Guida alle città di UEFA EURO 2020: Bucarest

Il Palazzo del Parlamento
Il Palazzo del Parlamento ©Getty Images

Bucarest è...
• La capitale della Romania, nonché l'ex capitale della Valacchia (fino al 1859), del Principato di Romania (fino al 1881) e del Regno di Romania (fino al 1947).
• La città della Steaua Bucarest, vincitrice della Coppa dei Campioni nel 1986.
• La città dove Ilie Năstase ha imparato a giocare a tennis e Constantin Brăncusi ha studiato arte prima di trasferirsi a Parigi.
• La città natale di Henri Coandă, inventore del primo motore a reazione.
• Gemellata con Pechino, San Paolo, Manila, Londra, Mosca, Atlanta e Montreal.

Dove si trova
Principale centro culturale e commerciale della Romania, Bucarest era soprannominata 'Micul Paris' (la piccola Parigi) tra il 1918 e il 1947, prima della radicale trasformazione avvenuta con il comunismo. Situata nel cuore della Panura di Romania, Bucarest si trova a 60 km a nord del Danubio, a 8000 km a est di New York e 7000 km a ovest di Pechino.

L'Arena Naţională ha ospitato la finale di UEFA Europa League 2012
L'Arena Naţională ha ospitato la finale di UEFA Europa League 2012©Getty Images

Arena Naţională
• Completata nel 2011, l'Arena Naţională ha preso il posto dello Stadionul Naţional, che ospitava le partite della nazionale e le finali di Coppa di Romania.
• Il vecchio stadio ha ospitato due concerti di Micheal Jackson e, nel 1983, una famosa gara di qualificazione al Campionato Europeo UEFA vinta 1-0 sull'Italia.
• La partita più importante finora giocata nello stadio è stata la finale di UEFA Europa League 2012, vinta dall'Atlético Madrid sull'Athletic Bilbao per 3-0.
• Lo stadio ha una capienza di circa 55.000 spettatori e un tetto retrattile.
• L'Arena Naţională è a circa 4 km dal centro di Bucarest e 7 km dalla stazione ferroviaria principale.

Come arrivare e come muoversi
L'aeroporto internazionale Henri Coandă è a nord della città, che dispone di una buona rete della metropolitana. Lo stadio non è troppo distante dalla stazione di Piaţa Muncii, dove fermano anche autobus, filobus e tram. Poiché il numero di parcheggi è limitato, ai turisti è sconsigliata l'auto.

Dove alloggiare
A Bucarest sono presenti molte catene alberghiere internazionali, ma esistono alternative più economiche come ostelli e pensioni. Vedere i link utili sotto.

Il Museo d'arte nazionale di Bucarest
Il Museo d'arte nazionale di Bucarest©Getty Images

Cosa vedere
Cultura: la città vecchia di Bucarest è straordinaria, mentre il Museo nazionale d'arte, il Museo di storia naturale George Antipa, il Museo George Enescu e l'Ateneo Romeno (specializzato in musica da camera) offrono un assaggio della vita culturale cittadina.
Atmosfera: il maestoso Palatul Parlamentului (Palazzo del Parlamento) e la Piata Revolutiei (Piazza della Rivoluzione, dove si notano ancora i fori di proiettile) sono una testimonianza del complicato XX secolo della città.
Una boccata d'aria fresca: i giardini di Cişmigiu sono il parco più importante della città. Fuori città, il parco di Herăstrău ospita il Muzeul Satului, un museo-villaggio all'aria aperta che racconta la vita dei contadini.

Mangiare e bere
I viaggiatori più esperti potranno notare elementi della cucina turca, tedesca, greca e ungherese nelle ricette locali, ma la Romania ha anche sapori tutti suoi. I pasti più importanti iniziano con la ciorbă (minestra acida) e le sarmale (involtini di cavolo con carne macinata e riso), considerate il piatto nazionale. Molto apprezzata è anche la tochitură (stufato di maiale) con polenta. Il vino locale è ottimo, ma la ţuică (acquavite di prugne) è la bevanda prediletta dai più.

Il calcio in città
Anche se la Dinamo Bucureşti è arrivata in semifinale di Coppa dei Campioni nel 1984, la Steaua Bucureşti l'ha superata battendo il Barcellona ai rigori nell'edizione 1986: si tratta ancora del maggior successo calcistico della Romania. Nata come squadra dell'esercito, la Steaua rimane la più tifata del paese; le altre due grandi sono la Dinamo (squadra dell'ex ministero degli interni) e il Rapid Bucureşti (fondato dai ferrovieri), ma molte altre militano nei massimi campionati.

Una gita fuori città
Circa 10 km a nord della città c'è il Palazzo di Mogoșoaia, costruito dal principe di Valacchia Constantin Brâncoveanu tra il 1698 e 1702 come residenza estiva. Ancora più a nord c'è il Monastero di Snagov, che si trova su una piccola isola in un altro lago: alcuni ritengono che sia il luogo di sepoltura di Vlad l'Impalatore, la cui storia ha in parte ispirato quella di Dracula. A 125 km c'è poi il Castello di Peles, in passato residenza dei reali romeni.

Link utili
Romania Tourism: http://romaniatourism.com/bucharest.html
Lonely Planet: https://www.lonelyplanet.com/romania/bucharest
Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Bucarest
Federcalcio rumena (FRF): http://www.frf.ro/

In alto