Il sito ufficiale del calcio europeo

Wembley e la magnifica settima

Pubblicato: Martedì, 15 gennaio 2013, 17.43CET
Con la competizione regina d'Europa che visiterà la 'Casa del Calcio' per la settima volta a maggio, UEFA.com rivive le passate finali giocate nel celebre stadio londinese.

rate galleryrate photo
1/0
counter
  • loading...
 
 
 
Pubblicato: Martedì, 15 gennaio 2013, 17.43CET

Wembley e la magnifica settima

Con la competizione regina d'Europa che visiterà la 'Casa del Calcio' per la settima volta a maggio, UEFA.com rivive le passate finali giocate nel celebre stadio londinese.

La finale di UEFA Champions League 2012/13 si terrà a Wembley il 25 maggio, con la competizione regina d'Europa che visiterà la 'Casa del Calcio' per la settima volta, un record. Questa sarà la seconda finale dopo la ristrutturazione dell'impianto, e se la storia è un buon profeta, allora gli appassionati di calcio possono aspettarsi un'altra serata speciale. UEFA.com rivive le passate finali giocate nel celebre stadio londinese.

6 giugno 2011
FC Barcelona - Manchester United FC 3-1
(Pedro Rodríguez 27', Messi 54', Villa 69'; Rooney 34')
Il Barcellona e il Manchester United hanno entrambe vinto la loro prima Coppa dei Campioni nel vecchio Wembley, ma Sir Alex Ferguson non può nulla contro la formazione di Josep Guardiola nella prima finale giocata nel nuovo impianto. Lo United risponde bene dopo la rete al 27' di Pedro Rodríguez, grazie al gol del pareggio di Wayne Rooney, ma non riesce a fare lo stesso dopo la rete di Messi - al 12esimo gol stagionale, che gli permette di eguagliare il record di Ruud van Nistelrooy messo a segno con lo United nel 2002/03. (Messi farà meglio, con 14 centri, la stagione successiva). David Villa sigla il terzo gol blaugrana, poi Éric Abidal – da poco tornato dall'assenza per un tumore – alza la coppa.

20 maggio 1992
UC Sampdoria - FC Barcelona 0-1 (dts)
(Koeman 112')
L'ultima finale nel vecchio impianto è anche l'ultima prima dell'era della UEFA Champions League, ma per il Barça vale il primo titolo europeo. Con un mix di talenti locali come Guardiola e grandi nomi come Michael Laudrup e Hristo Stoichkov, i catalani hanno comunque bisogno dei supplementari per superare i rivali italiani, che vantano Attilio Lombardo, Roberto Mancini e Gianluca Vialli. Il nazionale olandese Ronald Koeman spezza l'equilibrio al 112' minuto con una punizione da manuale che sorprende Gianluca Pagliuca.

10 maggio 1978
Liverpool FC - Club Brugge KV 1-0
(Dalglish 64')
Dopo aver conquistato la prima Coppa dei Campioni la stagione precedente, il Liverpool diventa la prima squadra inglese a difendere il trofeo contro il Club Brugge. I belgi avevano superato a sorpresa squadre come Club Atlético de Madrid e Juventus ma in finale hanno poche occasioni, e la gara viene decisa dalla rete di Kenny Dalglish che supera Birger Jensen al 64' minuto. L'attaccante della Scozia era arrivato per sostituire Kevin Keegan la stagione precedente, e non avrebbe potuto chiedere di più alla prima stagione con i Reds.

2 giugno 1971
AFC Ajax - Panathinaikos FC 2-0
(Van Dijk 5', Haan 87')
L'Ajax diventa la seconda squadra olandese dopo il Feyenoord a raggiungere il vertice europeo e sarà solo il primo di tre titoli consecutivi per Johan Cruyff e soci. Con la filosofia del calcio totale del tecnico Rinus Michels – alla sua ultima stagione ad Amsterdam prima di passare al Barcellona – l'Ajax supera il Panathinaikos di Ferenc Puskás grazie a due gol realizzati a 82 minuti di distanza l'uno dall'altro. Dick van Dijk porta gli olandesi in vantaggio nelle prime battute, prima del raddoppio Arie Haan nel finale.

29 maggio 1968
Manchester United FC - SL Benfica 4-1 (dts)
(Charlton 53' 99', Best 92', Kidd 94'; Graça 79')
Dieci anni dopo il disastro aereo di Monaco, lo United entra nei libri di storia calcistica diventando il primo club inglese a vincere la Coppa dei Campioni. Gli uomini di Matt Busby non sono riusciti a vincere nessuna delle trasferte disputate, e deve essere un sollievo giocare contro il Benfica in uno stadio sufficientemente familiare, anche se deve aspettare il 53' per passare in vantaggio con Bobby Charlton. Jaime Graça a 11 minuti dal termine pareggia per i portoghesi e il Benfica va anche vicino alla vittoria quando Eusébio obbliga Alex Stepney a superarsi e parare il suo tiro. George Best e Brian Kidd mettono la parola fine all'incontro con due gol nei primi quattro minuti dei supplementari. L'ultima parola è poi di Charlton, uno dei sopravvissuti di Monaco.

22 maggio 1963
AC Milan - SL Benfica 2-1
(Altafini 58' 69'; Eusébio 19')
Wembley si dimostra uno scenario sfortunato per il Benfica cinque anni prima, quando il club di Lisbona manca il terzo titolo continentale consecutivo in favore di un Milan determinato a portare il trofeo in Italia per la prima volta. I Rossoneri arrivano a Londra con giocatori del calibro di Gianni Rivera, Cesare Maldini e Giovanni Trapattoni, ma la partita porta la firma del brasiliano José Altafini, che trova la rete al 58' e al 69' minuto dopo che Eusébio aveva fatto sperare il Benfica con il gol al 19'. La doppietta di Altafini porta a 14 il bottino di gol stagionali nella competizione del brasiliano - otto li aveva realizzati contro l'US Luxembourg al primo turno.

Ultimo aggiornamento: 04/12/13 7.15CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/news/newsid=1911980.html#wembley+magnifica+settima

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.