Lo Shakhtar sfila il trono d'Ucraina alla Dynamo

Lo Shakhtar ha avuto un avvio difficile nel 2016/17, ma è cresciuto alla distanza e ha vinto la Premier League ucraina con quattro turni d'anticipo lasciando per strada appena nove punti complessivi.

L'esultanza dello Shakhtar
L'esultanza dello Shakhtar ©AFP/Getty Images

Il cammino
La stagione non era cominciata nel migliore dei modi per il neo tecnico dello Shakhtar Donetsk, Paulo Fonseca, che ha perso la finale di Supercoppa d'Ucraina con la Dynamo Kiev prima di essere eiminato dalla UEFA Champions League per mano degli svizzeri dello Young Boys nei preliminari. Entrambe le sconfitte sono maturate ai rigori. I Pitmen hanno tuttavia avuto un altro passo in campionato, tanto che alla pausa invernale avevano ben 13 punti di vantaggio sulla seconda e si sono aggiudicati il titolo con quattro giornate d'anticipo grazie al successo per 3-2 contro lo Zorya Luhansk, perdendo appena nove punti in tutta la stagione.

Il numero: 525
Ancora in splendida forma, il 35enne terzino destro Darijo Srna – giocatore con più presenze in assoluto per il club – ha disputato 524 partite con lo Shakhtar. Questo è il nono campionato che il croato si aggiudica con la squadra ucraina e ha firmato un contratto anche per la stagione 2017/18.

INSERT TWEET

Gli avversari
La Dynamo è sempre la rivale principale dello Shakhtar, tuttavia gli ex campioni stanno attraversando un periodo di transizione con tanti nuovi giovani che stanno dando un nuovo volto alla squadra che oggi appare molto inesperta. Sebbene staccato dalle prime due, come terza forza è emerso lo Zorya Luhansk, che potrebbe ridurre ulteriormente il gap se dovesse colmare le lacune offensive.

Highlights: lo Shakhtar esce dalla Europa League
Highlights: lo Shakhtar esce dalla Europa League

Potrebbe vincere le due competizioni nazionali
I campioni in carica dello Shakhtar proveranno a vincere per la prima volta le due competizioni nazionali dopo il 2012/13, quando affronteranno gli acerrimi rivali della Dynamo nella finale di coppa del 17 maggio.

Margini di miglioramento
Senza lo squalificato Fred, pilastro della squadra e assenza importante, lo Shakhtar ha perso la solita compattezza che l'ha contraddistinto. Il suo rientro nella prossima stagione potrebbe dare una spinta ulteriore alla squadra.

Vittoria più larga: 4-0 col Dnipro Dnipropetrovsk
Sconfitta più larga: 2-1 col Chornomorets Odesa
Miglior marcatore: Facundo Ferreyra (13)