alla finale del 15 maggio. "Sono davvero felice. I miei giocatori se la sono meritata. Sarà difficile perchè il Benfica è una squadra molto insidiosa, ma noi abbiamo le qualità per potercela fare. E' importante mostrare carattere e continuare a vincere. Ora abbiamo Tottenham e Manchester United [in campionato] ma stiamo facendo bene; mi auguro che la stagione possa finire ancora meglio".

©Getty Images

 

E' tutto per il blog di oggi. Grazie per averci seguito. Per ulteriori aggiornamenti sulle partite di questa sera segui @EuropaMike su Twitter e non perdere le sfida di questa sera in diretta sul MatchCentre di UEFA.com.

 

La situazione dell'FC Basel 1893 in vista della semifinale di ritorno, dopo la sconfitta interna per 2-1 della scorsa settimana e l'inaspettato scivolone casalingo anche in campionato per 3-0 contro l'FC Luzern, è davvero poco incoraggiante: un ruolo importante però lo potrebbe giocare la stanchezza del Chelsea FC.

La stagione del Basilea è iniziata in realtà un mese prima di quella degli inglesi, il 13 luglio invece del 12 agosto, ma il ritmo tenuto dal Chelsea è stato molto più intenso: i Blues questa sera giocheranno difatti la gara numero 64 della loro stagione in otto tornei differenti, un numero che potrebbe salire fino a quota 69 prima del termine della stessa. Il Times ha calcolato alcune statistiche interessanti: Petr Čech ha già giocato 5.115 minuti rispetto ai 4.830 dell'anno scorso, Branislav Ivanović 4.529 (3.629), Juan Mata 4.463 (3.965) e David Luiz 4.428 (3.965). Nelle ultime due stagioni Mata (nella foto, a destra) ha addirittura disputato l'enormità di 123 gare con le maglie del suo club e della nazionale spagnola.

 

©Getty Images

 

 

 

A Stockwell, a sud-ovest di Londra, a circa 6 km da Stamford Bridge, non si parla d'altro che del partitone di questa sera. Riusciranno i padroni di casa a far valere il loro ruolo di favoriti? O dovranno pagare pegno all'enorme numero di gare giocate in questa stagione? E quanto è forte il Fenerbahçe SK in trasferta? Stockwell, si sa, è nota anche come 'Little Portugal', ed è il cuore pulsante dell'ampia comunità portoghese di Londra.
 
Il mio dentista, il dottor Costa, è fiducioso, e questa sera guarderà la partita assieme ad un amico turco in un ristorante portoghese, più un bistrò che non un ristorante nel vero senso della parola. Mentre scruta all'interno della mia bocca aperta, si lascia andare ad un'interssante metafora odontoiatrica riguardo il compito delle Aquile: "La loro fatica è come la placca dentale, ha bisogno di essere grattata e rimossa". La conclusione è tutta in tema: "Sono certo che questa sera sarà tutto bianco." Sarà, ma la mia bocca ora fa un male da morire.

Il Chelsea FC ha iniziato la stagione con la bellezza di sei trofei nel mirino, che però uno dopo l'altro sono finiti fuori dalla distanza di tiro. Ce n'è uno però che può ancora essere colpito: la UEFA Europa League. Questa sera a Stamford Bridge i Blues cercheranno di terminare il lavoro iniziato la scorsa settimana col 2-1 in casa dell'FC Basel 1893: l'obiettivo è la finale di Amsterdam del 15 maggio, che potrebbe mettere fine ad una serie di delusioni iniziata nell'agosto scorso con la sconfitta per 3-2 nell'FA Community Shield contro il Manchester City FC.

A fine 2012 è giunta l'eliminazione in UEFA Champions League, col terzo posto nel girone che comprendeva anche la Juventus, e la sconfitta nella finale del Mondiale per Club FIFA per mano dell'SC Corinthians Paulista, mentre i sogni in Premier League sono svaniti a causa di una serie di sette gare senza vittorie. Nel 2013 poi la compagine londinese è uscita in semifinale di Coppa di Lega contro lo Swansea City AFC e in quella di FA Cup contro il Manchester City.

Dopo due sconfitte in semifinale, Rafael Benítez questa volta non vuole lasciare nulla al caso, memore anche della delusione del 2010, quando il suo Liverpool FC venne eliminato a questo punto della competizione dai futuri campioni del Club Atlético de Madrid in virtù del maggior numero di reti in trasferta segnate dagli spagnoli.

 

©Getty Images

 

 

UEFA.com ha parlato con Ottmar Hitzfeld dell'ottima stagione dell'FC Basel 1893, giunto fino alle semifinali di UEFA Europa League: al ritorno gli svizzeri dovranno però ribaltare l'1-2 subito in casa all'andata dal Chelsea FC. "L'FC Basel ha ottenuto un enorme successo per tutto il calcio svizzero," ha dichiarato il tecnico della nazionale crociata. "Il Basilea è la squadra numero uno del calcio svizzero, il club e il suo presidente Bernard Heusler stanno facendo un lavoro fantastico. E complimenti al tecnico Murat Yakin, che ha forgiato un'ottima squadra, molto forte dal punto di vista tattico. È una compagine solida, che concede poche reti e che in attacco è sempre pericolosa. Si tratta di una squadra sensazionale, che ha l'opportunità di riscrivere la storia raggiungendo la finale."

 

©Getty Images

 


 

L'edizione  odierna del quotidiano portoghese A Bola apre con il titolo 'Attacco finale', alludendo al compito dell'SL Benfica di ribaltare l'1-0 subito nella semifinale d'andata di UEFA Europa League da parte del Fenerbahçe SK. Vi si legge inoltre: "Le Aquile sono a un passo dal raggiungere una finale europea a 23 anni di distanza dall'ultima giocata." L'attaccante Óscar Cardozo, che sta attraversando un ottimo momento di forma, è il protagonista di un articolo nel quale dichiara che la partita di questa sera all'Estádio do Sport Lisboa e Benfica "è la più importante della mia carriera."

Un altro quotidiano nazionale portoghese, Record, proclama: "Volo 2-0 con destinazione Amsterdam. Stadio pieno a supporto del Benfica." Il tecnico del Benfica Jorge Jesus ha dichiarato: "Sono certo che raggiungeremo la finale."

 

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

 

 

I giocatori del Fenerbahce possono già contare sull'appoggio dei loro tifosi! Ehi ragazzi, si tratta solo dell'allenamento!

 

 I giocatori del Fenerbahçe testano l'Estádio da Luz alla vigilia

Volkan Demirel, portiere Fenerbahçe SK: 


Abbiamo grande rispetto per il Benfica. E' una delle migliori squadre in Europa. Noi però siamo avanti e sono quasi sicuro che andremo in finale. Sono molto orgoglioso e vogliamo fare un gran regalo ai tifosi del Fenerbahçe

©Getty Images

 

 

 

Kocaman: "Non siamo qualficati. Sono più forti e avranno i tifosi dalla loro. Ci siamo allenati sui calcio di rigore".

Kocaman: "E' una delle partite più importanti della nostra storia. Le chance di qualificazione sono alla pari anche se siamo avanti 1-0".

 

Murat Yakin:


 Prima di tutto non mi importa delle statistiche. Voglio solo che la mia squadra giochi un bel calcio, un calcio fresco. Abbiamo dimostrato contro il Tottenham cosa sappiamo fare. Saremo coraggiosi, giocheremo con fiducia e forse potremo fare un piccolo miracolo".

©AFP/Getty Images

 

 

 

 Sto cercando di capire a chi appartiene questo bus!

Il Benfica ha lasciato l'edificio... (per effettuare la rifinitura)

Jorge Jesus, tecnico Benfica:


Il nostro obiettivo è di ribaltare il risultato dell'andata, e nonostante l'1-0 sia un punteggio pericoloso, siamo fiduciosi di poter passare il turno. Abbiamo esperienza in Europa e sappiamo cosa fare a questo punto della competizione. Siamo calmi e non cambieremo nulla, abbiamo fiducia e speriamo che i nostri tifosi ci aiutino a raggiungere la finale. Ora siamo più tranquilli, l'1-0 è un risultato recuperabile e non penso che il Fenerbahçe giochi come ha fatto a Istanbul. Sappiamo che in trasferta sono solidi, ma il Benfica in casa è forte, e per questo crediamo di poter centrare la finale.

 

©AFP/Getty Images

 

 

Óscar Cardozo, attaccante SL Benfica: 


Siamo calmi e pronti ad affrontare il Fenerbahçe, un'avversaria ostica, ma dobbiamo batterla se vogliamo disputare la finale. Dobbiamo giocare la nostra partita, creare delle palle gol e segnare. Stiamo giocando bene, dovremo approfittarne per passare il turno. È un momento importante della mia carriera, cercherò di fare il massimo per la squadra e chiedo ai nostri tifosi di venire allo stadio e di aiutarci a raggiungere la finale.

 

©AFP/Getty Images

 

 

 

Benítez: "Sappiamo che loro sono molto forti in trasferta, hanno dimostrato di poter segnare ovunque. Mi preoccupa, ma non ho paura".

 

Benítez: "Credo che il Basilea sia molto pericoloso. Verranno ad attaccare cercando di segnare perchè solo così possono qualificarsi".

 

 Benítez: "Siamo stati bravi ad arrivare fino a qui in una stagione difficile. Adesso faremo il nostro per divertirci domani sperando di raggiungere la finale".

©Getty Images
Rafael Benítez (Chelsea FC)
Rafael Benítez durante l'allenamento della vigilia

 

 

 Benítez: "La mia preoccupazione è che crediamo di essere già in finale. Non è così. Affrontiamo una squadra di qualità che segna anche in trasferta".

 

 Mata: "Queste sono partite molto rischiose. Sappiamo che il Basilea è un'ottima squadra e che merita di essere qui".

 

 Mata: "Da quando Rafa è arrivato ha provato a fare del suo meglio. Ci preparara bene per ogni partita, è un grande manager".

 

 Mata: "Quando sei in semifinale sai che ti manca un piccolo passo, il nostro obiettivo è vincere il trofeo".

©AFP/Getty Images
Allenamento Chelsea FC
I giocatori del Chelsea si preparano alla sfida con l'FC Basel 1893

 

©Getty Images
Frank Lampard (Chelsea FC)
Frank Lampard durante l'allenamento del Chelsea FC in vista della sfida di UEFA Europa League contro l'FC Basel 1893

 

 

Dirk Kuyt, attaccante Fenerbahçe SK:


Abbiamo ottenuto ottimi risultati questa stagione. Ma il calcio è uno sport molto crudele. A fine stagione dobbiamo mettere le mani su un trofeo. Le speranze in campionato sono svanite, ma lotteremo per questo trofeo. Abbiamo battuto grande squadre europee e possiamo ripeterci contro il Benfica.

 

©AFP/Getty Images

 

 

Enzo Pérez, centrocampista SL Benfica:


Pensiamo di poter ottenere il risultato che vogliamo Il Fenerbahce ha giocatori importanti ma la fiducia non ci manca. Con l'aiuto dei tifosi possiamo ribaltare il risultato e raggiungere la finale. La finale sarebbe un passo importante per tutti noi.

 

©AFP/Getty Images

 

 

Le conferenze stampa di oggi:

Il Chelsea FC inizia alle 17.00CET, SL Benfica alle 17.30CET. Il tecnico dell'FC Basel 1893 Murat Yakin parlerà a Stamford Bridge alle 19.15CET poi toccherà al Fenerbahçe SK alle 19.30CET.

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

Alla vigilia della trasferta del Fenerbahçe SK in casa dell'SL Benfica, l'attaccante Moussa Sow ha parlato a UEFA.com della sua vita a Istanbul e di cosa significherebbe per lui giocare la finale di UEFA Europa League.

 

 

 

Domenica il centrocampista del Fenerbahçe SK Cristian ha mostrato molto carattere, realizzando il rigore del 2-1 definitivo a tre minuti dalla fine della sfida contro il Kayserispor. Questo successo consente ai gialloneri di continuare a sperare: qualsiasi altro risultato avrebbe consegnato il titolo di campioni di Turchia nelle mani del Galatasaray AŞ.

Lo scorso giovedì Cristian era scoppiato in lacrime dopo aver fallito un rigore nella semifinale d'andata di UEFA Europa League contro l'SL Benfica, ma aveva poi giocato un buon secondo tempo ed aiutato la propria squadra ad ottenere un importante 1-0 finale. Contro il Kayserispor, il tecnico Aykut Kocaman intendeva tenere a riposo alcuni dei suoi giocatori, ma nella ripresa è stato costretto a mandare in campo Moussa Sow e Dirk Kuyt. Mancano tre gare alla fine del campionato turco, e il Galatasaray ha un vantaggio di sette punti sul Fenerbahçe.

 

©AFP/Getty Images

 

 

L'ex ala della nazionale scozzese Pat Nevin ha introdotto la semifinale di ritorno del Chelsea FC contro l'FC Basel 1893 sulla pagine web del club londinese.

"Il Chelsea dovrà probabilmente disputare la bellezza di 69 gare quest'anno, più di ogni altra compagine di Premier League," vi si legge. "Ora l'attenzione è nuovamente sulla UEFA Europa League e sulla visita del Basilea, una sfida non facile ma di certo gestibile, ammesso che l'atteggiamento sia quello giusto."

"Il Basilea sa che deve venire a Stamford Bridge e segnare due gol. Questo faciliterà la scelta della tattica da parte del suo allenatore, ma un atteggiamento troppo offensivo rischia di lasciare enormi spazi al contropiede inglese."

"Inoltre gli svizzeri dovranno rinunciare al centrale [Aleksandar] Dragovic, squalificato. Per l'ennesima volta il nemico numero uno del Chelsea potrebbe essere la troppa fiducia, e forse anche un po' di stanchezza. Serve molta professionalità: dovesse arrivare, il prossimo viaggio al di là della Manica per una finale europea sarebbe perfetto."

Il portiere dell'FC Basel 1893 Yann Sommer ha parlato a UEFA.com di come non prendre la UEFA Europa League troppo sul serio, della sua bravura sui calci di rigore e di come la sua squadra stia rendendo popolare il calcio svizzero. Scopri quello che lui e il suo tecnico Murat Yakin hanno dichiarato nel filmato seguente.

 

 

"È stato un secondo tempo da campioni," ha dichiarato il tecnico dell'SL Benfica Jorge Jesus dopo il sofferto 2-1 della sua squadra sul terreno di gioco del CS Marítimo a Madeira. "Il Marítimo ci ha creato problemi nel primo tempo, ma nel secondo abbiamo reagito molto bene."

La squadra è atterrata a Lisbona alle 2 del mattino, ed ha trovato ad attenderla 200 festanti tifosi. "Giovedì abbiamo una partita molto importante," ha aggiunto Jesus. "Non abbiamo tempo per nulla, nemmeno per allenarci. Dobbiamo recuperare al più presto per la semifinale di ritorno di UEFA Europa League."

 

©AFP/Getty Images

 

 

A tre giornate dal termine del campionato portoghese, l'SL Benfica ha quattro punti di vantaggio sulle inseguitrici dopo la sofferta vittoria per 2-1 di lunedì sera sul campo del CS Marítimo.

Pareva essere una serata di routine per gli ospiti, dopo che il rigore di Lima aveva sbloccato la gara al quinto minuto. Ma il pareggio di Igor Rossi appena prima dell'intervallo e un buon secondo tempo degli ospiti hanno messo in difficoltà le Aquile, che sono però passate nuovamente a metà ripresa grazie alla seconda rete personale del 24enne attaccante, senza poi più farsi raggiungere.

 

©AFP/Getty Images

 

 

UEFA.com presenta le statistiche più interessanti in vista delle semifinali di ritorno di UEFA Europa League. Eduardo Salvio e il suo SL Benfica hanno stabilito un nuovo record, mentre il Chelsea FC è diventata la prima squadra a vincere l'andata di una semifinale in trasferta. Buone notizie comunque per FC Basel 1893 e Benfica, entrambe battute la settimana scorsa: cinque delle ultime sei semifinaliste di UEFA Europa League sono state costrette a rincorrere le avversarie in semifinale. Questo e molto altro nell'articolo che segue!

 

 

 

Il MatchCentre di UEFA.com è ora in diretta, segui Fenerbahçe SK - SL Benifca e FC Basel 1893 - Chelsea FC.

Cliccate sulla pagina di UEFA Europa League per una copertura completa. 

 

Qui si sta facendo amicizia col nemico, ma nessuno sembra preoccuparsene!

Fernando Torres racconta a UEFA.com come il Chelsea FC sta vivendo la vigilia della sfida contro l'FC Basel 1893 e ammmette che "non è stato facile per nessuno, ma la squadra sta crescendo".

 

 

 

Torres del Chelsea, Streller del Basilea e Cardozo del Benfica sono i giocatori che hanno segnato più reti, quattro, tra quelli rimasti ancora in corsa in UEFA Europa League.

 

Approfittando della splendida giornata, i tifosi dell'FC Basel 1893 hanno cominciato a radunarsi nelle aree verdi di fronte alla St. Jakob-Halle. Si respira fiducia, dopo che in campionato la squadra è volata a 3 sulla più immediata delle inseguitrici, ed anche eccitazione: dopo il Tottenham Hotspur FC, eliminato ai calci di rigore ai quarti, arriva un'altra squadra di Premier League.

Il trionfo del Chelsea FC in UEFA Champions League è di appena undici mesi fa, e l'esperienza dei londinesi potrebbe risultare decisiva a questo punto della competizione. Sono numerosi anche i tifosi dei Blueas, con le loro magliette con la scritta 'Champions League winners'.

 

©Getty Images

 

 

 

 

La stampa turca è realista riguardo le possibilità del Fenerbahçe SK nella semifinale di andata contro l'SL Benfica, e conosce bene la pericolosità degli ospiti in attacco. Il Benfica ha ricevuto molti elogi dalla televisione turca per la gara disputata nel weekend contro lo Sporting Clube de Portugal, e l'ex stella del Fenerbahçe Pierre van Hooijdonk ha dichiarato alla Fanatik Gazetesi: "Il Benfica sembra la compagine più forte, ma il Fener deve avere fiducia nelle sue qualità. La finale è possibile, e non è detto che chi gioca in casa l'andata debba per forza vincere: il Fener può completare il lavoro a Lisbona."

 

©AFP/Getty Images

 

 

Fabian Schär, difensore FC Basel 1893


La gara col Tottenham è stata la più importante della nostra storia, ma ora la semifinale contro il Chelsea FC lo è ancora di più. È stato un anno incredibile per me: sono felice di come sono andate le cose, non credo che avrei potuto sperare in nulla di meglio.

©AFP/Getty Images

 

 

Murat Yakin, tecnico FC Basel 1893:


Sognare non fa per me, sono una persona realista. Se parliamo della finale è perché siamo molto vicini. Ho cercato di trasmettere alla squadra la mia visione, che spero ci possa portare alla finale di Amsterdam, alla quale mancano solamente due gare. Siamo cresciuti partita dopo partita, e se siamo qui non è per fortuna o per caso. In casa abbiamo disputato alcuni ottimi incontri, nei quali abbiamo ottenuto buoni risultati in vista del ritorno. Ora ci servono due gare molto buone, o una perfetta e una normale, per raggiungere la finale: noi ci crediamo.

 

©AFP/Getty Images

 

 

Tutti pronti per l'allenamento.

La squadra effettua la rifinitura.

RB: "Domani non sarà facile. Il Basilea merita di essere in semifinale, è una squadra che corre molto ed è pericolosa in contropiede, dovremo disputare una grande partita."

Torres: "Siamo tutti concentrati sugli stessi obiettivi. Mancano quattro settimane al termine della stagione e c'è un trofeo da inseguire."

Fernando ha parlato per primo: si sta divertendo in Europa League, che spera di vincere prima di tornare a disputare la Champions League il prossimo anno.

Torres e Rafa pronti a rispondere ai giornalisti.

Rafael Benítez e Fernando Torres, rispettivamente tecnico e centravanti del Chelsea FC, risponderanno alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa che inizierà tra pochi minuti al St. Jakob-Park di Basilea.

 

©uefa.com 1998-2013. All rights reserved.

 

 

Nicolas Gaitan, ala Benfica:


Ho iniziato la mia carriera in Argentina al Boca Juniors. Mi è stato detto che l'atmosfera qui è simile a quella della Bombonera. Anche i colori del Fenerbahçe e del Boca sono gli stessi, quindi mi sentirò come a casa. Il Fenerbahçe è molto organizzato e dispone di ottimi giocatori. Ma pensiamo di essere più forti, e il nostro obiettivo è la finale.

 

©Getty Images

 

 

Jorge Jesus, tecnico SL Benfica:


Il Benfica è abituato a giocare gare importanti negli stadi più caldi, da questo punto di vista non credo che il Fenerbahçe possa avere alcun vantaggio. I problemi maggiori verranno dai loro attaccanti. Sappiamo che la qualificazione non si deciderà domani sera, però possiamo ottenere un buon risultato in vista del ritorno. Di solito riusciamo a segnare in trasferta, speriamo di farcela anche domani. Nessuna delle due compagini parte favorita: ognuna ha le sue qualità, sarà una sfida equilibrata.

 

©Getty Images

 

 

Cristian, centrocampista Fenerbahçe:


Sarà una gara fondamentale per noi, ma siamo preparati e non vediamo l'ora di scendere in campo. Il Benfica è un'avversaria fortissima, con tanti ottimi giocatori, una squadra veloce e forte in attacco, dovremo fare molta attenzione e non abbassare mai la concentrazione.

©AFP/Getty Images

 

 

Aykut Kocaman, tecnico Fenerbahçe: 


Ai quarti avevo detto che ogni squadra era in grado di vincere la coppa. Le quattro compagini rimaste in corsa sono molto simili in termini di qualità: saranno i dettagli  a decidere chi disputerà la finale. Il Benfica parte favorito perché ha molta più esperienza di noi, ma a questo punto del torneo le squadre turche giocano sempre con coraggio ed entusiasmo.

 

 

Aykut Kocaman, tecnico Fenerbahçe: 


Io e la mia squadra siamo orgogliosi di giocare la semifinale di una grande competizione europea. È la prima volta per noi, mentre al Benfica è capitato già diverse volte. Per noi è la gara più importante di sempre: speriamo di continuare su questa strada anche negli anni a venire.

 

©Getty Images

 

 

Una delle conferenze stampa più affollate nella storia del Sukru Saracoglu alla vigilia della sfida tra Fenerbahce e Benfica.

Il nostro tecnico Aykut Kocaman assieme a Cristian Baroni durante la conferenza stampa.

Tra poco vi forniremo tutti gli aggiornamenti dalla conferenza stampa del Fenerbahçe SK, che domani affronterà l'SL Benfica.

 

 
©Getty Images
©Getty Image

Domani sera la leggenda del tennis mondiale e tifoso dell'FC Basel 1893 Roger Federer sarà allo stadio per la gara contro il Chelsea CF. Lo svizzero ha rilasciato a proposito un'intervista al Basler Zeitung:


Giovedì sera alle 21.05 sarò al Joggeli [St. Jakob-Park] con [l'altro tennista svizzero] Marco Chiudinelli. Non vediamo l'ora che arrivi la partita, ci sentiamo entrambi un po' come bambini. Ce la può fare il Basilea? Tutto è possibile, si sente che i ragazzi ci credono. La fiducia è la loro arma migliore, possono farcela, ma dovranno credere nelle loro possibilità. In casa l'FCB è molto forte: per me finisce 2-1, e sarà una serata indimenticabile.

 

©Getty Images

 

 

 

Siamo atterrati: domani si gioca una gara di Europa League importantissima. Forza Chelsea!

Il difensore dell'FC Basel 1893 Aleksandar Dragović, pur conscio della forza del Chelsea CF, ha dichiarato alla pagina ufficiale del club tutta la sua soddisfazione per aver raggiunto le semifinali di UEFA Europa League.


Questa semifinale è una cosa incredibile per tutta la squadra. Abbiamo lavorato molto duramente per raggiungerla, e ora siamo molto soddisfatti. L'intera città non parla d'altro: si avverte un entusiasmo incredibile. Tutta la regione e tutta la Svizzera sono con noi: sarà una sfida Davide contro Golia, siamo ovviamente sfavoriti ma faremo del nostro meglio, ma sappiamo che il Chelsea è cento volte favorito.

 

©Getty Images

 

 

Buone notizie dal fronte infortunati per il Chelsea FC in vista della semifinale di UEFA Europa League contro l'FC Basel 1893. Il difensore centrale Gary Cahill, fuori per un infortunio subito il 17 marzo in Premier League contro il West Ham United FC, si è allenato ieri e oggi è partito con la squadra alla volta di Basilea. Stesso discorso per Ashley Cole, fermatosi per un problema alla coscia durante il trionfo in FA Cup contro il Manchester United FC, allenatosi martedì e a sua volta convocato.

 

©Getty Images

 

 

Mostra altri commenti

Fabio Balaudo

Alessandro Massimo, Milan

alessandro.massimo

Alexandr Ustinov, Moscow

Andreas Königl

Andrew Haslam

Andy Brassell, UEFA.com match reporter

Andy James, Dortmund

Artem Nefedyev, St Petersburg.

Aydın Güvenir

Ben Gladwell, Rome

Ben Gladwell, Turin

Berend Scholten, Amsterdam

Berend Scholten, Diest

Bogdan Buga, Kyiv

Carlos Santos, Porto

Chris burke

Christian Châtelet, Parigi

dan.ross

daniele.verri

Delfin Ramirez

Dirk Vermeiren, Istanbul

Emir Tonguç

Eugene Ravdin

EuropaMike

EuropaMike

evgeni.polyakov

Fabio Balaudo

Felix Rober, Munich

Hugo Pietra

Hugo Pietra, Lisbon

Jack Lang

Jamie Reid, London

Jim Wirth

John Atkin

John Atkin, Amsterdam

José Nuno Pimentel

Josh Hershman

Lucy Turner, Ciutat de València

Lucy Turner, Valencia

Marc Uhlmann, Stuttgart

Marco Ghighi

Marcos Prieto, Madrid

mark.pettit

Martyn Hindley, Basel

Martyn Hindley, Basel

Mathieu Jacquet

Nick Aitken, Manchester

Ondřej Zlámal, Prague

Ondřej Zlámal, Prague

Paolo Menicucci

Paolo Menicucci, Milano

Paul Bryan, Madrid

Paul Saffer

Paul-Daniel Zaharia

Paul-Daniel Zaharia, Bucharest

Pedro Gonçalves

Pedro Gonçalves, Lisbon

Philip Röber

Redazione francese UEFA.comRedazione francese UEFA.com

Redazione tedesca UEFA.com

Redazione UEFA.com

Richard van Poortvliet, Donetsk

richard.binks

roberta radaelli

Sam AdamsSam Adams

sam.crompton

Steffen Potter, Francoforte

Tommy Kell

Trevor Haylett

UEFA.com LondraUEFA.com Londra

UEFA.com Russian newsdesk

Vassiliki Papantonopoulou

Vassiliki Papantonopoulou, Athens

Vladimir Bogachov, Grodno

Wayne Harrison

 
 
  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • La parola UEFA EUROPA LEAGUE, il logo della UEFA Europa League e il trofeo della UEFA Europa League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali trade mark non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.